Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Tutto...
Peccato di gola...
La notte...
Fatalità...
Viaggio dentro me st...
Tutto scorre......
Io fuggo...
STUPORE...
INGANNEVOLI APPARENZ...
E' estate e sono vec...
Malattia...
Salve, sono Lupo...
Non è da uomini......
Il cielo in una ...
Il nobile Alejandro ...
L'amico del tramonto...
CON TE PER NOI...
QUELLO CHE VORREI DI...
DIARIO DELLA PRI...
Stare tra le tue bra...
ARTE di Enio 2...
Il destino, ordine e...
Di nero vestita...
troppa tecnologia ....
Le foglie smarrite...
Avere in dote un’ind...
Scorie di città....
Listen to you...
Aylan...
Ovunque vi sia un os...
Idolatria d'amore...
LA Piaggia tra le ro...
Sorrisi che illumina...
Non hanno nome i pen...
Il baratro del silen...
Ricomincio da me...
Pensa a me...
Mi manchi tu...
La volpe in vetrina...
Notte di insonnia...
Se hai un pezzettino...
RIVIVERE...
SULLE TRACCE...
ER CANARINO MIO d...
Satira...
Evoluzione...
Senza riposo...
L' attimo...
Coccinella...
Ci sono sempre stato...
Lacrime...
PASTA E CECI...
Nonostante tutto. .....
cento passi omaggio ...
Venere e Luna...
Kalòs e la Cerva...
Sempre che il bar si...
La poesia mi salva...
Era un sogno?...
Dialogo dell\'amor p...
Ad Elisa...
Il segreto della pio...
SEGNALIBRO...
Libertà...
La tua mancanza si s...
Mera poesia 4....
A spasso tra le stel...
Piccola stella...
The Bad Road...
Una favola antica...
Racconti della notte...
Anche se calmo, è ...
...a te...
Il primo amore di Fr...
L’ONESTA’ DE ZIO...
La ricorrenza...
FANGO...
Tu una parte di noi...
Vivi!...
Viaggiare...
La luna e il mare...
L'Esibizionista...
PORTAMI NEI TUOI SOG...
IL NOSTRO ADDIO...
La carezza del sole...
A bordo nel mistero...
Non Sono...
La verità è come il ...
Ribelli del cuore...
Nel prato...
Silenzio...
Bangkok...
Nessun applauso...
Poesia in Re...
E' tutto troppo!...
Temporale d'estate...
TARANTELLA...
tempo...
Rosso...
DOPO UN ANNO...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

CAPRI

Sfuma l'arancio sul mare
tra onde lontane:
è la morte di un sole
che ha vinto tempeste,
è l'inizio di una notte
che viene dal mare;
lentamente un gabbiano
si posa su una musica
poco ortodossa:
quasi un silenzio
mosso da vibrazioni
pulsanti nell'aria;
psichedeliche follie
di anime che girano
su una giostra senza sosta.
La vita lì,
in quei luoghi
procede e fugge via,
come battiti di un tempo
che corre, e non ce n'è!


Tra la gente, questa sera
solo non procederò!
Mille occhi lì a guardarmi:
non me ne interesserò!
E la luna da lassù
a sorridermi sorniona,
con occhiali da Blues Brothers
e un'autentica pazzia.


I gabbiani girano in cielo
...cantano per non morire...
...cantano per annunciare le stelle
e disegnare le traiettorie della luna.


Nella piazza del paese,
tanta gente a rimirare
i profumi di una notte:
gelsomini e fantasia.
Una luce all'orizzonte,
un'onda che rosseggia,
un telo steso, blu:
e due piedi sovrapposti.


Capelli che risuonano
e nuvole insabbiate,
risate prorompenti
e lucciole da strada.
Benvenuta, era ora!
Una canna pescatrice
a metà tra di un viaggio
e una stasi infinita.


Sorrisi incerti, spontanei,
a volte forzati
colorano
una grigia quotidianetà.



Share |


Poesia scritta il 30/11/2010 - 18:09
Da Manuel Miranda
Letta n.800 volte.
Voto:
su 0 votanti


Commenti

Nessun commento è presente



Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?