Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

LO SFRATTO...
Addio Divano...
Un solo pedone...
GLI OCCHI DEL F...
A piedi nudi...
A piedi nudi...
Un Sole stanco, un C...
AMICA PER SEMPRE...
Volare nel cielo del...
POMERIGGIO A VILLA B...
E' amore...
FINALMENTE DONNA...
VIBRANO I RICORDI...
Il cerchio della vit...
SFUMATURE...
Amici miei...
Quest\'amore...
ARTE INFINITISAMENTI...
comprenderesti quan...
Sconfessare sempre i...
Mirando le stelle....
Ho bisogno di parole...
Chi sei?...
CUORE NOMADE...
SABATO DIVERTENTE...
Primo binario...
Ogni giorno......
Tempo Antico...
DISTANZE (filo…sof...
Il silenzio è la vit...
Riflessi dimenticati...
NON HO MAI SEDOTTO L...
Melodia della malinc...
Più sento e più pens...
Niente e così sia...
Oggi...
Un pezzo di me....
LA BARCA DOPO UNA CE...
La libertà di scrive...
Stella Luminosa...
Il primo incontro...
Sarà neve...
Dille ch'è suo...
Scritture del cielo...
Bacio in Metrò...
Ghirlanda di mani...
La Furba Nana di Bre...
Sul cuore bianco...
Nuvole...
Isola amara...
IL SAPORE PERDUTO...
L' ECLISSI DI ...
FIGLI...
Il Caso di Gianni Is...
La tua pelle II...
Pioggia...
Un prete anarchico...
Gli occhi di una mad...
Sfida all'ultimo ban...
L'ispirazione...
senza aprire gli occ...
L\'intimità di picco...
La camicia rossa...
Corri tu...
Soliloquio d'inverno...
LA CIOCCOLATA...
Inno ad Afrodite...
Haiku 24...
Le mie mani...
L'indefinito...
AMICIZIA 2...
e tu...
Buon trapasso...
Solitudine...
Nuove fioriture...
Solitari casali....
Il privilegio di gua...
Febbraio...
e lei colse un'ultim...
RISVEGLIO...
D'improvviso...
É...
Lucchetti che nascon...
RIFUGIO E' IL VERSO...
S‘è fatta una certa....
Se si è amati si toc...
La pace dei sensi...
Flussi di coscienza...
Tempo al tempo...
L'amore vince...
È nel mai ©...
Neve...
Non leggo Racconti...
Haiku Emozione...
PROVERBI in RIMA e i...
E il treno arrivò...
nelle giornate di pi...
Solca i mari...
SCENA INVERNALE...
Disilluso...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Il Mattino Dorato

Mi ritrovai ad approfondire
il legame che avevo
con il gigante del fuoco,
dalla sua bocca splendente
vi era un sole di un’era
che finì per mano del gelo.


I miei occhi non erano
che spoglia di umane vite
perse per la furiosa guerra
dell'aldilà mancato,
ma una luce era sempre presente
nelle vecchie conoscenze
di un ricordo d’ambra.


Un abbraccio per il mondo
che finì nella fossa
ma che riuscì ad emergere
per mezzo del bambino d'oro,
opera millenaria
di un amorevole padre sapiente.


Queste generazioni
di fabbricanti di chiavi arrugginite,
tempi del ferro infuocato
e delle spade
fatte di sassi lucidi.


Le dubbiose provenienze
di un sospiro alato, sopra il mare
sospiri che evocavano
il vento salato
dell'addio primordiale.
Quanti ricordi nei loro gesti,
piccoli sguardi di pietre calcaree
uniti insieme dai rami
delle piante secolari.


Un tuffo nell'accecante oblio,
nell'oscurità luccicante,
quando anche il respiro
viene rapito dal mattino.



Share |


Poesia scritta il 30/09/2014 - 19:24
Da Lorenzo Arcaleni
Letta n.594 volte.
Voto:
su 6 votanti


Commenti


Ti ringrazio Chiara :)

Lorenzo Arcaleni 15/10/2014 - 18:02

--------------------------------------

Inizio fiabesco e finale ricco di un profondo significato. Davvero bella,

Chiara B. 15/10/2014 - 16:44

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?