Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

IL TEMPO DELLE CONC...
Stelle si accendono ...
NUTRIMI...
NEL PIÙ ROSEO DEI MO...
Orizzonte...
L’EREDITA’ SPARTITA ...
Tutto era sogno...
L'arte del sorriso...
alzando gli occhi...
Tutto...
Peccato di gola...
La notte...
Viaggio dentro me st...
Tutto scorre......
Io fuggo...
STUPORE...
INGANNEVOLI APPARENZ...
E' estate e sono vec...
Malattia...
Salve, sono Lupo...
Non è da uomini......
Il cielo in una ...
Il nobile Alejandro ...
L'amico del tramonto...
CON TE PER NOI...
QUELLO CHE VORREI DI...
DIARIO DELLA PRI...
Stare tra le tue bra...
ARTE di Enio 2...
Il destino, ordine e...
Di nero vestita...
troppa tecnologia ....
Le foglie smarrite...
Avere in dote un’ind...
Scorie di città....
Listen to you...
Aylan...
Ovunque vi sia un os...
Idolatria d'amore...
LA Piaggia tra le ro...
Sorrisi che illumina...
Non hanno nome i pen...
Il baratro del silen...
Ricomincio da me...
Pensa a me...
Mi manchi tu...
La volpe in vetrina...
Notte di insonnia...
Se hai un pezzettino...
RIVIVERE...
SULLE TRACCE...
ER CANARINO MIO d...
Satira...
Evoluzione...
Senza riposo...
L' attimo...
Coccinella...
Ci sono sempre stato...
Lacrime...
PASTA E CECI...
Nonostante tutto. .....
cento passi omaggio ...
Venere e Luna...
Kalòs e la Cerva...
Sempre che il bar si...
La poesia mi salva...
Era un sogno?...
Dialogo dell\'amor p...
Ad Elisa...
Il segreto della pio...
SEGNALIBRO...
Libertà...
La tua mancanza si s...
Mera poesia 4....
A spasso tra le stel...
Piccola stella...
The Bad Road...
Una favola antica...
Racconti della notte...
Anche se calmo, è ...
...a te...
Il primo amore di Fr...
L’ONESTA’ DE ZIO...
La ricorrenza...
FANGO...
Tu una parte di noi...
Vivi!...
Viaggiare...
La luna e il mare...
L'Esibizionista...
PORTAMI NEI TUOI SOG...
IL NOSTRO ADDIO...
La carezza del sole...
A bordo nel mistero...
Non Sono...
La verità è come il ...
Ribelli del cuore...
Nel prato...
Silenzio...
Bangkok...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

SENTIMENTO

Le istruzioni sono:

Pensare a uno di questi sentimenti: odio, rabbia, invidia, gelosia, indifferenza, noia, orgoglio, vergogna, amarezza, tristezza e rimorso. Scrivere quindi un racconto ispirato a tale sentimento senza mai dirlo. Alla fine, tra parentesi, precisare il sentimento al quale ci si è ispirati.


~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~

La collega

Quando ti conobbi ti presentasti come Deborah, con l'acca, io risposi: "Posso chiamarti solo Deborah?" Ma la battuta non fu compresa. Siamo colleghe da circa dieci anni, io la mattina mi sveglio sempre tardi, mi lavo il viso e corro a lavoro, poi in corsia, si corre... e mi viene in mente che i capelli li dovevo legare, allora prendo una matita e alla meglio li tiro su. Tu, (ma a che ora ti svegli?) arrivi perfettamente truccata, sembri sempre appena uscita dal parrucchiere e ti muovi leggiadra come se fossi su una passerella.
Quando entrai, nuova infermiera in reparto, mi fu detto che eri la migliore amica della caposala, un turno insieme e l'avevi già infamata, tra l'altro insinuando storie extra-coniugali, che si sono ben presto rivelate false.
Con il tempo, mi hai dato preziose informazioni su colleghi e dottori: Il dottor Martini ha un alito che ti stende, la Romanelli era una balena, ora dopo la dieta, guarda che mostro è diventata!
Insomma, hai avuto parole di stima per tutti.
Non voglio poi scrivere dei tuoi commenti su pazienti e parenti, perché sinceramente mi vergogno un po' per te.
Di recente però, finalmente, ho espresso il mio parere.
L'episodio risale a qualche settimana fa, una signora piuttosto anziana e ansiosa mi chiese se potevo far entrare in stanza il marito, di solito durante la visita medica chiediamo ai parenti di attendere fuori nel salottino.
Ho valutato e poi deciso che l'ansia della signora poteva attenuarsi con la presenza del marito, quindi l'ho fatto entrare, dopo aver chiesto il permesso al medico di turno.
"Patrizia!!" Oh no, la tua vocina stridula...
"Perché hai fatto entrare quello lì? Non lo senti che puzza?
Si è fatto il bagno in una pessima acqua di colonia? Mi ha già fatto venire il mal di testa!"
"Tesoro" rispondo io con una calma che non mi appartiene:
"Non sarà buono il profumo che usa, ma è un signore educato e gentile, tu puoi usare il miglior profumo del mondo, ma si sentirà sempre un putrido odore di cattiveria, che da dieci anni mi da la nausea."
Deborah con l'acca non mi parla più...menomale!


(tristezza)
questo è il sentimento che mi suscita la mia collega.




Share |


Scrittura creativa scritta il 21/06/2016 - 10:40
Da patrizia brogi
Letta n.382 volte.
Voto:
su 6 votanti


Commenti


Bellissimo racconto. Fa riflettere.

Cristina T 30/06/2016 - 15:36

--------------------------------------

Racconto fluido ed interessante per la schiettezza con cui viene affrontato l'argomento della cattiveria
Direi ben riuscito
Un abbraccio
Nadia
5*

Nadia Sonzini 22/06/2016 - 17:08

--------------------------------------

Brava Patrizia hai fatto bene.
Il tuo racconto poi è molto bello e fluido, magari avrei voluto qualche accenno in più sulla tua collega.
Complimenti carissima

Giovanni Santino Gurrieri 22/06/2016 - 12:15

--------------------------------------

Carino, forse potevi scrivere qualche riga in più su Deborah, o qualche aneddoto, mi avrebbe incuriosito! Buona serata

A. Charass 21/06/2016 - 21:23

--------------------------------------

Grazie per i vostri amorevoli commenti... Anch'io sono sorpresa di quello che le ho detto...ma le parole mi uscivano da sole...a volte mi succede!

patrizia brogi 21/06/2016 - 20:41

--------------------------------------

Molto bello Patrizia, complimenti 5*

donato mineccia 21/06/2016 - 19:43

--------------------------------------

Brava Patrizia! Sinceramente invidio il tuo coraggio ma la collega, che non vale un'acca, meritava questa battuta.
Ciao!

Millina Spina 21/06/2016 - 19:26

--------------------------------------

Cara Patrizia sei stata bravissima, quando qualcosa come una spina punge e fa male, il miglior rimedio e toglierla se pur con tristezza per la sua anima in pena...(parlo di Deborah con l'acca!!) 5*

margherita pisano 21/06/2016 - 19:08

--------------------------------------

molto ben fatto scorrevole lettura e hai fatto bene a mandarla dove sta bene 5*

POETA DELL'AMORE LUPO DELL'AMI 21/06/2016 - 19:00

--------------------------------------

Hai fatto bene il compito e a mandarla al paese suo di dubbia origine.
Ciao Patrizia.5*

salvo bonafè 21/06/2016 - 16:59

--------------------------------------

Tema magistralmente elaborato.
Il mio elogio Patrizia.
******

Rocco Michele LETTINI 21/06/2016 - 16:33

--------------------------------------

Bellissimo racconto.Letto molto volentieri.brava

antonio girardi 21/06/2016 - 15:50

--------------------------------------

Beh, non so se tu l'abbia detto davvero, ma sicuramente dire ciò che si pensa, sempre con educazione, ti fa stare così bene!!!
Quanto alla collega, hai perfettamente ragione: suscita tanta tristezza...

Mimmi Due 21/06/2016 - 14:43

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?