Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

HAIKU II...
Haiku n°5...
L\\\'AMICO MALAVVENT...
My dear Perugia....
IL CAFFE\'...
Ricordi...
Quando potremo di nu...
Manicomio...
A bocca piena...
E' ciò che ti mette ...
Aspetterò il tramont...
Mi piace pensare che...
PREGHIERA...
Nostalgia della nott...
CORLETO PERTICARA...
Ho visto i tuoi occh...
Il respiro del mare...
Pioggia...
Niente potrà...
Tramonto...
L’ECO E LA LUCE...
Nadia...
La notte fa paura...
Frammenti...
Settembre...
Parte di me...
Profugo...
UN SOLO MINUTO...
PONTE...
souvenir d'un amore ...
Che nasca una speran...
IL CUORE LO SA...
Il mercataro intelli...
ILLUSIONE...
Astro...
TI HO VISTA...
C'è un profumo che t...
Ho rimboccato le cop...
Assorto e silente...
Un fruscio nel vento...
vorrei che fosse un ...
FOLGORI D'AGOSTO...
Solitudine...
14-08...
Può succedere di tut...
Sorridi,anche con i ...
Chesta è 'a vita......
Riccio dorato...
Preghiera...
La mia piesia...
Se alzi gli occhi al...
Risposta esatta...
E poi la notte...
C...
Non ti mancherà semp...
Ti perderò ancora...
Per non dimenticare...
caricaaat ... fuoco...
Anima antica...
La musica che non c'...
IL TEMPO...
Occhi blu...
HAIKU I...
ciao nadia...
La forza della gioia...
LA FINE DEL MONDO...
Haiku q...
La notte rosa...
Il pinguino...
Con delicatezza. No...
TENTAZIONE...
haiku n°4...
senryu 4...
Soltanto il vento...
Impressionante, davv...
PRECETTI DI SAGGEZZA...
MANICOMIO ITALIANO. ...
L’era dei Radical sc...
Sogno di un antico p...
Sensazioni 4...
È la notte...
Vento d'antico...
Quanto spazio nella ...
Highlander...
Dono divino...
Giorni sospesi...
come la brace...
I poeti li riconosci...
Bambina infibulata...
Spettatori e Attori...
L'infinito dell'ani...
Anch'io e le stelle...
Sei una follia...
MEDITERRANEO E BASTA...
Mutare dormendo...
-Iride-...
È l'oblio...
Mi parla la notte...
visioni future...
San Lorenzo (Maggior...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Elettra

Luminosa come le tue Sorelle,
Non lasci spazio alcuno al comun
mortale che ti ammira.
Divina Creatura,
adesso sei terrena
e posso toccarti.
Come una Sacertodessa
d'altri tempi, mi sento
piccolo al tuo cospetto.
Le tue vesti regali,
i tuoi monili d'acquamarina,
il tuo sguardo che stordisce.
Sorridi, ma non proferisci parola.
E' un conto alla rovescia.
Il tempo è poco.
Forse solo pochi minuti.
Le domande son troppe,
le risposte arriveranno
ma non oggi almeno.
Io questo l'ho capito.
Sotto un gazebo di stelle danziamo.
Un omaggio alle Pleiadi.
Solo per loro
e forse anche per noi due.
Se tu lo vorrai!
Le mani sui tuoi fianchi.
le tue braccia al collo.
Fisso i suoi occhi,
come gemme posate
su un letto d'alabastro e
non mi importa più di niente.
Ad un tratto il suono di
una sirena in lontananza.
Una nave in partenza?
Ma non c'è porto
dove siamo
oh Divina Creatura.
Un segnale ancestrale?
Il tempo è scaduto.
Ti vedo fuggir via
lungo la strada.
A cavallo di una ringhiera
i miei occhi cercan i tuoi finché possono.
Arrivata in fondo,
prima si vanire
ti volti indietro per un
sorriso.
L'ultimo!
La mia piastrina
tra le tue mani.
Quella che mi hai strappato
dal petto pochi istanti prima
insieme al mio Cuore.
Un'altra occasione Per
incontrarci di nuovo?
Rimango immobile
a fissare il cielo
ora che sei andata via.
Poi ad un tratto un mostro
d'acciaio sopra di me
libera le sue onde d'urto.
E' l'infrangersi della
barriera del suono
sopra la mia testa.
Un dolore lancinante.
Perdo l'equilibrio
e cado nel vuoto.
Mi sveglio.



Share |


Opera scritta il 31/07/2016 - 19:45
Da Elya Baskin
Letta n.624 volte.
Voto:
su 0 votanti


Commenti

Nessun commento è presente



Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?