Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Un bacio...
Abbandonati al gioco...
PROFUMI...
DOVE VIVONO GLI DEI...
Brezza...
Inanimato (mio)...
A casa...
Normalità...
Patetico Novembre...
Non attendere oltre...
Ore d'oro e di piomb...
E' NOTTE ACCENDI...
Indimenticabile rico...
Senzatetto e non sol...
Addio del vecchio po...
Riverso in versi...
Haiku 16...
Dopo una notte di li...
Se...
E le stelle ad osser...
Puzzle...
Mai più....
Tanka 12...
Un pomeriggio...
HAIKU N...
GUARDAMI...
Tony Ligabue,arte e ...
Dove batte il cuore...
il ragno e la mosca...
UNA GOCCIA...
La notte è una testa...
Gianna la matta...
Tu oltre il tempo...
e lì, dormire...
Ombra...
Simmetrie di pura me...
UN REGALO DAL CIELO....
Tana!...
QUALE REALTA’...
Old...
Il tempio...
IL TEMPO LADRO DE...
NOI NON CI CHIAMIAMO...
15 Novembre 2019...
Haiku n 9...
Nel calle brullo...
Addio...
Verso il mio infinit...
Aspetando Anna...
Sogno...
Vorrei...
AFORISMA La statu...
Ricordi sul muro...
SOLO UNA ROSA...
Nasce tutto per caso...
Gravita'...
E' BELLO...
Mia opinione su Poes...
Haiku 17...
la coscienza in vers...
Delfi...
Fogli di neve...
Addio....
Quando salivo i grad...
Eri....
Foulard...
DENTRO ME...
Essenza di un tempo ...
Un arcobaleno a nove...
Haiku 2...
Le nuvole della piog...
Reclame...
Telefonofobia...
Di neve e di sole...
Dubbio...
steli di rugiada...
Non c'ero quel giorn...
AMICI (terza e ultim...
Legare...
Eco di un addio...
DIRSI ADDIO...
Confusione in testa ...
Scrivi ancora...
Nell'attimo sublime ...
METAFORE (2)...
ANIME DI PIETRA...
Thipheret...
Argento...
Haiku 15...
LE DIECI STANZE...
riflessioni n. 6...
UNA BELLEZZA DA SALV...
La nave va...
La poesia è il siste...
Questa bomba di vita...
Pelle d'Ocra...
Goccia...
Le Carte...
MADRE TI TROVERO...
Tanka 11...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it



Poesia

Nel giardino della mia infanzia,
mi ricordo quanta grazia.
Tanti fiori colorati
profumi inebrianti,
come Dio li aveva fatti.
La rosa rossa non mancava
a destra e manca nel viale.
Le serate con mia madre,
non erano poi così male.
Tenendomi per mano
per non farmi male.
Ma io mi sganciavo...
per giocare… ma ero bravo
a svincolare.
L'altalena era di turno
per giocare sotto il prugno,
oggi non ricordo il mio tempo
perchè ho fatto troppo sesso.
Correndo verso l'uscita
finiva la mia vita d’infante.
Ora il giardino non c'è più
pure Mamma e lassù,
chi sa se c'eri pure tu.


Share |


Poesia scritta il 15/10/2019 - 22:15
Da Francesco Cau
Letta n.55 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti


Caro Francesco, tutti noi abbiamo avuto un giardino d'infanzia nel quale andiamo a pescare i nostri ricordi e spesso sono proprio quelli a farci sentire vivi. Bellissima poesia. Ciao.

santa scardino 16/10/2019 - 22:52

--------------------------------------

Un'infanzia dipinta con il cuore...
Ciao Francesco

Grazia Giuliani 16/10/2019 - 19:47

--------------------------------------

Ricordi scritte con il cuore.
bravissimo Francesco.

Salvatore Rastelli 16/10/2019 - 14:07

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?