Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

OSSERVARE ANCORA...
Ho perso il cielo st...
Autunno...
non camminare davant...
Il salvadanaio...
NIPOTI...
PER IL SITO...
Scivolano le ombre...
I PROBLEMI DEL ...
AUTOMA...
Dedicato da te a me...
Su questa mia terra...
Ti sento...
Er patto cor demogno...
La grotta nell’autob...
dal giorno alla nott...
LA POLLIVENDOLA...
Autunno per un amico...
Trapasso...
Mi hai detto... ( Po...
Le mille cose che no...
FIGLIO MIO...
Azzurro...
Il mare verde...
L'allegra triestina...
Spero...
Angeli...
la rifrazione illuso...
Dille ch'io la amo...
Scarmigliata...
A te...
Io e la vita...
Il mio amore non c'è...
ER POVETA E L'UCELLI...
Monotonia uccide poe...
Pensando...un addio!...
La vita è una meravi...
Come rami di uno ste...
TOMBINO...
Foglie morte...
Avida la mia bocca!...
Il farmacista...
rimembranze...
PASSEGGIATA SOLITARI...
volo d'autunno...
Infinita voglia di v...
Seppe poi sola andar...
Una richiesta vana...
Pensieri invadenti...
L'Astronomia del Fut...
Potrei darti...
Quel vino rosso ross...
Possa la preghiera s...
Le cose fatte con pa...
Mia nonna diceva che...
Bluff...
Mentre guardo la Lun...
L'UOMO COL CANNOCCHI...
Possedere le chiavi ...
SIAMO PICCOLE D...
Freddo apparente...
La prima volta...
Un ossimoro è la met...
E tu, vigliacca ment...
Salvarsi...
Foglie aperte...
FAMMI RICORDARE...
Ho visto avide bocch...
RICORDARE E' VIVERE...
Riflesso d\'Argento...
In Questo Confuso An...
Il MIO NOME È LiBERT...
Canzone per un'amica...
Tutti siamo stati ba...
La stagione dell'amo...
Canto del vento sull...
Mio Padre...
Senza tempo...
Il silenzio della ne...
Un altro whiskey...
NE UCCIDE PIU LA LIN...
La montagna...
SERA D'OTTOBRE...
Roma...
Il nonno...
Can'e gatto...
Tutto passa...
Game over...
Scrittura come cura...
DOLCI CAREZZE...
Occhi...
LEGGEREZZA...
TRA LUCE // E // OS...
Forse i codici della...
Il richiamo del vent...
Le sirene di Ulisse...
Quel giorno...
CARO PAPÀ E CARA MAM...
Dieci minuti al gior...
La Coccinella sfortu...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Risveglio

Ti ho perduta al mio risveglio
senza potermi aggrappare a nessun appiglio
Voglio sapere dove ti trovi dove sei
regina dei pensieri miei


Tu sposa della notte... luce radiosa
quante volte... ti ho sognata avvolta nel mantello
e sorridevi felice nella reggia tua luminosa
di te mi resta il ricordo che nella mente fa carosello


Infinita dolcezza nei tuoi occhi scuri
rinchiusa nei sogni, nei tuoi pensieri puri
ora il ricordo tuo mi circonda
nel silenzio il mio pianto misto al dolore gronda


I suoi baci nascevano dal cuore
e mi appare il suo sorriso carico d'amore
cammino... i miei passi affondano nel fango
nel sentiero impervio, oscuro, sono solo, ramingo


Il pianto, il gelo della notte
massacrano le mie ossa rotte
rinchiuso nei sogni di dolore pungente
anche Zeus per questo ho pregato ma fu silente


Il mio desiderio di averti accanto
resterà solo un mio sogno infranto
con rabbia mi hai strappato l'anima, il cuore
ma non hai colpito il petalo dell'amore


Intensi attimi di forte dolore
accompagnati da leggero tepore
le mie paure fuggono lontano
il sole illumina il tuo sguardo sereno


Le nostre labbra si cercano
socchiudo gli occhi per incontrare il tuo cuore
mentre i nostri baci ancora s'incontrano
ora so che aprendo gli occhi non perderò il tuo amore



Share |


Poesia scritta il 04/06/2010 - 10:10
Da moreno centa
Letta n.827 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti


cara adelaideprima di tutto un grazie per le tue attenzioni nei miei confronti, poi ti dirò le rime per essere scorrevoli e leggibili nella loro fluidità non devono essere forzate devono venire e basta al limite se non ti piacciono come vengono cambi delle parole prima o rifai completamente la frase intervallando sempre le stesse parole, ma non sono certo io un dilettante ad insegnarti certe cose un abbraccio condito con un bacio ciao ..moreno

Duca 04/06/2010 - 20:25

--------------------------------------

sai,mi piace molto il modo come fai combaciare le rime con estrema naturalezza,sono così scorrevoli che mi sembra siano il frutto spontaneo,che ti viene così,senza pensarci più di tanto,stando lì a scervellarsi due ore per cercare la rima giusta...forse mi sbaglio? cmq è dolcissima anche se parla di un amore perduto...Bravissimo come sempre...

adelaide 04/06/2010 - 18:18

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?