Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Margy...
Amicizia...
ANATRINI...
Risveglio di forme p...
RESPIRO NATURA di En...
Incredulità....
La sposa...
Alla fine di questa ...
Curriculum vitae...
Abbiam perso... il s...
HAIKU NR. 21...
Pedro...
Le Ore...
Sul mare... navigand...
Calce sulle dita...
QUANDO L' AMORE ...
UN’ALTRA CANZONE...
Spillo...
Quando finisce un am...
SEI FUGGITA...
Luce e ombre......
Ode al vino...
Amore limpido....
Forse, sbagliata...
È subito mare...
Lo specchio (2015-20...
C'È SEMPRE IL SOLE...
L'onore...
DOLCE CANTO...
La vita in blu...
Di brama nella notte...
Sono la Primavera...
Valzer delle chimere...
Le ultime scosse...
Nel giorno che piang...
Sulle tue labbra...
La perfezione del fi...
Riflessione...
CI SIAMO PERSI...
Ho domandato ad un v...
Passa tutto...
Già poesia...
SI È MASCOLINIZZATA?...
Treno in corsa...
ed a te, cosa devi?...
POMERIGGIO SPUMEGGI...
adesso basta...
E LO CHIAMENO MAGGIO...
grotte infuocate...
Questo nostro indoma...
Si fosse prolungata...
Mi spingo oltre il m...
Opaca...
Un prete anarchico...
IL NOSTRO CIELO...
Pensieri sparsi su B...
Senryu 3...
Trasparenze...
IL CUORE NEL ...
A mia madre...
LIBERO...
Nebbia...
EMOZIONE D'AMORE...
Cuore....
Corda che unisce...
Mediterraneo...
Nuove Alebe...
Il dubbio...
Piove...
Nuovo giorno...
MAGARI UNA ROSA...
L'infinito...
RIGOR ..frammenti ne...
Cammino...
Io e te...
Le mie grosse vacanz...
Le scarpette rosse...
Con Agonistico Furor...
Fragranze...
Le parole che conosc...
BIMBA MIA...
Il mondo è fasullo...
di bianco e di rosso...
Non ho voglia di sor...
Domani....
Vezzo di rosa...
Nella società del pr...
Ad Agata...
PAPAVERO...
Un vento di scirocco...
L'ONOREVOLE di Enio ...
LE QUATTRO STAGIONI...
Oceano...
Maggio di nuvole...
La notte così lunga...
Bellezze nascoste....
Insonnia...
Non c'é sospeso...
IL FREDDO LA LU...
Gli armistizi si del...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

La gnurantità

'Na cosa shta ca pò crïàri 'uai
et èti propria la gnurantità:
pi ccosi ca no' ss'è 'mparatu mai
a ci la teni, sia pi eretità.


'Gnuranti nasci ci è filici assai,
cá nienti lu pò ffa' prïoccupà',
ma ci 'gnuranti reshta fign'a crai,
osci iddu 'uai a tutti havà crïà'.


Shta puru cuddu ca la faci apposhta
in motu cu s'la pò passari liscia,
ma a vvoti pò succeti' cu lli coshta


cchiù cara quannu trova ci li lliscia.
È vveru ca la canuscenza è toshta,
ma allu surpassu hamà 'uardà' la shtriscia.


Traduzione:
L'ignoranza


Una cosa c'è che può creare guai
ed è proprio l'ignoranza:
per cose che non ha imparato mai
chi ce l'ha, sia per eredità.


Ignorante nasce chi è felice assai,
ché niente può preoccuparlo,
ma chi ignorante resta fino a domani,
oggi lui guai a tutti deve crear.


C'è pure quello che la fa apposta
in modo che possa passarla liscia,
ma a volte può succeder che gli costi


più cara quando trova chi lo picchia.
È vero che la conoscenza è dura,
ma nel sorpasso dobbiam guardar la striscia.


Sonetto classico in vernacolo sanvitese con
relativa traduzione. Schema: ABAB/ABAB, CDC/DCD.



Share |


Poesia scritta il 29/08/2015 - 19:01
Da Giuseppe Vita
Letta n.427 volte.
Voto:
su 8 votanti


Commenti


L'ignoranza è la peggior cosa che possa esistere, oltre alla maleducazione! Buona serata,

Chiara B. 31/08/2015 - 18:10

--------------------------------------

Sonetto straordinario diligentemente corredato. Lieta Domenica Giuseppe.

Rocco Michele LETTINI 30/08/2015 - 11:07

--------------------------------------

Vera la tua composizione, analisi dell'ignoranza condivisa. Ciao Giuseppe

Anna Rossi 30/08/2015 - 05:59

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?