Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

PUNTINI PUNTINI...
Acqua e ricordi...
È nella quiete dello...
Ed è subito sera...
Corruzione nel creat...
Il vuoto...
SIAMO PIRATI...
tic toc...
L'albero della vita...
Non è stata una vera...
La nuova Alba...
Una musa per noi...
Per amore...
Alienazione di un po...
Sciopero a singhiozz...
Notte...
Francesco Papa...
Questa sei te: Sp...
Poesia su Rita Levi ...
Vorrei che il genio ...
MAGIE...
Nel fremito di vita...
Il mondo è fatto di ...
Lo Spettro Del Nostr...
C'ERA UNA VOLTA UN B...
IL SORRISO Il sor...
Un infinito amore...
acqua...
Anche l'inferno ti s...
GOCCE...
Un breve istante, un...
vorrei sparire......
vorrei cadere...
La camicia a quadri...
Voglia di sale...
Sotto il faro spento...
'Na cosetta...
Il giorno non sempre...
Freddo(C)...
L'odore del mare...
L\'anima gemella...
LA VITA E' SOG...
Il puzzle...
Impotenza....
L'età: Il tempo la ...
SCHELETRI di Enio 2...
Il richiamo della ge...
eterno gelo...
Finchè avrà voglia d...
Il suono del vento...
Oltre ai giochi otti...
IL BOSCO...
La terra dei sogni...
S.Francesco....
Il desiderio inconsc...
Lultimo calzolaio...
Mimmo...
Un nuovo martire - G...
Io ti appartengo...
Non ci riesco....
La vita è come il ci...
Un giorno di notte...
lo ha riposto lì...
Consolazione...
Quel venticello...
Gli strani animali d...
Non servono parole...
Insonnia...
Purtroppo non è poss...
OGNUNO IL SUO MESTIE...
Ciò che voglio....
ciò trovo nel vagare...
Lettera ad Alex...
TU LE STAGIONI ...
che importa...
Il Perché...
Lacrima d'amore...
Profilo migliore...
UNA NOTTE FORSE......
IL COLORE DELLE FAVO...
Via vai...
Ho visto anni passar...
Tu sei la primavera...
Ricordi 2...
A volte... non lega...
Angelo della Notte....
Buongiorno...
La forza degli alber...
Non puoi generare su...
L'universo...
Appiglio...
Quell'attimo sublime...
ANIME IN VOLO...
Primavera sulle lame...
Fascino Veneficium...
Fragili promesse...
immigrato...
E poi…....
Fateve 'na risata !...
La frutta...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

La Yena

Turpe figura, carca di lordura,
da capo a piedi naviga nel fango.
pelosa e brutta,verme di trattura
confà dei striscianti al tristo rango.


Di corpo tozzo, dall’aspetto rozzo,
da petto prospiciente a mò di vacca
che par esser tutt’uno al mento gozzo
ch’accompagna lo stomaco in risacca.


Pare un porcone,tanto ch’è cafone;
solo sembianza ha d’umana gente,
diventa yena accanto alle persone,
per essa il male è il bene più fervente.


Indegnamente siede in posto altrui,
in loco non adatto a villania;
qualcuno va piangendo:Ah! Dov’io fui:
Quel posto l’ha ridotto ad osteria.


Se, poi, parlar potessero i canneti,
se dir potesse il loco detto Tonnara,
se disquisir potessero gli abeti
direbbero:Dei vermi è ancor men cara.


Or ch’à raggiunto il sospirato trono
l’hà reso lordo e pieno di vergogna
perché le yene ch’anno l’oro in dono
Gradiscono più d’esso le carogna.


Poiché incapace d’ogni movimento
vive la yena in circoscritto ambiente,
raspa nel fango con il muso e il mento
giacchè di forza d’intelletto assente.


La dignità per essa è cosa astrusa,
per due lenticchie ha dato il corpo untuoso,
donato l’ha come si dona cosa:
vergogna è di famiglia e dello sposo.



Share |


Poesia scritta il 20/02/2012 - 15:34
Da nello maruca
Letta n.450 volte.
Voto:
su 0 votanti


Commenti

Nessun commento è presente



Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?