Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Forse ti amo... fors...
Di là della siepe...
Grazie...
Tascapane...
Il borgo incantato...
Occhi verde Amazzoni...
L'anima si spezza so...
Per essere davvero f...
L'incudine...
S.Francesco....
E' Tempo...
Nell'ebrezza dell'az...
Nelle sere...
Pirchì scappi?...
Dentro a una parente...
Giulia...
AMOR CHE A NULLO AMA...
Il cantautore...
Spesso nelle risate ...
Terre in moto...
Oasi...
A volte il perdono r...
La mia dolce musa...
Fiammelle Autunnali...
SCOMMESSA CON IL DES...
Un mattino d'autunno...
Ch'io possa...
Il borgo...
Le vere gioie...
Non calpestate la po...
Piacere, sono IO....
RIMEDI PER CHI RU...
SOSPIRO...
Chissà se Chiara Dor...
DOLCE TRISTE AT...
baciata dalla luna...
Quel che rimane...
Ode a Trieste....
Ebbrezza marina...
Prime impressioni...
La luce negata...
Poche Luci...
Gelato a due gusti...
Alba...
RIFLESSO DI SGUARDO...
IL PRESENTE...
LE CAVERNE DEL CUORE...
Il dolore è come un ...
Campi di anime, per ...
Grigio di nebbia...
Un fiume rosso sangu...
Vola in alto Perché...
PENSIERO D'AUTUNNO...
a Charles Bukowski...
Le rapide dei sogni....
POLVERE D'AMORE...
Attimi...
Diniegato...
Al buio di una caver...
A Genti quannu tinta...
Sfumature d'indaco...
In città...
ECLISSI DI LUNA di E...
Quando va via la neb...
Problema...
adamo ed eva...
Giorni di paura...
Ho ucciso il mio Cuo...
DUBBI...
L'obeso...
ho visto Te...
la fine...
Il tuo amore per me...
Il Silenzio...
OSSERVARE ANCORA...
Ho perso il cielo st...
non camminare davant...
Il salvadanaio...
PER IL SITO...
Scivolano le ombre...
I PROBLEMI DEL ...
AUTOMA...
Dedicato da te a me...
Su questa mia terra...
Ti sento...
Er patto cor demogno...
La grotta nell’autob...
dal giorno alla nott...
LA POLLIVENDOLA...
Autunno per un amico...
Trapasso...
Le mille cose che no...
FIGLIO MIO...
Azzurro...
Il mare verde...
L'allegra triestina...
Spero...
Angeli...
la rifrazione illuso...
Dille ch'io la amo...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

una vita senza tatto- visioni di un tetraplegico

Una vita senza tatto.. scortese, scomoda, spigolosa, amara.. come faccio a cantare, senza voce?
Fatico a parlare d’amore, che mi contagia.
Annego nelle mie stesse lacrime, nonostante i miei sogni abbiano da tempo imparato a nuotare.
Cerco una ragione d’essere, in quello che non sono.
Mi specchio, con gli occhi chiusi, raddrizzandomi la schiena, ergendomi a gigante, alto e fiero come una montagna, canuta, capovolta, invecchiata dal suo stesso peso: sfido le leggi della natura, inverto le regole, per trovare negli altri l’eccezione, che li rende eccezionali..
Così dicono, loro, seduti nelle comode poltrone.. loro, che possono sentire le foglie sulle dita.. lo dicono,
guardandoti,
seduti, dall’alto, nonostante siano seduti,
ma tanto basta, a noi sdraiati dalla vita, stirati dalle preoccupazioni di altri, che non ci appartengono..
orizzontali accogliamo il sorgere del sole e lo salutiamo in discesa, sfiorandoci,
pure lui ha timore a toccarci e poi, bruceremmo, senza accorgercene.. e dentro il cuore, la fornace già sta divorando tutto, alimenta un treno lanciato a forza verso te, ma inutilmente.
Per quanto veloce corra, per quanto piccola la distanza tra di noi possa essere, i secondi appaiono secoli, ed è la nostra immobilità a contagiarci, il nostro contrappasso terreno.. l’instabilità dell’anima, compensata con questa calma apparente.
Ma come fate a sentirmi, se a fatica sentite voi stessi
Ma come fate a capirmi, se a malapena, vi capite
Ma come fate ad accettarmi.. e poi, perchè dovreste? Chi ve lo chiede?
Chiedo ad altri la mia ragione d’essere, ed altri chiedono a me la loro. Tutti hanno un vicino da guardare, quando dovrebbero salvaguardare la loro anima, preservarla dalle intemperie, proteggerla e non giudicarla, ammirarla e non compatirla.
Voi che potete sentire, non perdete tempo a cercare di capirmi, ma sentitevi


Share |


Poesia scritta il 13/08/2016 - 19:29
Da emanuele gentili
Letta n.298 volte.
Voto:
su 3 votanti


Commenti


La sensibilità nell'animo umano è una qualità o meglio una forza che potrebbe cambiare le coscienze di tutti...solo che si sta perdendo il senso reale del se'...dietro un mondo materiale e consumistico...la tua poesia è una potente riflessione sull'uomo e i veri valori della vita. Complimenti!
Buona domenica

margherita pisano 14/08/2016 - 09:31

--------------------------------------

Condivido in pieno il giudizio dell'amico Salvo, siamo tutti uguali e tutti siamo una risorsa per il prossimo. Lodi e un abbraccio

Paolo Ciraolo 14/08/2016 - 03:05

--------------------------------------

Un'esposizione chiara e un messaggio mirato verso una ricerca di sensibilità dell'umanità verso il disabile. Riflessioni, quindi, dall'immenso valore sociale. 5*

salvo bonafè 13/08/2016 - 21:04

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?