Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Cielo pirico...
E mi cruccio, a sera...
Un brano al vento...
Io volo...
Quei due che non era...
Rimembranze...
Monologo del Tacchin...
Mia adorata Paky...
Scelgo le perle...
LA POESIA PIÙ BELLA...
Luci di Natale...
Lettera ad un amico...
Se mi ami...
bene e male...
La moje in vacanza (...
Riempimi di te...
Lacrime...
LUCCIOLE IN CIELO ...
milite armato d'amor...
Un solo colpo...
L'amore ricordato...
A Marta...
ultimi pensieri...
Oltre...
NATALE...
Il suo bastone assen...
Inedia...
Il barattolo...
esecrerò l'odio...
SOSPIRO D'AMORE...
IL SOGNO DI UN AMORE...
La sposa triste...
Dialogo di due innam...
LENTI A CONTATTO...
VISO DI LUNA...
AMORE...
Non sei tu(C)...
Danza...
LUPO AFFAMATO...
LA FESTA DEL LUPO...
Vivo......
Il fesso...
Francesco Forgione...
I miei occhi...
Furto di cocaina...
Un Abbraccio...
Fantasia...
Una delle tante...
Giornataccia!!!...
LA VITA TI HA SCELTO...
L'ODIATO LUPO...
Natale 2017...
Questo può diventare...
Non sprecare il tuo ...
Nuvole 2...
L'altra metà del cie...
E quando le creature...
Vorrei ma non posso...
Come arriva natale...
Fughe...
L'emicrania della no...
Ovunque tu sia...
DOLCI MELODIE...
L'ISTINTO...
Bava di lumaca...
Quella ragazza...
Il migliore amico de...
OTTO DICEMBRE di En...
Lupo sdentato...
Ascolta se vuoi....
Ogni fiume segue il ...
Passerà la festa...
Cappuccetto Rosso e ...
La bocca di un crate...
Un angelo senza nome...
Un altro giorno...
Tu vai, io sono qui...
Solamente felicità...
In Do maggiore...
AD ALDO MINIUSSI, CA...
Tornando a casa...
Solitudine...
UN LUPO NON TRO...
e dimenticare...
Imparare dalla sempl...
Ah, l'amour......
O il babbo...?...
L' Ancora Di Salvezz...
La retta via...
L'oscuro contadino (...
Sangue e Jack Daniel...
Calessi...
La pulizia...
Mareggiata...
Tu vali...
Che te credi...
FALLIMENTO...
Il mondo......
MARY E IL LUPO...
Datemi un verso...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

II bronzi di Riace

Una brezza marina
dai profumi Egei,
spinse la vela
insieme agli Dei.
Un carico di anfore e di bruni tesori, barattati
con olio vino ed aromi,
fece rotta in mare per l'ultima volta.
Dopo giorni di calma
piatta e di pace,
una tempesta funesta
affondò la nave nei pressi di Riace.
Il metallo fuso di una lega arcana ,fuse la cera in un era lontana.
Così ,due figure inerti e sporche , fredde e nude emersero vive.
Con tendini e muscoli guizzanti; nelle vene ,
che sembravano vere, traspariva il blu del sangue di Atene.
O nobili guerrieri dalle barbe incolte con lo sguardo fisso sull'orizzonte:
quale mano di uomo
terreno , plasmò la materia per elevarsi divino dall'umana miseria?
Avete combattuto e perso un impari lotta con un elmo in testa e una lancia rotta.
Geloso da sovrumana fattezza,
fu Poseidone con la sua tempesta a metter fine alle vostre gesta.
Da un passato di gloria ai piedistalli odierni,
un dio dell'Olimpo vi
ha reso eterni.


Share |


Poesia scritta il 10/04/2017 - 13:36
Da Italo Giuliano Bonetti
Letta n.190 volte.
Voto:
su 3 votanti


Commenti


Molto bella...una descrizione splendida per i magnifici Bronzi di Riace. Complimenti mi è piaciuta molto.

margherita pisano 10/04/2017 - 22:06

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?