Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

ANGELS...
Il Cilento...
HAIKU N. 2...
Bagliori...
In questa vastità...
L'ultimo ebanista...
Farò la maestra...
A volte le parole so...
Haiku amoroso...
Aquilone...
SILENZIO...
Quello che nascondi ...
Dolce stagione.... (...
Haiku...
Perduta la mia voce...
Rebirth...
Vola dove l'eternità...
DOVE SCORRONO LIEVI ...
Una risposta...
ricordo che......
Il Mio Nome È Uragan...
MIO PADRE PIU' TARDI...
QUEL SETTIMO GRUPPO...
ALL' OMBRA DEGLI UL...
O tempora - Haiku...
Gius, il Testa Mura...
Gleba...
Lo Specchio...
SCRIVO PER TE...
FORUM HAIKU SITO (ve...
SCRIVERE...SCRIVERE....
Canto di libertà...
La calma di un giorn...
l'indagine...
Fragili promesse...
COLOMBIA...
La verità sull'amici...
Ci sono, anche buone...
MI MANCHI...
Il primo amore...
Battito d'ali...
Crediamo che una cos...
Luci e Ombre...
Di quale amore, di q...
Il ponte...
Canterò...
Inettitudine...
È CARNEVALE...
Anche in mezzo alla ...
Launedas...
SFIORO I CAPELLI...
Oltre il fiume...
Umore...
La nebbia e la luce...
Amare...
Nel crogiolo della v...
Buon viaggio fratell...
Tutti in sella !...
Morti inutili....
Il conte e il pappag...
Ci dev'essere vento ...
Peccato originale...
LA MADRE...
Ho visto gli abissi...
f.a.t.a. – il triton...
Neve...
PASSI NELLA NEBBIA...
Fredda e senza lacri...
DARK LADY...
La forza del mio Gig...
Nella boscosa distes...
scegliere l'amore...
AVRO' CURA DI TE...
Sul tuo cuore...
Soldato...
Rose Rosse...
L'oro bianco della v...
Come un angelo......
Amore......
La serenità...
LO SCEGLI TU...
Haiku-mania...
Canzone dei limoni...
Vuoto ricordo...
Morfeo...
IL DUBBIO...
Girandole...
..ti racconto l\'inc...
...in volo...
Rimiro Stelle...
Masai...
Profumo...
Non dormi...
E viene sera...
BUONGIORNO...
PIOVEVA...
Homo sapiens...
f.a.t.a. – materia p...
FREDDO...
TRE HAIKU...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Lo Zufolo

Un suono che lontano m’è nel tempo
Odo vibrare, un dì, in lontananza,
Mi balza alla memoria come lampo
La melodia,da bimbo,a conoscenza.

Lento m’avvio e silenzioso alquanto
Lungo un sentiero ciottoloso e stretto

Donde perviene l’idilliaco canto
Del dolce, conosciuto zufoletto.


Un pastorello appena quindicenne
A ridosso sdraiato d’un folto cespuglio,
all’ombra di frondosa quercia perenne
meglio l’intona di pecoraio veglio.


Per ogni suono che mi dona il vento
energico a volte,altre debolmente
nella mente dei bei ricordi sento
che mi riportano indietro,dolcemente.


Mi sovvengono i momenti del pregresso
giorni contenti, giorni d’abbandono
Scorcio che non capisco il poco né l’eccesso
Ma tutto è solo un pregevole dono.


Rivedo l’innocente fanciullezza
Quando a piedi scalzi,sanguinanti
S’insegue una rozza palla di pezza
e dell’ingenuo gioco,s’è contenti.


M’appare,poi,l’acceso focolare,
la nonna con in grembo la conocchia
che con garbo la lana sta a filare
e che l’avvoltola al fuso con maestria.


Suona, zufolo dolce! non cessare;
Fammi scaldare avanti quel camino,
nel vetusto casolare fammi restare,
non fare ch’io riprenda il mio cammino.


Spandi le note ancor per la campagna,
fammi addormire al suono del tuo canto,
fa che la tua melodia mi sia compagna
e che, al risveglio, trovoti al mio fianco



Share |


Poesia scritta il 16/08/2012 - 00:06
Da nello maruca
Letta n.553 volte.
Voto:
su 2 votanti


Commenti



Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?