Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Mio......
Se...
LUCE CHE MI TOCCA...
Sera...
A Firenze...
Al pianoforte...
Sbrigati ad amare...
Foglia d'autunno...
PRIMAVERA D'AUTUNNO...
Time out...
CANTO D'AMORE...
Questa fu missione d...
C'era una volta la m...
Leggiadre emozioni...
RIME ALLO SPECCHIO...
Adele...
come nasce un fiore...
OTTOBRE INVERNALE ??...
UN DOLORE...
SFUMATURE DI MARY...
Proprio come te...
Il nichilista...
Inutilità...
'Lascia stare la mia...
Mima...
Salvezza...
Più di mille stelle...
Assai infinito...
L'immaginazione cos'...
Ascolta...
Pensieri ancestrali...
Haiku: Ricci...
RICORDI DI UN ALTRA ...
I Grilli duettanti...
Ros Maris - rugiada ...
NUVOLE...
SOLO FUMO...
Verso l'erba d'autun...
Er Bijettaro...
Campanili antichi...
La conoscenza umana ...
Il tempo che passa...
dove nasce il vento...
La mia roccia...
Vampiro errante...
Ferro...
Nella città...
Pensate.....
BACIAMI ANCORA...
GRAZIE MAMMA...
Portami con te...
Rachele...
IL MARE TRA DI NOI...
Sipario sulla notte...
Fame...
A Guido...
A volte capita che n...
UN VIAGGIO CHE NON F...
Accarezzo il mio cuo...
per pudore, per inco...
Le foglie...
I ricordi che ti han...
Marinuzza a muggheri...
Un sano egoismo...
Oh, dolcezza...
BANANE di Enio2 sati...
La mia mamma...
L'insonnia...
Spremute di coraggio...
Sulla cima dell'abis...
Gli eroi di Erice...
La cernia...
E poi tu...
Condannata...
La poesia che non...
il sentiero sul tuo ...
VOLARE...
LONTANANZA...
La Sedia...
Rilancia i dadi...
Mi sentii amato...
Odio e amore...
Le lacrime...
Quannu vegnu o me pa...
NOCTUA PRONUBA...
Una tiepida scia di ...
Se decidi di donarmi...
LE CANZONI...
C'era una volta la m...
DUE NOVEMBRE...
Il tramonto...
Musa...
IL CUORE E L' ...
Parlami ancora!...
Storia di una vita c...
Quegli occhi...
Relax emotivo...
Terra bagnata...
Madreluna...
Nella vita non smarr...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Povuru munnu!

Ci nu' pinzammu a quantu 'nta 'shtu munnu
l'èssiri umanu è ffattu e 'ncora faci,
capemmu ca iddu lu shta mmanna a funnu,
cá ti fa' cosi giushti no' è capaci.


Lu munnu pari ca non è cchiù tunnu,
cá no' nc'è mai durmutu 'nt'la vammaci;
è comu ci shta sempri cu lu cciunnu,
percé so' assai li 'uerri e no' nc'è paci.


A ci t'na vanna, a ci ti l'atra, voli
ddivènta lu patrunu ti la Terra
e lu cchiù tebbli è poi cuddu ca mori.


Povuru munnu nueshtru ca s'ni doli,
percé shta sempri 'nmienzu a tanta 'uerra
e no' canosci la palora "amori"!


Traduzione:
Povero mondo!


Se noi pensassimo a quanto in questo mondo
l'essere umano ha fatto e ancora fa,
capiremmo che lui lo sta mandando a fondo,
ché di far cose giuste non è capace.


Il mondo pare che non sia più rotondo,
ché non ha mai dormito nella bambagia;
è come se stia sempre con il broncio,
perché son assai le guerre e non c'è pace.


Chi da una parte, chi dall'altra, vuole
diventare il padrone della Terra
e il più debole è poi quello che muore.


Povero mondo nostro che se ne duole,
perché sta sempre in mezzo a tanta guerra
e non conosce la parola "amore"!


Sonetto classico in vernacolo sanvitese con
relativa traduzione. Schema: ABAB/ABAB,
CDE/CDE.



Share |


Poesia scritta il 23/05/2015 - 10:59
Da Giuseppe Vita
Letta n.413 volte.
Voto:
su 7 votanti


Commenti


Sonetto encomiabile... per quanto decantato... Lo possiamo recitare con voce altosonante... Il mio elogio e la mia buona domenica...

Rocco Michele LETTINI 23/05/2015 - 19:24

--------------------------------------

Amara costatazione,purtroppo hai proprio ragione Giuseppe.Bella poesia.Ciao

Anna Rossi 23/05/2015 - 17:41

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?