Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Pensieri ancestrali...
Haiku: Ricci...
RICORDI DI UN ALTRA ...
I Grilli duettanti...
Ros Maris - rugiada ...
NUVOLE...
SOLO FUMO...
Verso l'erba d'autun...
Er Bijettaro...
Campanili antichi...
La conoscenza umana ...
Il tempo che passa...
dove nasce il vento...
La mia roccia...
Vampiro errante...
Ferro...
Nella città...
Pensate.....
BACIAMI ANCORA...
GRAZIE MAMMA...
Portami con te...
Rachele...
IL MARE TRA DI NOI...
Sipario sulla notte...
Fame...
A Guido...
A volte capita che n...
UN VIAGGIO CHE NON F...
Accarezzo il mio cuo...
per pudore, per inco...
Le foglie...
I ricordi che ti han...
Marinuzza a muggheri...
Un sano egoismo...
Oh, dolcezza...
BANANE di Enio2 sati...
La mia mamma...
L'insonnia...
Spremute di coraggio...
Sulla cima dell'abis...
Gli eroi di Erice...
La cernia...
E poi tu...
Condannata...
La poesia che non...
il sentiero sul tuo ...
VOLARE...
LONTANANZA...
La Sedia...
Rilancia i dadi...
Mi sentii amato...
Odio e amore...
Le lacrime...
Quannu vegnu o me pa...
NOCTUA PRONUBA...
Una tiepida scia di ...
Se decidi di donarmi...
LE CANZONI...
C'era una volta la m...
DUE NOVEMBRE...
Il tramonto...
Musa...
IL CUORE E L' ...
Parlami ancora!...
Storia di una vita c...
Quegli occhi...
Relax emotivo...
Terra bagnata...
Madreluna...
Nella vita non smarr...
Penzeno pe' noi...
Oro bianco...
Forse ti amo... fors...
Di là della siepe...
Grazie...
Tascapane...
Il borgo incantato...
Occhi verde Amazzoni...
L'anima si spezza so...
Per essere davvero f...
L'incudine...
Nell'ebrezza dell'az...
Nelle sere...
Pirchì scappi?...
Dentro a una parente...
Giulia...
AMOR CHE A NULLO AMA...
Il cantautore...
Spesso nelle risate ...
Terre in moto...
Oasi...
A volte il perdono r...
La mia dolce musa...
Fiammelle Autunnali...
Un mattino d'autunno...
Ch'io possa...
Il borgo...
Le vere gioie...
Non calpestate la po...
Piacere, sono IO....

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Gennaio

Gennaio



Gennaio,sul calendarietto da scrivania,


sciorina le sue monotone settimane ancora immacolate.


Gennaio togli dall'armadio il maglione più pesante, poi la soffice trapunta che ti tiene compagnia.


Com'è è soave la pigrizia...



Quanto sono belli i paesi imbiancati d'Abruzzo,


le porte delle case di Torrebruna sommerse


dalla neve fino in cima.



Apri un po' la finestra per cambiare l'aria stantia


che sa di libri vecchi, di matita appena temperata,


di fumo, di sonno, di polpette messe a intiepidire sul calorifero.




Calato sulle orecchie il berretto di lana esci, accogliendo con piacere l'imparabile rigore del tempo.


Che ad altri, infinitamente meno fortunati di te, porta la sconfitta della morte.



Share |


Poesia scritta il 12/01/2017 - 12:11
Da FEDERICO CARUSO
Letta n.257 volte.
Voto:
su 4 votanti


Commenti


Versi che regalano la magia di gennaio...immacolato, per molti non per tutti, come dici nella chiusa, chi dorme fuori al freddo e al gelo invece...
Molto bella

margherita pisano 12/01/2017 - 23:26

--------------------------------------

Concreti aspetti di un mese tutto da scoprire! Bravo, Federico!

Sir Morris 12/01/2017 - 15:59

--------------------------------------

Una serie di gesti ed abitudini tipici del focolare domestico che l'autore sapientemente descrive con la sua acuta poetica senza dimenticare chi invece ne è privato escluso com'è da questa distratta società.

Francesco Scolaro 12/01/2017 - 15:17

--------------------------------------

E' il mese che mi ha dato i natali e lo hai magistralmente dipinto nei suoi colori più naturali.
Lieto meriggio, Federico.
*****

Rocco Michele LETTINI 12/01/2017 - 14:23

--------------------------------------

l'abruzzo è già bello ho avuto l'onore di visitarlo con la neve deve esser meraviglioso 5*

GIANCARLO LUPO POETA DELL'AMO 12/01/2017 - 13:49

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?