Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

LA FELICITA'...
Ali per volare...
In ogni situazione c...
Crepuscolo....
il mio profumo...
Credi a ciò che pens...
Mera poesia 3....
NEL CANTO DOLCE DELL...
santuario...
Rette parallele...
Giudicando frettolos...
Scelgo i tuoi occhi...
Una vincita prodigio...
L'arbitro...
E viene sera...
L'ora migliore...
Voglio scriverti la ...
Così presente così l...
D’improvviso divento...
L'arbitro di calcio...
Cimitero monumentale...
Monossido di carboni...
Ogni volta che ti gu...
Una sera incantata...
Verso d'amore...
Nel petto un cuore.....
L\'INFAMIA SE RIPETE...
Così Sia...
Il cosmonauta...
Chiamami...
quando mi immergo......
Per me....
Io e te...
IL MONDO CHE VORREI...
USA E GETTA...
HIROSHIMA...
Attesa creativa...
Cieli di sabbia...
a metà del pozzo...
La “Blum”...
Il tuo nome...
La goccia...
Il Cambiamento...
Le guerre...
ANNIVERSARIO di Enio...
Che me succede ?...
Su Charlie Chaplin...
Una prigione invisib...
Vado a dormire...
L'Infinito...
Voglio una vita dive...
Mera poesia 2....
Credere in se stessi...
Maarrakesch...
Sinfonie di Primaver...
OLTRE LO SGUARDO...
PRIMI AMORI...
Gli uomini cedono al...
CHIMICA PROFONDA...
I sogni ci rapiscono...
PRENDITI CURA DI ME...
Acqua passata...
Artista...
La dieta 2...
Il merlo...
QUANDO DORMI...
Gli occhi guardano l...
Mi lascio trasportar...
Sofferenza e amore...
PROIETTILE VAGANTE...
PUNTINI PUNTINI...
Acqua e ricordi...
È nella quiete dello...
Ed è subito sera...
Corruzione nel creat...
Il vuoto...
SIAMO PIRATI...
tic toc...
L'albero della vita...
Non è stata una vera...
La nuova Alba...
Una musa per noi...
Per amore...
Alienazione di un po...
Sciopero a singhiozz...
Notte...
Francesco Papa...
Questa sei te: Sp...
Poesia su Rita Levi ...
Vorrei che il genio ...
MAGIE...
Nel fremito di vita...
Il mondo è fatto di ...
Lo Spettro Del Nostr...
C'ERA UNA VOLTA UN B...
IL SORRISO Il sor...
Un infinito amore...
acqua...
Anche l'inferno ti s...
GOCCE...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

CLXXXI

Inebetito, steso mi fui cheto
per nove dì, che tutto ardea di foco
e membra consumommi poco a poco
e lo pensare al cranio mi fu veto.


Lo cinquettar d’uccello del vigneto
fecemi intraveder dond’ero il loco
e a fiato fioco la mia mamma invoco
chè dal cald’affetto ancor non desueto.


Giovane suora che a mio canto siede,
flebile e dolce voce sì mi dice:
or mamma ch’invochi tosto qui riede


ch’affiancata dalla madre Badessa
siede a cospetto di Signora Contessa
ch’è, dell’ amata tua, generatrice.



Share |


Poesia scritta il 12/02/2013 - 21:43
Da nello maruca
Letta n.455 volte.
Voto:
su 3 votanti


Commenti

Nessun commento è presente



Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?