Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Dolce follia...
Attraverso lo specch...
LA MUSICA DEL CUORE...
guardandoti...
Kaori la rossa...
Ruderi ricordi...
Quando tu......
Buon Natale a tutti,...
LA MIA CANZONE...
Avrai......
A Natale si assapora...
Carne da poesia...
Ancora......
Emozioni...
I RICORDI RESTANO...
Nun so romano...
Mentre le mani...
LUCCIOLE IN TERRA ...
Ancora domani...
superbia...
tempesta dentro...
TEMPESTA DI FINE AUT...
ASPETTANDO IL T...
La farfalla...
...te ne vai, con la...
Io devo proseguire...
FRIZZI E LAZZI...
Sazio d'Amore...
Invincibile...
Sola cosa importante...
Nevica...
La notte mi prende p...
Odissea d'amore...
Verità Incompiuta...
Eppur mi sono scorda...
Istantanee...
Ultima goccia di cer...
CHE FATICA AMARTI...
Tu che più di chiunq...
VENTUNO A RISPETTO D...
BASTA...
il ruolo del poeta...
QUESTO È IL MIO NATA...
Disperso in una nott...
È Natale che...
Un gelido tramonto...
Antonio...
Come è grande...
Fido...
La fioraia...
IO SONO CAMBIATA...
Cielo pirico...
E mi cruccio, a sera...
Un brano al vento...
Io volo...
Rimembranze...
Monologo del Tacchin...
Mia adorata Paky...
Scelgo le perle...
LA POESIA PIÙ BELLA...
Luci di Natale...
Lettera ad un amico...
Se mi ami...
bene e male...
La moje in vacanza (...
Riempimi di te...
Lacrime...
LUCCIOLE IN CIELO ...
milite armato d'amor...
Un solo colpo...
L'amore ricordato...
A Marta...
ultimi pensieri...
NATALE...
Il suo bastone assen...
Inedia...
Il barattolo...
esecrerò l'odio...
SOSPIRO D'AMORE...
IL SOGNO DI UN AMORE...
La sposa triste...
Dialogo di due innam...
LENTI A CONTATTO...
VISO DI LUNA...
AMORE...
Non sei tu(C)...
Danza...
LUPO AFFAMATO...
LA FESTA DEL LUPO...
Vivo......
Il fesso...
Francesco Forgione...
I miei occhi...
Furto di cocaina...
Un Abbraccio...
Fantasia...
Una delle tante...
Giornataccia!!!...
LA VITA TI HA SCELTO...
L'ODIATO LUPO...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Una definizione

La poesia antepone alla mia assenza-in-Esistenza se stessa purgando,dai Relitti (in-)espressi della mia Materia, un divenire inconciliabile con il Divenire.
Incapace di muover-mi (una silloge stroboscopica dei miei pesanti Respiri) Essa (datole riverenze e riconoscenza), un elogio permesso e curato, l'inizio di una soglia, com-penetra congiuntamente e non-in-silenzio l'ambascia terrena rappresentata da un diorama di natura extra-intellettuale: ordine metafisico superno.
I versi di una poetica dell'a-sistema rappresentano con giochi plurisillabici la descrizione corporea della mia esistenza (in-)attuale abbarbicatasi come sovviene alla pluriennale débacle vitale, seppur in sopravvivenza.
Proviene da qualcosa di misterioso e al contempo viscerale non identificabile nell'immediatezza della coscienza; identificabile, sì, con l'apertura verso la medesima di uno spirito aulico ed una antifona.
Quale senso recano? Rappresentano l'ordito di una definizione quanto mai illogica e (paradossalmente?) diafana di un Mondo in dissolvenza-ahimé, cosa ne resterà?-.
Or dunque, se non con le Parole del Santo: Noli foras ire, in teipsum redi, in interiore homine habitat veritas.


Share |


Poesia scritta il 08/05/2017 - 13:37
Da Cristian Iapaolo
Letta n.197 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti


Ci vuole poesia anche a scrivere così, dando un senso percettivamente metafisico al tutto. Complimenti e cari saluti.

Paolo Ciraolo 08/05/2017 - 15:22

--------------------------------------

È concepita come un'introduzione alla mia poesia.

Cristian Iapaolo 08/05/2017 - 14:12

--------------------------------------

QUESTA è UNA SCRITTURA PIU' CHE POESIA

GIANCARLO "LUPO" POETA DELL 08/05/2017 - 13:43

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?