Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

MISTERO...
E' PRIMAVERA...
Il bacio che mi lega...
Madre...
Trova il bambino che...
La danza dell'asetti...
Il principe cercava ...
Il canto del sole na...
Pensieri...
Je suis le monde...
Un Sogno!...
Sei...
Errabondo vagare...
Quando in tv cantava...
Impulso...
Frasi d'amore al ven...
Abisso...
Mai più male...
Profumo di tiglio...
Chiedimi......
Pallida Luna...
LA VOCE DELL'ANIMA...
Dopo una delusione, ...
TU IL MIO AMO...
Stelo e corolla...
E penso al mare...
RISPARMIO D'ENERGIA ...
Mia cara pittrice....
Medusa...
SILENZIO...
I TUOI PENSIERI...
Insensato sogno...
Once more...
IL NOTTURNO...
PARLAMI OH LUNA...
L'anguilla...
Rosso di sera...
L'amore...
Tu aquila dell’unive...
guardando il cielo...
ARMONICHE ASIMMETRIE...
Notte...
Chimera...
Pensieri sparsi su B...
...solo per te...
ULTIMA AURORA...
Castelli evanescenti...
Parole...
Hebron...
La grandezza dell'uo...
Ci sono....
Il Diavolo in conven...
Tu ci amavi...
DOLCE CALORE...
Danny Zuko...
Non so...
Ci ritroveremo...
Sfiga day...
Tepore Haiku...
Rigor...
Sospiro......
la bilancia...
Il profumo della ser...
La libertà è il diam...
Non so se basterà...
L' ISTINTO E LA ...
MA CHE CAVOLO DE MAG...
Senza amore...
Quando la terra era ...
Amore!...
RINUNCIA...
Una volata da qui...
Mentre ti accorgi di...
Lieta aspettativa al...
Frammenti di vita...
Raggiungere la meta,...
LA SERA...
Un fiore spinato...
Nel mondo ci sono du...
Cielo Liquido...
La ragazza sconosciu...
La Seta...
Quando saprò...
VESTIRSI DI NUOVO...
La fretta o la neces...
Credere che sia per ...
IL MONDO INTORNO...
Pensa...
La ballata del poeta...
DESERTO...
Un pò d'autunno,non ...
Tumulto...
15° D' ITALIA...
Promesse di primaver...
La tua voce...
Curioso...
Un'alba diversa...
Paky...
UNA NUOVA PRIM...
ALA CICORIA di Enio ...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Il giusto

È cosa da millenni
il fare norme e leggi,
acché giustizia echeggi
in questo mondo ognor.


Ognuno ha il dovere
d'agir com'è di norma,
poiché la legge informa
ch'essa è per tutti ugual.


Dal misero al più ricco
dovremo tutti fare
quello che giusto pare
senza portar rancor.


A me non pare giusto
che il povero sia uguale
a chi più di lui vale
in posse ed in danar.


Perciò la legge umana
conviene solo ai forti
e i deboli son morti
se questo è giusto far.


Giusto non appar niente
se non quello che piace,
ché l'uomo è incapace
conoscerne il valor.



Share |


Poesia scritta il 12/09/2014 - 16:16
Da Giuseppe Vita
Letta n.574 volte.
Voto:
su 6 votanti


Commenti


Un tema sociale, di non facile dissertazione poetica, trattato con garbo e quel talento che ti riconosco.
Complimenti e ciao!
Aurelio

Aurelio Zucchi 13/09/2014 - 18:04

--------------------------------------

Condivido pienamente il commento di Linguanti.
Mi piace molto leggerti, perchè tutte le tue poesie hanno dei contenuti interessanti.Oltre a questo sei anche sei bravo!!!
Alla prossima Giuseppe!!

Paola Collura 13/09/2014 - 17:03

--------------------------------------

Molto bella, profonda, tristemente vera.
Sempre preciso ed attento, Giuseppe, nei tuoi componimenti.
Molto apprezzata.
Un caro saluto,
Marina

Marina Assanti 13/09/2014 - 12:44

--------------------------------------

...la legge umana conviene solo ai forti...parole sante. Complimenti.

Ugo Mastrogiovanni 13/09/2014 - 12:00

--------------------------------------

Complimenti GIUSEPPE il potere purtroppo logora solo chi non ce l'ha,noi stiamo a guardare meno male che possiamo almeno protestare,almeno possiamo ancora sentirci vivi

genoveffa 2 frau 12/09/2014 - 22:37

--------------------------------------

bella giuseppe ...versi molto belli che portano a riflessione molto apprezzata

Carla Composto 12/09/2014 - 21:40

--------------------------------------

QUARTINE REALI CHE CHIEDONO MUTAMENTI E PRESTO... SE NON SI VUOL ESSERE TRAVOLTI BRUSCAMENTE... UN INTENSO FORGIATO... IL MIO ELOGIO GIUSEPPE

Rocco Michele LETTINI 12/09/2014 - 21:32

--------------------------------------

La legge è fatta da chi comanda, di volta in volta. E chi comanda è sempre il più forte economicamente, che si serve anche di gente prezzolata, meno forte. Ergo, la legge vale solo per chi comanda e per chi ha i soldi e varia a seconda del tipo di società.
Hai saputo dire poeticamente, qualcosa che di poesia ha poco e più di falsità e ingiustizia. Bravissimo Giuseppe!

Salvatore Linguanti 12/09/2014 - 21:08

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?