Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Ti guardo... Ti sent...
L’aforisma è… L’a...
Papaveri...
Mare nero...
...negli aranci dei ...
MUORI...
Io sono...
OGGI...
Il buon pirata ...
il sistema e la norm...
Genesi...
A Leopardi ( Parte 1...
giocosi attimi...
Notte sui Lungarni...
HAIKU N.20...
La giostra Felicità...
Salpare verso le ste...
È tardi...
Felicità...
Tovaglioli...
L'ornitolo...
UNA VOLTA E' S...
La maledizione dell’...
Di bianchi...
ACCOMPAGNAMI ALLA VI...
Sole di nebbia...
'O Puvuriello - Il p...
Invidia...
In pace con se stess...
Analisi del mio scet...
Volare...o forse no!...
Chi sei......
Canto di lei che ven...
La lucciola...
La mia storia- OTTOB...
Le Odle...
ODE AL MIO SORRISO...
Loro non c'entrano...
Il sole è amore...
SOLCHI PROFONDI SULL...
Vacanze virtuali...
A mia moglie...
Una storia d'amore...
Aspettando l'amore...
Sogni e Incubi...
Ci siete...
Il tempo...
HAIKU N.18...
La vita in un attimo...
LEGAMI...
La domenica...
IL SOGNO DI DOM...
Lettera dal carcere...
Parvenze teatrali...
CATERINA...
Il ciottolo e la nuv...
Il figlio del male...
Dentro...
addio veramente a...
Il bacio del mattino...
A MALI ESTREMI...
ISTANTI...
Macedonia Onirica...
L'UMANO...
Ricordando te...
Vivi e comportati co...
SONO STELLA...
Marea...
È felicità...
Illusione...
NON RUBARE I MIEI CO...
Tu sei la mia luce...
La felicità esiste d...
GIOVANNA O GIULIANA ...
Illusioni e sentimen...
Così felici...
Lacrima...
Il Niente...
Alla foce d'un rivol...
Ali...
Quando al fulmine no...
RIFLESSIONE CON LA R...
'... un pò di follia...
Ti Donerò Dei Fiori....
L’ultimo atto...
Un COLPO al CUORE...
LA FELICITÀ È...
Il volo senza fiato...
SGUARDI NEL NULLA...
La preghiera di un a...
Il paradosso di Zeno...
la felicità? due big...
Burka...
IL CORAGGIO DI ...
Fantastica follia...
Semplici sensazioni...
Il vento scompiglia ...
Felicità...
Martina si sposa...
Fragile Impercettibi...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

È mmegghiu lu tialettu

Ci nu' vulì' scrivimu 'na puisìa
oppuru, 'ncora megghiu, 'nu sunettu,
hamà ssapì' qual è la giushta via
pi putì' sprimi' megghiu lu cuncettu.


Ca lu 'taglianu no' è 'na fissarìa
nu' tutti lu sapimu cu rispettu,
però n'l'hamà 'mparari a avimaria
in motu cu putimu avì' cchiù effettu.


Surtantu lu tialettu nu' sapimu
parlari buenu e in motu tant'umanu,
perc'èti t'lu päìsi ddo' vivimu.


È mmegghiu lu tialettu t'lu 'taglianu,
cá prima lu parlamu e poi scrivimu
senza tinì' vucabbulari 'n manu.


Traduzione:
È meglio il dialetto


Se noi vogliamo scriver una poesia
oppure, ancora meglio, un sonetto,
dobbiam saper qual è la giusta via
per poter esprimer meglio il concetto.


Che l'italiano non è una fesseria
noi tutti lo sappiamo con rispetto,
però dobbiam impararlo a avemaria
in modo da poter aver più effetto.


Soltanto il dialetto noi sappiamo
parlare bene e in modo tant'umano
perché è del paese dove viviamo.


È meglio il dialetto dell'italiano,
ché prima lo parliamo e poi scriviamo
senza tener vocabolari in mano.


Sonetto classico in vernacolo sanvitese
con relativa traduzione. Schema: ABAB/ABAB,
CDC/DCD.



Share |


Poesia scritta il 31/07/2015 - 11:44
Da Giuseppe Vita
Letta n.506 volte.
Voto:
su 7 votanti


Commenti


Il dialetto è la nostra carta d'identità d'origine...
Da lì tutto il mostro essere. Eccezionali sonetti.

Rocco Michele LETTINI 31/07/2015 - 15:44

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?