Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

IO E TE...
La disillusione è co...
UN SALTO NEL ...
e quell\'uomo lonta...
L'hai mai visto il m...
Solitudine...
Un ponte per la vita...
In me...
Resto a guardare...
Pensieri...
Sere d'estate...
QUEL FILO SOTTILE DE...
Per Eraclito gli opp...
Funerale di Stato...
In omaggio alle vitt...
Tratto Dionisiaco...
Mi sei entrato sotto...
Scriverei il mio dia...
Madre terra...
MORIRE AD AGOSTO...
Quell'arancia...
Giardini giapponesi...
MASTURBAZIONE MENTAL...
Catena senza chiave...
La festa...
AMICI VERI...
il prodigio...
TEMA: UN AMORE SUL W...
Una carezza al cuore...
La più grande ricche...
Un amore virtuale di...
Prendimi l'anima...
ACCADE...
I Poeti non guardano...
Molte persone posseg...
I peggior cattivi so...
SEMPRE MIA...
Alba...
Canzone maldestra...
La Dea che canta...
chiedetelo a Siri...
Il Pirata...
Davanti al mare......
MURO ANTICO...
Vietnam anni sessant...
Orca Assassina...
Brecciame...
Sognare o arrendersi...
Errore umano...
Se mi guardi e non p...
BOSCO...
Segni indifferenti...
QUANDO TI ABBRACCIO...
ricordare...
L'amore e l'amicizia...
Ho un sogno da realu...
l'antica porta...
L’Amore che vorrei...
Infinito...
Capitano, dove sei?....
Gioca a scacchi cont...
Luci d'Estate...
..e tirarlo a forza...
L’orticello del conv...
Cicala...
Che roba !...
Poesia è una pagina ...
Eclissi di luna...
Tempesta...
QUANDO ARRIVERÀ IL M...
Eppur m'è caro...
Riflessioni in bilic...
Lidia...
Per i bambini è faci...
La voce del vento...
Da questa battima...
Notti d'agosto...
Starseed...
Ormai come ogni nott...
La vecchierella...
Il paese fantasma...
La guerra tra animi...
Soffice balzo...
La mia vita...
Sul tetto del mondo...
La Quercia...
Ti tengo nel cuore...
Non esiste vita che ...
Donna...
L'ultimo esame...
Ti porterò con me...
Ho comprato una lett...
Lira di Dio...
La dama...
Mattino...
Visioni d'Estate 201...
I miei castelli......
mi piace stare qui...
Inadatto...
RICORDI...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Al cacciatore

Tu che conosci i boschi tinti di rosso,
con le sue fragili ossa stese al suolo
e la sua linfa che lenta scorre via,
lontana dal ricordo dell’estate,
che coi suoi raggi non lo bacia più;


Tu che osservi in silenzio il suo mutare
al vento umido che spira d’oltralpe,
i rami spossati liberi ancora
dopo mesi passati dolcemente
a vegliare i suoi compagni di splendore:


Sono trascorsi i caldi mesi lieti
in cui gli scoiattoli giocavano
sui tronchi gonfi di vita e speranza,
discreti garanti di un amor bambino
che l’inverno grigio poi seppellirà.


Resta immobile ascoltando il pulsare
di un mondo che imbrunendo si assopisce;
calmo carica il fedele fucile,
mescolando il tuo respiro alla nebbia
e pietoso incontra il suo sguardo mite.


Giunge l’inverno in quel bosco straniero
che tutto sembra aver dimenticato,
anche le tracce giacciono segrete,
là, dove l’ultimo affanno s’è perso,
cieco, nell’ombra fatua al calar del sole.



Share |


Poesia scritta il 08/01/2013 - 16:33
Da Donna Pola
Letta n.629 volte.
Voto:
su 3 votanti


Commenti


questa poesia oltre che a sentirla si riesce a vederla.Molto bella.

Claretta Frau 09/01/2013 - 17:32

--------------------------------------

Ho letto più volte questa tua poesia alquanto originale che assomiglia ad un timido dipinto...
Mi è piaciuta.

Daniela Cavazzi 09/01/2013 - 17:08

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?