Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Sogni notturni...
Polvere...
La disputa...
POETA...
Gocce di solidarietà...
Piccoli segreti...
Alberi...
NON FIGLI MA NIPOTI...
La tela...
Sulle ali del silenz...
26 ottobre...
A soli due passi da ...
RICORDO...
La clessidra...
La gioia di vivere...
Un conforto cultural...
VITA...
Triste speranza...
Anima rinata...
La carta vincente...
L'alba sui Colli...
HALLOWEEN SONO IO...
OMBRE DI QUEST...
Danni collaterali...
Attesa...
Alzheimer...
Disincanto...
Boote...
UN NUOVO GIORNO NASC...
Le tre Madri!...
Nuvole e luce nella ...
Io manigoldo...
Però quant\'è vago i...
Oblio di ottobre...
CALA LA SERA...
Elucubrazione n. 1...
LUCI DELLA SERA...
Ci restammo dentro...
Ultima danza...
Concatenazione delle...
Terra muta...
Notte ad Est...
Terren senza via...
RIECCOCI...
Alcune persone prove...
Questione di forza...
Il silenzio...
Le persone buone...
Il principe e i suoi...
Sant’Ilario...
Il rumore della pio...
DONNE SALVEZZA ...
Bello stile...
Fa' che la tua vita ...
PERDITA...
Madre mia!...
Un ombrello chiuso...
solo...
Resta con me...
Deserto il tuo guanc...
Ammennicoli...
11:51...
Senza l'entusiasmo n...
Nessuno cercherà mai...
Che solfa...!...
Già mi manchi...
Camminando sulla bat...
Oggi come allora...
Schiudi...
A colloquio con Sten...
Perdono...
AL CHIARO DI LUNA...
Segmento...
IL MONDO CHE CROLLA...
è tornato alla terra...
Vissi d' amore...
IL TEMPO NON SEMPRE ...
Credo...
Un amore ingenuo...
MAGIA DELL' AMORE...
Tempo...
CULLA MARINA...
Due forme...
Simbiosi...
Ritratti o delle cos...
Un poco prima...
Il falco e l'usignol...
Luci e bagliori...
Le granite della zia...
Haiku n 10 a...
Petali...
Tempesta...
AUTUNNO...
La ballata della Buc...
Per te dalle mani bu...
Haiku 6...
In compagnia di due ...
Potessi io......
HAIKU H...
Langhe e Roero...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com

CEDAT ODIUM AMORI

L'odio soccomba all'amore.


Come può l'uomo desiar la pace,
se del prossimo suo è uccel rapace.
Come può l'improbo diventare probo,
se ovunque si gira trova il morbo
e il puzzo di tanti delinquenti,
che con idee sovversive e prepotenti
manderanno al macello tutti quanti,
noncuranti di Dio, nonchè dei santi.
Quante basi missilistiche ci sono!
Quanto denaro l'uomo butta al vento!
Sembra proprio non sentir tormento,
anzi la felicità di sì gran dono,
che la scienza oggi mette in mano
al bruto detentor e di vil talento,
che in un momento di pensiero insano
non avrà tregua per il pentimento.
Microbo sei tu in questo mondo,
pur detenendo un assurdo primato
di potenza, eretto solo sul terrore,
sul timore e mai sull'amore
mutuo e leale del prossimo prostrato
al tuo volere inutile ed immondo.
Il denaro, che serve per la morte,
potrebbe alleviare molte pene,
potrebbe tanto migliorar la sorte
dell'uomo, che per fame sviene.
Hai la pancia piena, uomo stolto,
e, non potendo più digerire molto,
anche il tuo pensier diviene fosco,
da farti diventar sempre più losco.
Libera da pensier funesti la tua mente,
non seminare più terrore in questo mondo,
poichè si è già toccato il fondo
dell'odio e dell'orrore, suo cliente.
Ascolta, o uomo, ciò che io ti dico,
anche se il verbo può sembrarti antico:
se vuoi che in terra regni sempre pace,
butta l'odio e l'orgoglio nella brace.


Gino Ragusa Di Romano
Dal mio libro "Miele e fiele" Ursini Editore - Catanzaro 1993"



Share |


Poesia scritta il 23/05/2013 - 12:05
Da Gino Ragusa Di Romano
Letta n.726 volte.
Voto:
su 16 votanti


Commenti

Nessun commento è presente



Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?