Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Papaveri e papere...
Vietato giocare al p...
Diletto Antico Desti...
SETTEMBRE...
La falsità presuppon...
Un'altra primavera...
AIUTAMI A CREDER...
L\'invisibile...
I tempi belli...
IL CERCHIO DELLA VIT...
Sera...
Sono la vittima (non...
Il cinico, l'infame,...
Ultimi saldi...
La poesia evoca o sc...
Evocando te (Concors...
IDEALI...
LA PORTA...
Diario di bordo...
Lacrime...
La campana di vetro ...
Quando...
GLI AMICI DELL\'ESTA...
Fior di luna...
Resta...
SOGNANDO TE...
HAIKU 38...
Avanzi di poesia...
Da mane a sera...
7...
Mille lune ( concors...
Sogno d'amore...
In un fumetto di Cla...
Big Gym...
Chirp, chomp e chok...
Una favola antica...
SPOSA IN FUGA...
Francesca Manzella...
Tra uno strappo e un...
Io ti canto...
Giaccio...
Vado sfogliando...
Dove sei andata ?...
Elisei...
Il testa di caxxo...
Un piccolo pianto...
Alla mia meraviglia...
Umanità fallita...
PETRA...
Anima solitaria...
Poteva essere...
Scale verso il nulla...
Nonostante il freddo...
RICORDANDO L' AMOR...
Come fogli di carta...
Ritrovarsi...
PLACIDO...
L'ombra (lipogramma...
Non conosce falsità ...
Stampata sugli euri...
Carcerieri di noi st...
Pippo il Polpo...
Sprazzi Vitali...
Nuvole bianche...
CON STILE...
Ideare e progettare ...
Brividi assalgono...
Dove osano le oche o...
QUANDO SCRIVO...
Orologio...
Anche se (100 parole...
Proverbio indù (100 ...
Câblé n.5...
Luce e penombra...
Il meteorite gigante...
La solitudine bisogn...
mila pezzi...
Autunno Asseminese. ...
HAIKU 37...
È ancora primavera...
Il Dolore...
E tra I flutti una s...
L' AMORE HA CONOS...
Ti scrivo (100 parol...
VIVERE IL PAESE...
Velatura...
Fascio...
Non temere l’insicur...
Moto Zen (1)...
La tomba di Renzo eL...
Guadando il fiume...
Ciò che rimane ( con...
melograno...
Anima....
Masai...
Inquietudini...
L'autocontrollo è un...
Attesa...
Attimi (concorso poe...
Essere...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com

QUEGLI ABBRACCI CHE NON CHIEDI

C'è una voce interiore,
che mi parla dei tuoi bisogni.
Non ho necessità
di umane parole.
Ecco perché
quegli abbracci che non chiedi,
per insensato pudore,
da me li avrai lo stesso, quotidianamente.


Cosa ti arriverà non so.
Ma le mie braccia,
stanche non saranno mai, per te.
Di stringere cosa?
Forse un sogno d'amore.
Forse un fantasma d'amore.
Forse un ideale d'amore.
Ma poco importa...
Quando alla guida vi è il cuore,
ogni ragione è valida.
E persino l'aria
diventa solida.



Share |


Poesia scritta il 18/11/2022 - 09:27
Da Fabrizio Coccia
Letta n.267 volte.
Voto:
su 2 votanti


Commenti


Piaciuta e apprezzata.

Maria Luisa Bandiera 19/11/2022 - 07:50

--------------------------------------

Molto bella davvero!!

Anna Cenni 18/11/2022 - 19:55

--------------------------------------

Bellissima

Mary L 18/11/2022 - 19:34

--------------------------------------

La chiusa è eccezionale, bella poesia, intensa e pregna di sentimento.

Caterina Alagna 18/11/2022 - 14:57

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?