Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Dolce follia...
Attraverso lo specch...
LA MUSICA DEL CUORE...
guardandoti...
Kaori la rossa...
Ruderi ricordi...
Quando tu......
Buon Natale a tutti,...
LA MIA CANZONE...
Avrai......
A Natale si assapora...
Carne da poesia...
Ancora......
Emozioni...
I RICORDI RESTANO...
Nun so romano...
Mentre le mani...
LUCCIOLE IN TERRA ...
Ancora domani...
superbia...
tempesta dentro...
TEMPESTA DI FINE AUT...
ASPETTANDO IL T...
La farfalla...
...te ne vai, con la...
Io devo proseguire...
FRIZZI E LAZZI...
Sazio d'Amore...
Invincibile...
Sola cosa importante...
Nevica...
La notte mi prende p...
Odissea d'amore...
Verità Incompiuta...
Eppur mi sono scorda...
Istantanee...
Ultima goccia di cer...
CHE FATICA AMARTI...
Tu che più di chiunq...
VENTUNO A RISPETTO D...
BASTA...
il ruolo del poeta...
QUESTO È IL MIO NATA...
Disperso in una nott...
È Natale che...
Un gelido tramonto...
Antonio...
Come è grande...
Fido...
La fioraia...
IO SONO CAMBIATA...
Cielo pirico...
E mi cruccio, a sera...
Un brano al vento...
Io volo...
Rimembranze...
Monologo del Tacchin...
Mia adorata Paky...
Scelgo le perle...
LA POESIA PIÙ BELLA...
Luci di Natale...
Lettera ad un amico...
Se mi ami...
bene e male...
La moje in vacanza (...
Riempimi di te...
Lacrime...
LUCCIOLE IN CIELO ...
milite armato d'amor...
Un solo colpo...
L'amore ricordato...
A Marta...
ultimi pensieri...
NATALE...
Il suo bastone assen...
Inedia...
Il barattolo...
esecrerò l'odio...
SOSPIRO D'AMORE...
IL SOGNO DI UN AMORE...
La sposa triste...
Dialogo di due innam...
LENTI A CONTATTO...
VISO DI LUNA...
AMORE...
Non sei tu(C)...
Danza...
LUPO AFFAMATO...
LA FESTA DEL LUPO...
Vivo......
Il fesso...
Francesco Forgione...
I miei occhi...
Furto di cocaina...
Un Abbraccio...
Fantasia...
Una delle tante...
Giornataccia!!!...
LA VITA TI HA SCELTO...
L'ODIATO LUPO...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

AUSCHWITZ un giorno a ricordare

Una moltitudine di genti sulla spianata,
presente l’universo di Fede parente.
Una musica rende coscienza alle menti.


Un pantofolaio cristiano in poltrona
lontano
portato a levarsi e sostare in ascolto.
Piange
come può? Non conosce l’Ebreo.


Ognuno si alza, ognuno la vive in
silenzio, nel pianto, in preghiera
nel canto di Ebrei sentito Cristiano
ad Auschwitz quel giorno, vissuto
in memoria di un mondo di assenti
a domandarci ancora senza pudore:
-Davvero guardavo senza vederti?-


“Era necessario -quei giorni- per
stringerci attorno un giorno? ”
Di questo,
Signore ti prego non togliermi il velo.



Share |


Poesia scritta il 26/01/2015 - 15:09
Da giampietro corvi c.
Letta n.395 volte.
Voto:
su 4 votanti


Commenti


Troppo bella...ho scritto anch'io su AUSCHWITZ... il mio è un racconto: Un incubo in rosa...storia di un bimbo ebreo passato per il forno crematorio...sono molto sensibile all'argomento. Bravissimo giampietro...eccellente. ciaociao

. Focus 16/02/2015 - 19:53

--------------------------------------

Giorno indimenticabile come gli orrori che tanti hanno finto di non vedere,bravo

genoveffa 2 frau 26/01/2015 - 20:07

--------------------------------------

Il giorno della memoria e per l'appunto un momento incancellabile per tutte le coscienze umane, le altre non lo sono.

Paolo Ciraolo 26/01/2015 - 19:46

--------------------------------------

"Davvero guardavo senza vederti?"
Purtroppo il silenzio è complice in ogni cosa, e il tempo non basta a lavare l'onta. Ogni epoca ha le sue omertà. Piaciuta molto.

Alessandro Sivieri 26/01/2015 - 19:39

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?