Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Eppur mi sono scorda...
Istantanee...
Ultima goccia di cer...
CHE FATICA AMARTI...
Tu che più di chiunq...
VENTUNO A RISPETTO D...
BASTA...
il ruolo del poeta...
QUESTO È IL MIO NATA...
Disperso in una nott...
È Natale che...
Un gelido tramonto...
Antonio...
Come è grande...
Fido...
La fioraia...
IO SONO CAMBIATA...
Cielo pirico...
E mi cruccio, a sera...
Un brano al vento...
Io volo...
Rimembranze...
Monologo del Tacchin...
Mia adorata Paky...
Scelgo le perle...
LA POESIA PIÙ BELLA...
Luci di Natale...
Lettera ad un amico...
Se mi ami...
bene e male...
La moje in vacanza (...
Riempimi di te...
Lacrime...
LUCCIOLE IN CIELO ...
milite armato d'amor...
Un solo colpo...
L'amore ricordato...
A Marta...
ultimi pensieri...
NATALE...
Il suo bastone assen...
Inedia...
Il barattolo...
esecrerò l'odio...
SOSPIRO D'AMORE...
IL SOGNO DI UN AMORE...
La sposa triste...
Dialogo di due innam...
LENTI A CONTATTO...
VISO DI LUNA...
AMORE...
Non sei tu(C)...
Danza...
LUPO AFFAMATO...
LA FESTA DEL LUPO...
Vivo......
Il fesso...
Francesco Forgione...
I miei occhi...
Furto di cocaina...
Un Abbraccio...
Fantasia...
Una delle tante...
Giornataccia!!!...
LA VITA TI HA SCELTO...
L'ODIATO LUPO...
Natale 2017...
Questo può diventare...
Non sprecare il tuo ...
Nuvole 2...
L'altra metà del cie...
E quando le creature...
Vorrei ma non posso...
Come arriva natale...
Fughe...
L'emicrania della no...
Ovunque tu sia...
DOLCI MELODIE...
L'ISTINTO...
Bava di lumaca...
Quella ragazza...
Il migliore amico de...
OTTO DICEMBRE di En...
Lupo sdentato...
Ascolta se vuoi....
Ogni fiume segue il ...
Passerà la festa...
Cappuccetto Rosso e ...
La bocca di un crate...
Un angelo senza nome...
Un altro giorno...
Tu vai, io sono qui...
Solamente felicità...
In Do maggiore...
AD ALDO MINIUSSI, CA...
Tornando a casa...
Solitudine...
UN LUPO NON TRO...
e dimenticare...
Imparare dalla sempl...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

LA BELLA E LA BESTIA

Principe ero, vanesio e bello,
poco del mondo mi importava
poichè tutto il mondo miei eguali non aveva.
Una vecchietta un giorno bussò alla mia porta,
ma il mio grand' ego non volle aiutarla
così mi ritrovai da un giorno all'altro
ad essere una bestia mal ridotta.
Le gote rosa più non avevo
ed alla vista mia la gente urlava
un solo modo c'era per ritornar ciò che io ero;
Una fanciulla potea così salvarmi:
ella avrebbe dovuto darmi
in dono nient'altro che il suo cuore.
L'amore suo io necessitavo
ma le mie sembianze non erano d'aiuto,
così rapì una povera fanciulla,
ma il mio cuor di pietra solo l'allontanava,
il cuore suo di certo non conosceva anima bruta,
tanto gentil d'animo ella era.
Fu così che un lento cambiamento in me avvenne
mi parse di sentir crescere il cuore,
forse fu proprio questo ciò che avvenne
perchè di notte mi venne a trovar l'amore.
La bestia di bontà or si nutriva
e di sicur più nobil era ora,
finchè la fanciulla ormai schiava
di un amor che sovrumani parole regalava,
baciò la bestia con tutto il suo amore
e le catene dell'incantesimo ruppe dal suo cuore.


Share |


Poesia scritta il 01/02/2015 - 17:28
Da eva kant
Letta n.550 volte.
Voto:
su 5 votanti


Commenti


Una bella favola ricca d'amore generoso: l'UNICA salvezza del mondo!
Vera

Vera Lezzi 02/02/2015 - 10:47

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?