Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Giorni di paura...
Ho ucciso il mio Cuo...
DUBBI...
L'obeso...
ho visto Te...
la fine...
Il tuo amore per me...
Il Silenzio...
OSSERVARE ANCORA...
Ho perso il cielo st...
non camminare davant...
Il salvadanaio...
NIPOTI...
PER IL SITO...
Scivolano le ombre...
I PROBLEMI DEL ...
AUTOMA...
Dedicato da te a me...
Su questa mia terra...
Ti sento...
Er patto cor demogno...
La grotta nell’autob...
dal giorno alla nott...
LA POLLIVENDOLA...
Autunno per un amico...
Trapasso...
Mi hai detto... ( Po...
Le mille cose che no...
FIGLIO MIO...
Azzurro...
Il mare verde...
L'allegra triestina...
Spero...
Angeli...
la rifrazione illuso...
Dille ch'io la amo...
Scarmigliata...
A te...
Io e la vita...
Il mio amore non c'è...
ER POVETA E L'UCELLI...
Monotonia uccide poe...
Pensando...un addio!...
La vita è una meravi...
Come rami di uno ste...
TOMBINO...
Foglie morte...
Avida la mia bocca!...
Il farmacista...
rimembranze...
PASSEGGIATA SOLITARI...
volo d'autunno...
Infinita voglia di v...
Seppe poi sola andar...
Una richiesta vana...
Pensieri invadenti...
L'Astronomia del Fut...
Potrei darti...
Quel vino rosso ross...
Possa la preghiera s...
Le cose fatte con pa...
Mia nonna diceva che...
Bluff...
Mentre guardo la Lun...
L'UOMO COL CANNOCCHI...
Possedere le chiavi ...
SIAMO PICCOLE D...
Freddo apparente...
La prima volta...
Un ossimoro è la met...
E tu, vigliacca ment...
Salvarsi...
Foglie aperte...
FAMMI RICORDARE...
Ho visto avide bocch...
RICORDARE E' VIVERE...
Riflesso d\'Argento...
In Questo Confuso An...
Il MIO NOME È LiBERT...
Canzone per un'amica...
Tutti siamo stati ba...
La stagione dell'amo...
Canto del vento sull...
Mio Padre...
Senza tempo...
Il silenzio della ne...
Un altro whiskey...
NE UCCIDE PIU LA LIN...
La montagna...
SERA D'OTTOBRE...
Roma...
Il nonno...
Can'e gatto...
Tutto passa...
Game over...
Scrittura come cura...
DOLCI CAREZZE...
Occhi...
LEGGEREZZA...
TRA LUCE // E // OS...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Mio faro

Non sento la mancanza
della compagnia di una donna.
Mi manchi tu,
e manca tutto.
Non soffro la solitudine,
la tua assenza l'ho percepita
anche in una piazza gremita e festante.
Quando avevo bisogno
di sentirmi sollevato,.
e cercavo un aiuto
nella filosofia e nella spiritualità,
ho incontrato te:
la più semplice e dolce forma di conforto
che un essere umano possa auspicare.
Tra le tante rinunce
che devo sopportare,
tu sei sicuramente quella più pesante,
perché dopo avere individuato un faro,
essere costretti
a guardare in ogni altra direzione
trovandosi nuovamente in faccia le tenebre,
può provocare una sensazione desolante.
Fa male doverti accostare
all'espressione Mai più,
ma ancor peggio è riordare
che sei una creatura appartenente
non al mondo delle rarità,
ma a quello dell'unicità.
Vorrei ritrovare,
o possedere in parte,
le tue mille qualità.
Spesso vorrei pensare ed agire come te.
Non vorrei mai - però -
essere te;
perché tra i tanti pregi che possiedi,
si nasconde un piccolo svantaggio:
sei costretta a perderti
il grande spettacolo che appare agli occhi
di chi ti osserva da fuori.


Share |


Poesia scritta il 06/02/2015 - 00:36
Da Stefano Beccacece
Letta n.334 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti


Caro Stefano il tuo amore è immenso, non ha davvero confini!
Ciao Elisa

elisa longhi 06/02/2015 - 19:22

--------------------------------------

Bella nella descrizione con una chiusa fantastica. Ognuno deve essere se stesso. CIAO

Romualdo Guida 06/02/2015 - 11:03

--------------------------------------

La chiusa è spettacolare. Ciaooo

Fabio Garbellini 06/02/2015 - 09:30

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?