Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

BACIAMI ANCORA...
GRAZIE MAMMA...
Portami con te...
Rachele...
IL MARE TRA DI NOI...
Sipario sulla notte...
Fame...
A Guido...
A volte capita che n...
UN VIAGGIO CHE NON F...
Accarezzo il mio cuo...
per pudore, per inco...
Le foglie...
I ricordi che ti han...
Marinuzza a muggheri...
Un sano egoismo...
Oh, dolcezza...
BANANE di Enio2 sati...
La mia mamma...
L'insonnia...
Spremute di coraggio...
Sulla cima dell'abis...
Gli eroi di Erice...
La cernia...
E poi tu...
Condannata...
La poesia che non...
il sentiero sul tuo ...
VOLARE...
LONTANANZA...
La Sedia...
Mi sentii amato...
Odio e amore...
Le lacrime...
Quannu vegnu o me pa...
NOCTUA PRONUBA...
Una tiepida scia di ...
Se decidi di donarmi...
LE CANZONI...
C'era una volta la m...
DUE NOVEMBRE...
Il tramonto...
Musa...
IL CUORE E L' ...
Parlami ancora!...
Storia di una vita c...
Quegli occhi...
Relax emotivo...
Terra bagnata...
Madreluna...
Nella vita non smarr...
Penzeno pe' noi...
Oro bianco...
Forse ti amo... fors...
Di là della siepe...
Grazie...
Tascapane...
Il borgo incantato...
Occhi verde Amazzoni...
L'anima si spezza so...
Per essere davvero f...
L'incudine...
Nell'ebrezza dell'az...
Nelle sere...
Pirchì scappi?...
Dentro a una parente...
Giulia...
AMOR CHE A NULLO AMA...
Il cantautore...
Spesso nelle risate ...
Terre in moto...
Oasi...
A volte il perdono r...
La mia dolce musa...
Fiammelle Autunnali...
Un mattino d'autunno...
Ch'io possa...
Il borgo...
Le vere gioie...
Non calpestate la po...
Piacere, sono IO....
RIMEDI PER CHI RU...
SOSPIRO...
Chissà se Chiara Dor...
DOLCE TRISTE AT...
baciata dalla luna...
Quel che rimane...
Ode a Trieste....
Ebbrezza marina...
Prime impressioni...
La luce negata...
Poche Luci...
Gelato a due gusti...
Alba...
RIFLESSO DI SGUARDO...
IL PRESENTE...
LE CAVERNE DEL CUORE...
Il dolore è come un ...
Campi di anime, per ...
Grigio di nebbia...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Il povero

Abbacinato a uno spiraglio fioco
di vita striminzita,
fra gli stenti
raccatta miseria e sporcizia,
racimolate briciole di scarto.


Il povero coglie a fatica
come un uccellino affamato,
strisciando sulle strade del bisogno
implora disperato
amore non ricambiato.


Elemosina disprezzo
perché immondo
è quell'essere sporco
neppure degno del rispetto:
irriverente sguardo passa oltre
il muro dell'indifferenza
tra opposte e inconciliabili esistenze
che all'estremo bivio si dividono
incrociano sorti parallele
non per scelta
ma per volontà del cieco destino.


Lo chiamano barbone
per il puzzo di cane insopportabile
assimilato a un animale randagio
che vagabonda qua e là senza meta.
Così randagia è l'anima
un poco si arrangia in cerca di fortuna,
viaggia sbandata da una panchina a un'altra
stringendo a sè una bottiglia vuota
in cui riversare i propri mali
che per disgrazia son piombati.
Sotto un tetto di stelle trova riparo dalle maldicenze
il cielo compassionevole un po' consola,
ma ricolmo è il piatto della solitudine
a cui si accostano le labbra secche,
dal sole prosciugate.


E'la fame che divora e non sazia
quell'uomo macero
invecchiato prima del tempo,
trascina i passi sfiniti
le scarpe consumate
dal fango dei giorni ingrati
sulla radura deserta
sgombra di mani
che offrano aiuto,
l'umano conforto
che ci si aspetta.


Cammina schivando le pozze nere di pioggia
per non doversi riflettere in uno specchio di lacrime
e provar di sé vergogna,
della malcapitata sorte
che inveisce come implacabile punizione.
Scaricato come rifiuto umano
gettato in disparte,
non merita attenzione,
neppure di essere salvato
dalla mano di Dio
misericordiosa.



Share |


Poesia scritta il 24/08/2015 - 21:03
Da daniela dessì
Letta n.297 volte.
Voto:
su 9 votanti


Commenti


daniela brava la tua poesia è meravigliosa. ti auguro buona giornata.

vincenzo pagano 26/08/2015 - 13:46

--------------------------------------

Hai fotografato "abilmente" il povero, il misero, l'implorante... che quotidianamente troviamo sui nostri marciapiedi... IL MIO ELOGIO E LA MIA SERENA GIORNATA DANIELA

Rocco Michele LETTINI 25/08/2015 - 06:56

--------------------------------------

Bellissima nella sua denuncia della nostra indifferenza, nella silenziosa dignità di chi ha perso tutto, nella tristezza d'una mano tesa che resta vuota. Dio deve guardare tanto dolore di trascinare la vita.

Maria Rosa Schiano 25/08/2015 - 04:00

--------------------------------------

Bellissima nella sua denuncia della nostra indifferenza, nella silenziosa dignità di chi ha perso tutto, nella tristezza d'una mano tesa che resta vuota. Dio deve guardare tanto dolore di trascinare la vita.

Maria Rosa Schiano 25/08/2015 - 03:05

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?