Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

L'immaginazione cos'...
Ascolta...
Pensieri ancestrali...
Haiku: Ricci...
RICORDI DI UN ALTRA ...
I Grilli duettanti...
Ros Maris - rugiada ...
NUVOLE...
SOLO FUMO...
Verso l'erba d'autun...
Er Bijettaro...
Campanili antichi...
La conoscenza umana ...
Il tempo che passa...
dove nasce il vento...
La mia roccia...
Vampiro errante...
Ferro...
Nella città...
Pensate.....
BACIAMI ANCORA...
GRAZIE MAMMA...
Portami con te...
Rachele...
IL MARE TRA DI NOI...
Sipario sulla notte...
Fame...
A Guido...
A volte capita che n...
UN VIAGGIO CHE NON F...
Accarezzo il mio cuo...
per pudore, per inco...
Le foglie...
I ricordi che ti han...
Marinuzza a muggheri...
Un sano egoismo...
Oh, dolcezza...
BANANE di Enio2 sati...
La mia mamma...
L'insonnia...
Spremute di coraggio...
Sulla cima dell'abis...
Gli eroi di Erice...
La cernia...
E poi tu...
Condannata...
La poesia che non...
il sentiero sul tuo ...
VOLARE...
LONTANANZA...
La Sedia...
Rilancia i dadi...
Mi sentii amato...
Odio e amore...
Le lacrime...
Quannu vegnu o me pa...
NOCTUA PRONUBA...
Una tiepida scia di ...
Se decidi di donarmi...
LE CANZONI...
C'era una volta la m...
DUE NOVEMBRE...
Il tramonto...
Musa...
IL CUORE E L' ...
Parlami ancora!...
Storia di una vita c...
Quegli occhi...
Relax emotivo...
Terra bagnata...
Madreluna...
Nella vita non smarr...
Penzeno pe' noi...
Oro bianco...
Forse ti amo... fors...
Di là della siepe...
Grazie...
Tascapane...
Il borgo incantato...
Occhi verde Amazzoni...
L'anima si spezza so...
Per essere davvero f...
L'incudine...
Nell'ebrezza dell'az...
Nelle sere...
Pirchì scappi?...
Dentro a una parente...
Giulia...
AMOR CHE A NULLO AMA...
Il cantautore...
Spesso nelle risate ...
Terre in moto...
Oasi...
A volte il perdono r...
La mia dolce musa...
Fiammelle Autunnali...
Un mattino d'autunno...
Ch'io possa...
Il borgo...
Le vere gioie...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it



AZZUFFO... di lingue

Aspro parlare,
porta efferato scontro.
Lingua di troppo?




<=> <=> <=>


La poesia (Stile haiku 5-7-5) è il seguito di una osservazione ad una lettura dell’aforisma di Baltasar Gracián y Morales, gesuita,scrittore e filosofo spagnolo del 1600:


“La lingua è una belva che, se una volta si scioglie, è poi difficilissimo che si possa rimettere in catene”.



Share |


Poesia scritta il 30/10/2015 - 09:57
Da Rocco Michele LETTINI
Letta n.448 volte.
Voto:
su 10 votanti


Commenti


Condivido pienamente.
Sei proprio bravo!

Maria Rosa Cugudda 09/11/2015 - 23:32

--------------------------------------

La lingua è peggio di un coltello affilato. Bravissimo davvero. Serena notte

MARIA ANGELA CAROSIA 02/11/2015 - 22:56

--------------------------------------

Poche persone possono permettersi di usare la lingua facendo il male pensato perché, già dentro se stessi, possiedono questa belva indomita, così giustamente definita da Baltasar Gracián y Morales. Ahimè, purtroppo, chi ha l'anima cattiva ha lo scontro facile. Riflessione condivisa appieno!

Arcangelo Galante 02/11/2015 - 21:15

--------------------------------------

Verissimo Rocco quante parole dette in un momento di rabbia che poi ci si pente amaramente di averle pronunciate ma dopo è troppo tardi per rimediare. Spesso le parole fanno tanto ma tanto male.Bravo Dolce sera amico mio

Anna Rossi 31/10/2015 - 19:55

--------------------------------------

Giustissimo quello che esprime questo haiku. Bravo Michele

Maddalena Clori 31/10/2015 - 19:00

--------------------------------------

ciao Rocco (human alves )

sauveur antibes 31/10/2015 - 05:18

--------------------------------------

Sempre saggezza dalle tue parole...Un saluto insonne...ciao Rocco

Sabry L. 31/10/2015 - 00:07

--------------------------------------

Questo purtroppo succede quando scatta una lite..e nessuno dei due mette un freno alla propria lingua....difficile da farsi per alcune persone... Bravo Rocco..amche questa sera ci hai insegnato qualcosa... Ti abbraccio ciao serena notte.

Maria Cimino 30/10/2015 - 22:21

--------------------------------------

Quanta verità nelle tue parole sempre il migliore Rocco

Barbara Lai 30/10/2015 - 17:41

--------------------------------------

In una disputa verbale a farla rientrare basterebbe una lingua in meno. Difficile , molto difficile. Un adagio indiato da un haiku prudente ed efficace.Bravo Rocco.

luciano rosario capaldo 30/10/2015 - 17:07

--------------------------------------

DA FACEBBOK:


Stel Samo
30 ottobre alle ore 12:09

Spesso è proprio così! Fintanto che ci si riesce a controllare ... bene! Ma ci sono dei momenti, in cui una volta che si parte ... le parole escono incontrollate, come un fiume in piena. A quel punto, lo scontro diventa inevitabile e sorge spontanea una domanda: se la lingua, fosse stata tenuta a freno, lo scontro, non si sarebbe forse potuto evitare? Tuttavia penso, che non si possa sempre reprimere! Come sempre, con pochi incisivi versi, hai reso chiara l'idea di quello che è un comportamento, sempre più diffuso. Grazie e buona giornata a te!


Rocco Michele LETTINI 30/10/2015 - 16:27

--------------------------------------

Rocco concordò con Paolo CIraolo. Buona giornata ciao

Sabrina Marino 30/10/2015 - 15:36

--------------------------------------

Verissimo e intelligente aforisma. Grazie per il tuo acume, diligentissimo Rocco.
Complimenti e lodi infinite

Paolo Ciraolo 30/10/2015 - 14:30

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?