Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

PIOVE IN PERIFERIA...
IL PARADOSSO DELL'UT...
Notti insonni...
Ricorda...
Selenite angosciante...
Invernale...
Dall'alba al tramont...
Piazzale Loreto...
ERA AMORE...
Umano...
IL tuo amore assassi...
Haiku Sussulto...
Sorriso...
Ho perso un fratello...
L'inverno e il vorti...
CAMMINANDO...
Aria di primavera...
Incantevole percezio...
TI AMO PERCHÉ...
Vita...
L’ÒMO E LA CACCA di ...
Ogni notte di luna...
TU PRENDI...
PANE ANCORA...
Un fuoco sbagliato...
Una piccola esplosio...
Un raggio di sole...
GIADA- Seconda Parte...
Se fossi chi non son...
AVATAR...
Caro me...
33 versi...
Tabù...
Eterei amanti di pen...
L'Ultimo Anno...
SUSSULTO...
Nella notte che non ...
Confidenze...
Polvere...
SAPPIMI DIRE...
Il filo rosso...
Puoi....
Una cenetta a due...
Una preghiera...
Quo vadis...
LA MACCHINA DEL TEMP...
Le melodie dell\'arp...
ali....
Stile Libero...
L’uomo del faro....
Serenamente...
....tu, annusa...
Lei...
Se una canzone fossi...
BUONE COSE...
Nero grafene...
DIFFICILE ETA'...
Non siamo niente di ...
LA MUSA ISPIRATRICE ...
Brezza primaverile...
Sepoltura...
DOVE SEI...
L'anno nuovo...
100% cuore...
Comprensione...
LACRIME NASCOSTE...
LA MIA VITA CON LE D...
I Draghi...
PAURA...
ROSA D\\'INVERNO...
Il test...
Mare di pioggia...
Il vento mi scompigl...
Sulle rive...
Ninetta...
Il mio niente...
L'uomo fatto di stra...
Bambola di perle...
Bieca introspezione...
La società si muove ...
POETI QUESTI SC...
Rame invecchiato...
OGGI HO PIANTO...
Confessioni di un gi...
Raggi d'amore...
Ai monti...
La città d'inverno...
Tempo e dolore...
Muri immensi......
illuso...
Purtroppo o per fort...
Vento....
L'amore breve...
Stato di coraggio....
PRE ISOLA DI MARY...
Amarti...
FUOCO...
Lucio IL GRANDE...
Rabbrividisco...
per fortuna che ho l...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Inutilità

Vivere,
esclusiva prerogativa di pochi,
forse per costrittiva imposizione della volontà
molti si rifiutano
di perseguire il futuro indegno.


Meglio suicidarsi
per sfuggire alla realtà indecente
che umilia
l'umano concetto di civiltà
continuamente violata,
repressa è l'uguaglianza
di masse conglobate
nel tutto insignificante,
equiparate al nulla.


L'individuo soppresso ripiega
nel privato di una spoglia esistenza,
emarginazione lo esclude
da qualsiasi mansione considerevole
rapportata alla normalità concepibile
nel senso comune di legiferata giustizia,
diventa parte subalterna
a cui viene assegnato
la mera funzione di respirare,
segno blando
di meschina sopravvivenza,


segnale certo che il potenziale intellettivo
non conta niente,
effimero attributo
di un essere inconsistente.


Nel meccanico mondo robotizzato
la vita d'acciaio
si fa dura,
il cuore umano impenetrabile
etichettato alla stregua
di infiniti battiti in successione ritmica
cede alla follia incomprensibile,
rompendosi i cocci
della percezione sensibile
si disperdono nella vacuità del tempo
scandito goccia a goccia.



Share |


Poesia scritta il 08/01/2016 - 14:05
Da daniela dessì
Letta n.306 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti


Un componimento dal forte sapore di denuncia, per il decadimento del "meccanico mondo robotizzato" e "L'annullamento della percezionme sensibile dell'uomo". Può essere condivisa o meno.. ma trovo il testo ben costruito e fortemente evocativo delle sensazioni che muovono l'autrice.

Francesco Gentile 09/01/2016 - 15:37

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?