Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Le scale...
Un uomo può avere tu...
DILLE CHE AMI LEI...
angeli all'inferno...
AMO LA VITA SILENZIO...
un quarto di follia...
Modernità....
Dall'alto mirando...
Cuore insanguinato d...
BACIAMI 2...
Carpe Diem...
Il sentiero...
Non è un navigare se...
GOCCIA...
Osa!...
L'attesa...
01:07...
lettera a mia madre...
LA MIA VICINA...
DOPPIO RISVEGLIO...
SONO TUA...
Le voci nel vento...
Radio (S)Ballate...
A breath of life, cl...
Il grappolo...
Alba antica...
Farò di te la mia ma...
D\'ora in poi...
Pioggia dalla luna...
Pioggia....
ALBERTONE...
Campagna elettorale...
Soliliquio...
L’AMORE VERO DIO LO ...
Anche se pioveva...
Ne riparliamo domani...
Scrivere poesie...
L'odiamore...
Causa sui...
Vivo...
ER BOVE PIO di Enio ...
UNA DOMENICA INSIEME...
Il vento...
Un giorno da uomo...
Mia cugina Maria...
Incompleta...
Ricordi?...
Valigie Di Emozioni...
Io sono il fulcro di...
Mare...
Speriamo.......
Raul...
Ai posteri...
...ma le gambe ?...
Come quando piove...
AD ALDO MINIUSSI (+2...
Per la felicità?...
Confini e certezze...
A te. A me....
Cocci... d'Eternità....
Paralisi....
UN CORIANDOLO DI CAR...
LO SFRATTO...
Addio Divano...
Un solo pedone...
GLI OCCHI DEL F...
A piedi nudi...
A piedi nudi...
Un Sole stanco, un C...
AMICA PER SEMPRE...
Volare nel cielo del...
POMERIGGIO A VILLA B...
E' amore...
FINALMENTE DONNA...
VIBRANO I RICORDI...
Il cerchio della vit...
SFUMATURE...
Amici miei...
Quest\'amore...
ARTE INFINITISAMENTI...
comprenderesti quan...
Sconfessare sempre i...
Mirando le stelle....
Ho bisogno di parole...
Chi sei?...
CUORE NOMADE...
SABATO DIVERTENTE...
Primo binario...
Ogni giorno......
Tempo Antico...
DISTANZE (filo…sof...
Il silenzio è la vit...
Riflessi dimenticati...
NON HO MAI SEDOTTO L...
Melodia della malinc...
Più sento e più pens...
Niente e così sia...
Oggi...
Un pezzo di me....
LA BARCA DOPO UNA CE...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it



Piccoli... esuli

Piccoli... esuli



Scivola, lacrima scivola
pesanti gocce su quelle gote
insaporendo labbra rosse
aperte come ospitale calice.


Sanguina, il cuore sanguina
stilla per ogni bimbo e il suo fagotto
che goffamente in spalla indossa,
pochi ricordi e affida la sua mano
al padre esule che l’accompagna
in questo strano viaggio verso il nulla.


Mente , la mia mente mente
ad occhi che mentre osservano
al cuor trasmettono speranza
per pace c’assorbi lacrime per sempre
rimargini cardiache ferite
colmando quel goffo zaino
d’immagini felici e libertà.



Luciano Capaldo 17 marzo 16


****Quanto mi fa star male...impotente vedere simili immagini!*****



Share |


Poesia scritta il 18/03/2016 - 16:47
Da luciano rosario capaldo
Letta n.387 volte.
Voto:
su 4 votanti


Commenti


Mi hai stretto il cuore con queste belle e dolorose parole che sono immagini vive, purtroppo! Ma il mondo è silente! Molto toccante!

Patrizia Bortolini 21/03/2016 - 21:28

--------------------------------------

Siamo tutti impotenti, ma non è che i "potenti" facciano poi tanto per cambiate le cose. Condivido la tua bella poesia, anch'io scrissi qualcosa tempo fa. Un caro saluto Luciano.

Loris Marcato 19/03/2016 - 23:21

--------------------------------------

Penso le stesse cose, soffro con questi piccini, bravo per averlo scritto in questa tua poesia

Marilla Tramonto 19/03/2016 - 14:22

--------------------------------------

Sono a lutto per i piccoli e per gli adulti, gente che riesce a scappare dall'orrore e dall'oppressione, gente che ha perso l'orizzonte della speranza, non accolti e non rifugiati, divenuti soltanto un problema per la grettezza di muri e ferro spinato.

salvo bonafè 19/03/2016 - 12:54

--------------------------------------

Toccante verseggio forgiato mestamente. Piccoli esuli... che toccano il cuore. Lasciare, per disperazione, non può che commuovere.
Sereno fine settimana Luciano.
*****

Rocco Michele LETTINI 19/03/2016 - 02:20

--------------------------------------

Poesia scritta con grande vicinanza nei riguardi di poveri esuli e disgraziati, costretti ad allontanarsi dalle proprie terre per una ingiustizia senza tempo: la guerra, nemico dell'umanità che ciclicamente devasta i nostri corpi e le nostre coscienze. Ti sento particolarmente vicino in questa tua dedica ai poveri rifugiati, la cui ulteriore sfortuna è quella di non essere gran che accolti negli altri paesi. Bravo Luciano, complimenti al tuo sentire

Paolo Ciraolo 18/03/2016 - 23:02

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?