Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Gelato a due gusti...
Alba...
RIFLESSO DI SGUARDO...
IL PRESENTE...
LE CAVERNE DEL CUORE...
Il dolore è come un ...
Campi di anime, per ...
Grigio di nebbia...
Un fiume rosso sangu...
Vola in alto Perché...
PENSIERO D'AUTUNNO...
Sindrome di Stendhal...
Beatrice...
a Charles Bukowski...
Le rapide dei sogni....
POLVERE D'AMORE...
Attimi...
Diniegato...
Al buio di una caver...
A Genti quannu tinta...
Sfumature d'indaco...
In città...
ECLISSI DI LUNA di E...
Quando va via la neb...
Problema...
adamo ed eva...
Giorni di paura...
Ho ucciso il mio Cuo...
DUBBI...
L'obeso...
ho visto Te...
la fine...
Il tuo amore per me...
Il Silenzio...
OSSERVARE ANCORA...
Ho perso il cielo st...
non camminare davant...
Il salvadanaio...
PER IL SITO...
Scivolano le ombre...
I PROBLEMI DEL ...
AUTOMA...
Dedicato da te a me...
Su questa mia terra...
Ti sento...
Er patto cor demogno...
La grotta nell’autob...
dal giorno alla nott...
LA POLLIVENDOLA...
Autunno per un amico...
Trapasso...
Le mille cose che no...
FIGLIO MIO...
Azzurro...
Il mare verde...
L'allegra triestina...
Spero...
Angeli...
la rifrazione illuso...
Dille ch'io la amo...
Scarmigliata...
A te...
Io e la vita...
Il mio amore non c'è...
ER POVETA E L'UCELLI...
Monotonia uccide poe...
Pensando...un addio!...
La vita è una meravi...
Come rami di uno ste...
TOMBINO...
Foglie morte...
Avida la mia bocca!...
Il farmacista...
rimembranze...
PASSEGGIATA SOLITARI...
volo d'autunno...
Infinita voglia di v...
Seppe poi sola andar...
Una richiesta vana...
Pensieri invadenti...
L'Astronomia del Fut...
Potrei darti...
Quel vino rosso ross...
Possa la preghiera s...
Le cose fatte con pa...
Mia nonna diceva che...
Bluff...
Mentre guardo la Lun...
L'UOMO COL CANNOCCHI...
Possedere le chiavi ...
SIAMO PICCOLE D...
Freddo apparente...
La prima volta...
Un ossimoro è la met...
E tu, vigliacca ment...
Salvarsi...
Foglie aperte...
FAMMI RICORDARE...
Ho visto avide bocch...
RICORDARE E' VIVERE...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

IL SEMAFORO

Ero assorto da una vecchia canzone,
mentre l’auto borbottava…
al semaforo rosso.


Ho visto la tristezza negli occhi di un bambino,
che lavava il mio finestrino, e poi svaniva…
con un “grazie signore”.


Ho inseguito un altro semaforo,
mentre cresceva l’odio…
per questa esistenza.



Share |


Poesia scritta il 18/04/2016 - 13:24
Da Francesco Gentile
Letta n.434 volte.
Voto:
su 13 votanti


Commenti


Hai riassunto quello che provo io quando vedo quelle persone che cercano di vivere disperatamente malgrado la vita sia stata meschina nei loro confronti. E' molto bello quello che hai scritto. Ciao Francesco, buon week end

Gianny Mirra 22/04/2016 - 15:36

--------------------------------------

Ciao Renato, Gabriella, Nadia... Grazie per avermi letto e commentato. In questi giorni ho difficoltà a seguire il sito, ma ho sempre un pensiero per voi, per i pensieri e le belle poesie. Grazie Renato per le bella riflessione sulla relatività che, apparentemente slegata, spiega un certo relativismo del mio pensiero. Grazie a Gabriella,alla tua profondità di pensiero... e alla carissima Nadia, alle sue bellissime poesie... all'amore per la bellezza e la vita.

Francesco Gentile 22/04/2016 - 08:53

--------------------------------------

Compassione per gli umili e rabbia per un mondo cinico, dici bene caro mio.
Un abbraccio e complimenti per la bella poesia
Nadia
5*

Nadia Sonzini 21/04/2016 - 18:47

--------------------------------------

I tuoi versi esprimono meravigliosamente quella che viene definita "compassione" sentimento umano ben lontano dalla pietà....Stupenda, hai toccato le corde del mio cuore.5*

Gabriella De Gennaro 21/04/2016 - 18:26

--------------------------------------

Senza "Questa esistenza" non ci sarebbe stato per esmpio, un poeta come te...
Nemmeno tutti gli altri e... Nemmeno l'universo: se nessuno osserva oppure ha percezione della materia, essa probabilmente non esiste... I paradossi della fisica quantistica...

Renato Granato 19/04/2016 - 12:25

--------------------------------------

Grazie per aver commentato, Carissimi Mary, Luciano R.C., Paolo, Rocco M.L., Antonio, Alberto B. (per favore Alberto, con grande stima, ti chiedo di non darmi del lei, non sono proprio abituato.. e poi qui siamo davvero tutti amici ed è bello condividere – o anche criticare - i nostri pensieri liberamente senza formalità..), e ancora ciao al caro amico Giovanni Santino, stimato Poeta Lupo,
Simone Vignola, dolcissime Maria Cimino e Sabry L…. Grazie a tutti .. un abbraccio

Francesco Gentile 19/04/2016 - 09:27

--------------------------------------

Certe immagini arrivano in modo inaspettato, quasi come uno schiaffo in faccia. Siamo presi da stili di vita abitudinari… poi arriviamo per inerzia al semaforo, assorti da un bel brano musicale, e arriva lo schiaffo, magari attraverso gli occhi tristi di un bambino che bussa al finestrino… e quel semaforo diventa una tappa, quasi come un bilancio della propria esistenza, dal sapore amaro, essendo cresciuti nell’indifferenza… nutriti d’egoismo, e vissuti nell’ignavia…

Francesco Gentile 19/04/2016 - 09:26

--------------------------------------

Dolcezza e protesta, compassione e rabbia..ho letto bene ? Concordo. Bambini sfruttati e senza infanzia....Tristezza. Ciao Francesco

Sabry L. 19/04/2016 - 06:45

--------------------------------------

Come ti capisco Francesco hai ragione.. Bella e piena di umanita la tua poesia.. ma pieno di tanto amore è il tuo cuore. Ciao caro buona notte.

Maria Cimino 18/04/2016 - 23:00

--------------------------------------

Bella e molto veritiera.

simone vignola 18/04/2016 - 19:52

--------------------------------------

molto bella e umana *****

POETA DELL'AMIATA LUPO DELL'AM 18/04/2016 - 17:56

--------------------------------------

Quanta umanità nella tua rabbia.
La condivido in pieno.
Molto intensa .
*****

Giovanni Santino Gurrieri 18/04/2016 - 17:44

--------------------------------------

Con questa sua poesia ha toccato un tema fondamentale cioè quello della povertà dei bambini. Anche se breve la poesia ma sostanziosa. Quindi le do un bel 5. Buona sera

Alberto Berrone 18/04/2016 - 17:13

--------------------------------------

Vero, come dice Ciraolo è una posia di grande umanità...costruita e ben dosata in terzine che la rendono oserei dire "digeribile" all'istante, assimilabile. 5 stelle

Antonio Valente 18/04/2016 - 17:07

--------------------------------------

Terzine di intenso impatto...
Lieto meriggio.
*****

Rocco Michele LETTINI 18/04/2016 - 16:06

--------------------------------------

Poesia toccante e di grande umanità per coloro costretti a fare lavori veramente umili. Versi in cui vi è messo in risalto il lato esistenziale forse più triste, il lavoro minorile. Complimenti!

Paolo Ciraolo 18/04/2016 - 15:34

--------------------------------------

ciao francesco questa poesia fa riflettere, m immagino ad ascoltare la radio percependo questi stati d'animo un abbraccio

Mary L 18/04/2016 - 15:20

--------------------------------------

Climax di emozioni ancorché garbate e fortemente riflessive grazie anche all'uso delle sospensioni.Sai Francesco la sobrietà nella lirica è cosa importante e renderla non parente al minimalismo è poesia. Questa è poesia.

luciano rosario capaldo 18/04/2016 - 15:16

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?