Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

E poi tu...
Condannata...
il sentiero sul tuo ...
VOLARE...
LONTANANZA...
La Sedia...
Mi sentii amato...
Odio e amore...
Le lacrime...
Quannu vegnu o me pa...
NOCTUA PRONUBA...
Una tiepida scia di ...
Se decidi di donarmi...
LE CANZONI...
C'era una volta la m...
DUE NOVEMBRE...
Il tramonto...
Musa...
IL CUORE E L' ...
Parlami ancora!...
Storia di una vita c...
Quegli occhi...
Relax emotivo...
Terra bagnata...
Madreluna...
Nella vita non smarr...
Penzeno pe' noi...
Oro bianco...
Forse ti amo... fors...
Di là della siepe...
Grazie...
Tascapane...
Il borgo incantato...
Occhi verde Amazzoni...
L'anima si spezza so...
Per essere davvero f...
L'incudine...
E' Tempo...
Nell'ebrezza dell'az...
Nelle sere...
Pirchì scappi?...
Dentro a una parente...
Giulia...
AMOR CHE A NULLO AMA...
Il cantautore...
Spesso nelle risate ...
Terre in moto...
Oasi...
A volte il perdono r...
La mia dolce musa...
Fiammelle Autunnali...
Un mattino d'autunno...
Ch'io possa...
Il borgo...
Le vere gioie...
Non calpestate la po...
Piacere, sono IO....
RIMEDI PER CHI RU...
SOSPIRO...
Chissà se Chiara Dor...
DOLCE TRISTE AT...
baciata dalla luna...
Quel che rimane...
Ode a Trieste....
Ebbrezza marina...
Prime impressioni...
La luce negata...
Poche Luci...
Gelato a due gusti...
Alba...
RIFLESSO DI SGUARDO...
IL PRESENTE...
LE CAVERNE DEL CUORE...
Il dolore è come un ...
Campi di anime, per ...
Grigio di nebbia...
Un fiume rosso sangu...
Vola in alto Perché...
PENSIERO D'AUTUNNO...
a Charles Bukowski...
Le rapide dei sogni....
POLVERE D'AMORE...
Attimi...
Diniegato...
Al buio di una caver...
A Genti quannu tinta...
Sfumature d'indaco...
In città...
ECLISSI DI LUNA di E...
Quando va via la neb...
Problema...
adamo ed eva...
Giorni di paura...
Ho ucciso il mio Cuo...
DUBBI...
L'obeso...
ho visto Te...
la fine...
Il tuo amore per me...
Il Silenzio...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

LVIII

Ah! Quante volte ritornata in mente
la stanza mia e di nonna, giovincelle,
quante rabbuffi per le marachelle
che , a turno, facevam continuamente.


Ti ritrovo, mia stanza, finalmente
e riascolto il garrir di rondinelle,
rivedo beccare le gallinelle
all’aprire di man pacatamente.


Tardi sono tornata e, ora, son sola
che la compagna degl’ingenui giochi
la Morte l’ha ghermita e in cielo vola.


Se fosse qui, pur lei , con la sua mole,
con l’intimità di cucina e fuochi
a tutti prenderebbe per le gole.



Share |


Poesia scritta il 09/08/2012 - 18:32
Da nello maruca
Letta n.1100 volte.
Voto:
su 3 votanti


Commenti


Contento di averti incontrato, apprezzo la tua professionalità e capacità nell'esporre i concetti
Con stima.

nello maruca 14/08/2012 - 12:42

--------------------------------------

Gentile Enio,
anzitutto un grazie per avermi letto e apprezzato, quanto, poi, alla composizione delle terzine a me non pare ci siano regole fisse tanto che mi pare di avere letto che possono essere variamente rimate. Al proposito mi permetto citare Petrarca - sonetti LXXIX - LXXVIII; Belli - Le Cappelle Papale, La Golaccia; Gozzano - Alla Mamma, L'Antenata, Il filo ecc. Poichè, Poeti di sì elevata statura ci hanno tramandato come può essere la composizione delle terzine ritengo di non essere incorso in errore.Se così non fosse non esiterei a correggermi. Un grazie ancora e un cordiale saluto.

nello maruca 13/08/2012 - 23:18

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?