Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Il tempo è una dimen...
Un pezzo di me....
LA BARCA DOPO UNA CE...
La libertà di scrive...
Stella Luminosa...
Il primo incontro...
Sarà neve...
Dille ch'è suo...
Scritture del cielo...
Bacio in Metrò...
Ghirlanda di mani...
La Furba Nana di Bre...
Sul cuore bianco...
Nuvole...
Isola amara...
IL SAPORE PERDUTO...
L' ECLISSI DI ...
FIGLI...
Il Caso di Gianni Is...
La tua pelle II...
A MIRELLA...
Pioggia...
Un prete anarchico...
Gli occhi di una mad...
Sfida all'ultimo ban...
L'ispirazione...
senza aprire gli occ...
L\'intimità di picco...
La camicia rossa...
Corri tu...
Soliloquio d'inverno...
LA CIOCCOLATA...
Inno ad Afrodite...
Haiku 24...
Le mie mani...
L'indefinito...
AMICIZIA 2...
e tu...
Buon trapasso...
Solitudine...
Nuove fioriture...
Solitari casali....
Il privilegio di gua...
Febbraio...
e lei colse un'ultim...
RISVEGLIO...
D'improvviso...
É...
Lucchetti che nascon...
RIFUGIO E' IL VERSO...
S‘è fatta una certa....
Se si è amati si toc...
La pace dei sensi...
Flussi di coscienza...
Tempo al tempo...
L'amore vince...
È nel mai ©...
Neve...
Non leggo Racconti...
Haiku Emozione...
E il treno arrivò...
nelle giornate di pi...
Solca i mari...
SCENA INVERNALE...
Disilluso...
POETI DELL' AMOR...
Quel rio argentato...
ETA' CHE VA...
Il dispiacere è al...
PICCOLO GRANDE BOSS...
Perdere niente...
Lacrime...
Una strana partita a...
Poesia, essenza linf...
Nel mondo c'è molto ...
La luce nei tuoi occ...
Il Papa nero....
A mia figlia...
Notte...
Eccentrico silenzio...
Domenica di pioggia...
Riflessioni...
Sadness....
Mostro implacabile...
L'armonia delle brac...
La magia delle mani...
IL PARADISO...
Echi lontani...
vortice...
Solo....
Il mio mare...
Leggere è come aprir...
E' vita vera...
Piccole azioni corag...
IL MAESTRO...
Silenzio......
Valori...
Cicatrici...
An electric air from...
ER BACICCIA (la bann...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

IL VETERINARIO

IL VETERINARIO
Nelle case dei contadini, durante gli anni del boom economico (1960-'65 circa), i giorni che precedevano il Natale erano dedicati ai preparativi per le imminenti festività.
In cucina la massaia era intenta a preparare i piatti della tradizione: dalla sfoglia fatta in casa, ai tortelli, agli anolini, ai cappelletti fatti a mano; ma la vigilia di Natale lo zelante veterinario, chiamato d'urgenza dal contadino per una bovina della stalla che non stava bene, trasferiva i suoi strumenti di lavoro - senza troppi preamboli - sul tavolo della cucina, creando un gran trambusto alla "rezdora" intenta a preparare il cenone ed il pranzo natalizio ...



La vigilia di Natale
la bovina stava male
e così il buon agrario
contattò il veterinario.


Arrivò con la "seicento"
con gli arnesi del momento:
si piazzò dritto in cucina
tra la sfoglia e la farina.


La comare inviperita
lo accolse compatita:
era il tempo dell'Avvento
pane, vino e cuor contento.


Dalla borsa del dottore
presto uscì un gran fetore:
un intruglio assai speciale
per un caso da manuale.


Invocando "Santo Lò" (**)
che morì e poi s'ammalò (…!!),
la "rezdora" i cappelletti
mise in salvo, poveretti!


Erano lì, sopra il tagliere,
così belli da vedere,
ma ahimè! la sfoglia, no,
giù per terra scivolò!


Rossa in viso, esterrefatta,
gli tirò un'occhiataccia:
lui così fece fagotto
tra un sorriso ed un rimbrotto.


(**) detto popolare, in gergo “santa pazienza!”



Share |


Poesia scritta il 11/12/2016 - 10:33
Da Domenico De Marenghi
Letta n.258 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti


molto simpatica,ciao

andrea sergi 12/12/2016 - 08:33

--------------------------------------

Mi è piaciuta. Giulio.

Giulio Soro 11/12/2016 - 12:20

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?