Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Serata in auto con u...
La solitudine di una...
Rivivo la notte in s...
Accenti d'inverno...
Il faro....
ARIA CHE MANCA...
Falsi amori...
Mare in tempesta....
pensieri dicembrini...
LUPO SOLITARIO...
nella tela del ragno...
TORNERANNO...
....CRISTIANO sul...
quella sera...
Senza luce...
La terra è pronta...
INCHIOSTRO ROSSO...
Il Santo...
Un giorno speciale...
Cànone inverso...
NATALE S’AVVICINA d...
Il gioco dei dadi...
Insonnia...
Se avessi un francob...
Caspita!...
SOLO L'AMORE E' COMP...
Gerusalemme...
STORIE DEL FIRMA...
Buon NATALE...
Voglio essere fragil...
Raggio di sole...
Il Sonnambulo...
Il mio regalo...
Silenzio...
Spegni la luce...
Incipit d'un sogno...
ACCENDERÒ LA NOTTE...
UN SALUTO...
IL tuo pezzo di mond...
Custodi di sentiment...
Space Invaders...
Natale...
La nostra vita segre...
AMICO CARO...
Grigio ore 12,00...
In quel sogno reale...
Brrrr... che freddo!...
Un presepe speciale...
L'uomo più Felice...
Abissi...
TORNA...
Ci sono ore...
Gesù di quercia...
L\\'ALBA DEL RISVEGL...
Ce ne siamo fregati...
Tra 100 o 1000 anni,...
Buono e Cattivo...
Un piccolo grande ba...
A volte per essere f...
Vera...
- Haiku - Tocco luna...
Immagine Marina...
Per te...
Verrò....
DOLCE TORMENTO...
L’innocenza del carn...
Le burla di Cappucce...
In paradiso...
un guizzo…....
IL CAPRO ESPIATORIO ...
Io e il blu...
Troppi anni dopo......
Nevica...
Le lune di Dalla...
RIFLESSIONE - ORME F...
DONARE SE STESSI...
oasi...
Il destino del però...
Dove sei ora...
SARO' PER TE ...
SENTIMENTO...
Il torto del padre...
ho vagabondato in ce...
Pensieri d'Amore...
Piccola chiave...
Anche le bugie posso...
Così amo...
PRIMAVERA DENTRO ME...
La via di casa....
Riflessi...
L'inizio di una gran...
La nebbia negli occh...
L unione degli eleme...
Un ultimo gesto....
Se...
Niente fretta, Auré!...
La promessa...
Daiee!...
Il Carisma...
Ninna Nanna...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

L'innocente

Portavo l'automezzo,
Insieme con mio padre,
All'autolavaggio nei primi giorni.
Era sporca e uscita da quell'anno
Era rimasta tale; dubitavo
Lo strato di polvere
( che s'era ormai insinuato nei sedili,
Nel motore e le ruote )
Si potesse togliere dall'umile vettura.
Il lavoratore aveva una strana
Armatura,
Un cappello di lana,
Dei grossi stivaloni
E la faccia non sana;
Correva, s'affannava ,
L'anziano per l'ingiuria
E non badava all'affanno dell'uomo.
Ei saltellava snello,
Schiacciava l'acqua dal rovinoso pavimento,
Ma un tormento aveva nelle sfere,
Parlavano, ma non capivo.
Non sentivo, nessuno avrebbe mai.
Aveva mani logore,
Consumate dall'acqua,
Non indossava guanti, ma mostrava
I segni del freddo e del tempo duro
Strizzando stracci induriti.
Non pensava al futuro,
( forse ne aveva pensato fin troppo)
Ma calava la testa al suo destino.
Ei che colpa aveva?
Sognava come noi,
Voleva quella vita che agognava,
Ma per lui o per sfortuna non ha visto.
( o come noi tutti
Per piani immutabili).
Il garzone era stanco, impassibile,
Ricco di reumatismi,
Solo la dignità gli rimaneva
Ed era quello che stava facendo;
Fece l'impossibile:
Tolse quel lercio nostro
dall'automobile.


Share |


Poesia scritta il 07/01/2017 - 01:52
Da Stefano Salvatore
Letta n.176 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti


un bel racconto di vita 5*

GIANCARLO LUPO POETA DELL'AMO 07/01/2017 - 11:46

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?