Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Margy...
Amicizia...
ANATRINI...
Risveglio di forme p...
RESPIRO NATURA di En...
Incredulità....
La sposa...
Alla fine di questa ...
Curriculum vitae...
Abbiam perso... il s...
HAIKU NR. 21...
Pedro...
Le Ore...
Sul mare... navigand...
Calce sulle dita...
QUANDO L' AMORE ...
UN’ALTRA CANZONE...
Spillo...
Quando finisce un am...
SEI FUGGITA...
Luce e ombre......
Ode al vino...
Amore limpido....
Forse, sbagliata...
È subito mare...
Lo specchio (2015-20...
C'È SEMPRE IL SOLE...
L'onore...
DOLCE CANTO...
La vita in blu...
Di brama nella notte...
Sono la Primavera...
Valzer delle chimere...
Le ultime scosse...
Nel giorno che piang...
Sulle tue labbra...
La perfezione del fi...
Riflessione...
CI SIAMO PERSI...
Ho domandato ad un v...
Passa tutto...
Già poesia...
SI È MASCOLINIZZATA?...
Treno in corsa...
ed a te, cosa devi?...
POMERIGGIO SPUMEGGI...
adesso basta...
E LO CHIAMENO MAGGIO...
grotte infuocate...
Questo nostro indoma...
Si fosse prolungata...
Mi spingo oltre il m...
Opaca...
Un prete anarchico...
IL NOSTRO CIELO...
Pensieri sparsi su B...
Senryu 3...
Trasparenze...
IL CUORE NEL ...
A mia madre...
LIBERO...
Nebbia...
EMOZIONE D'AMORE...
Cuore....
Corda che unisce...
Mediterraneo...
Nuove Alebe...
Il dubbio...
Piove...
Nuovo giorno...
MAGARI UNA ROSA...
L'infinito...
RIGOR ..frammenti ne...
Cammino...
Io e te...
Le mie grosse vacanz...
Le scarpette rosse...
Con Agonistico Furor...
Fragranze...
Le parole che conosc...
BIMBA MIA...
Il mondo è fasullo...
di bianco e di rosso...
Non ho voglia di sor...
Domani....
Vezzo di rosa...
Nella società del pr...
Ad Agata...
PAPAVERO...
Un vento di scirocco...
L'ONOREVOLE di Enio ...
LE QUATTRO STAGIONI...
Oceano...
Maggio di nuvole...
La notte così lunga...
Bellezze nascoste....
Insonnia...
Non c'é sospeso...
IL FREDDO LA LU...
Gli armistizi si del...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it



i bambini disegnano le cose

E le cose li stanno a guardare.


Hanno per le mani matite appuntite
e un album da disegno bianco.


Volti ognuno di fronte al variegato paesaggio


si sistemano a L



dall'alto di un bastione posto al margine del fiume


in una giornata di sole


mentre dal suo letto scorre tant'acqua.



Tratti non per confondere ma per descrivere


con brevi linee


ciò che non sarebbero riusciti a dire a voce



ed è allora che fanno parlare i colori:


il set di matite; la parlata gioviale


i sensi percepire distinti; la natura brada


senza altri testimoni,


se non le loro amorevoli mediatrici**


che li spronano e li incitano a far bene.



** le loro maestre




di Francesco Currò



diritti di copyright tutelati



Share |


Poesia scritta il 18/01/2017 - 22:10
Da Francesco Curro
Letta n.350 volte.
Voto:
su 2 votanti


Commenti


Si forse bisogna entrare nella mente di un bambino per poter cogliere e rappresentare in maniera così candida la gioia di quei pargoli che provano mentre fanno parlare i colori per descrivere quei bucolici posti e le maestre a comprenderne gli stimoli. Alla prossima Francesco, ciao.

Francesco Scolaro 06/02/2017 - 18:23

--------------------------------------

grazie Giancarlo Lupo Poeta dell'amo
scrivendola me parso di scendere all'eta di bambino. Poi ci ho pensato, un assurdo.

Francesco Curro 21/01/2017 - 23:21

--------------------------------------

molto piaciuta 5*

GIANCARLO LUPO POETA DELL'AMO 19/01/2017 - 12:12

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?