Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Spesso nelle risate ...
Terre in moto...
Oasi...
A volte il perdono r...
La mia dolce musa...
Fiammelle Autunnali...
SCOMMESSA CON IL DES...
Un mattino d'autunno...
Ch'io possa...
Il borgo...
Le vere gioie...
Non calpestate la po...
Piacere, sono IO....
RIMEDI PER CHI RU...
SOSPIRO...
Chissà se Chiara Dor...
DOLCE TRISTE AT...
baciata dalla luna...
Quel che rimane...
Ode a Trieste....
Ebbrezza marina...
Prime impressioni...
La luce negata...
Poche Luci...
Gelato a due gusti...
Alba...
RIFLESSO DI SGUARDO...
IL PRESENTE...
LE CAVERNE DEL CUORE...
Il dolore è come un ...
Campi di anime, per ...
Grigio di nebbia...
Un fiume rosso sangu...
Vola in alto Perché...
PENSIERO D'AUTUNNO...
a Charles Bukowski...
Le rapide dei sogni....
POLVERE D'AMORE...
Attimi...
Diniegato...
Al buio di una caver...
A Genti quannu tinta...
Sfumature d'indaco...
In città...
ECLISSI DI LUNA di E...
Quando va via la neb...
Problema...
adamo ed eva...
Giorni di paura...
Ho ucciso il mio Cuo...
DUBBI...
L'obeso...
ho visto Te...
la fine...
Il tuo amore per me...
Il Silenzio...
OSSERVARE ANCORA...
Ho perso il cielo st...
non camminare davant...
Il salvadanaio...
PER IL SITO...
Scivolano le ombre...
I PROBLEMI DEL ...
AUTOMA...
Dedicato da te a me...
Su questa mia terra...
Ti sento...
Er patto cor demogno...
La grotta nell’autob...
dal giorno alla nott...
LA POLLIVENDOLA...
Autunno per un amico...
Trapasso...
Le mille cose che no...
FIGLIO MIO...
Azzurro...
Il mare verde...
L'allegra triestina...
Spero...
Angeli...
la rifrazione illuso...
Dille ch'io la amo...
Scarmigliata...
A te...
Io e la vita...
Il mio amore non c'è...
ER POVETA E L'UCELLI...
Monotonia uccide poe...
Pensando...un addio!...
La vita è una meravi...
Come rami di uno ste...
TOMBINO...
Foglie morte...
Avida la mia bocca!...
Il farmacista...
rimembranze...
PASSEGGIATA SOLITARI...
volo d'autunno...
Infinita voglia di v...
Seppe poi sola andar...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Trascinati dal vento

Ci sono vivi
che sono morti.
Vivi nel corpo,
morti nell'anima.
La vita in loro
più non dimora.
La mente è vuota;
la meta
dispersa tra la nebbia;
il sé
annegato nell'oscurità.
Non sanno dove camminare,
non sanno cosa fare,
non sanno cosa pensare,
non sanno vivere,
poiché non sanno chi sono.


Sono fogli bianchi
su cui si può scrivere tutto.
Sono libri
dalle pagine vuote,
che si fanno bagnare
da qualsiasi inchiostro.
Soggiogabili.
Manipolabili
Ingannabili.
Vite incapaci
di scorrere da sole,
legate a fili
che le manovrano.
Vite troppo deboli
per rompere le catene.
Vite imprigionate da se stesse,
in celle da esse costruite,
con sbarre da esse erette.
Prigioni di impotenza,
pigrizia,
debolezza.


Sanno camminare,
ma non sanno dove andare,
Non sanno quale suolo calpestare.
Restano seduti
Sul ciglio della terra
dai mille sentieri.
E la vita
si imprigiona in un attimo
bloccato,
suggellato,
spoglio
secco.
L'orologio dell'anima
si ferma
su un secondo morto.
E quando il piede
decide di avanzare,
la mano si stringe
a quella di colui
che calpesta il suolo
più calpestato.
E continua
per il sentiero
più tracciato,
più logoro,
senza conoscerne la meta.
E se cambia
il sentiero,
cambia il loro cammino.
Vanno per andare,
non per essere.
Il loro passo è vuoto,
vagabondo.
Il loro equilibrio è fragile,
le loro gambe gracili.
Un soffio di vento
li abbatte.


Sono foglie cadute
che seguono il vento,
incapaci di contrastarlo,
poiché non legate a niente.



Share |


Poesia scritta il 08/05/2017 - 17:18
Da Antonietta Martone
Letta n.243 volte.
Voto:
su 3 votanti


Commenti


Margherita ti ringrazio infinitamente. È una gioia sapere che qualcuno mi capisce così profondamente. Un bacio

J.P Setracsed 09/05/2017 - 22:04

--------------------------------------

Quanta verità nei tuoi versi...ogni volta che riesco a leggerti, sprofondo nei tuoi splendidi versi e mi riconosco nel tuo pensiero, anch'io vedo come te!

margherita pisano 09/05/2017 - 18:47

--------------------------------------

in poche parole sono morti e non se ne sono accorti. molto associabile ai nostri giorni, a buona parte dell'umanità attuale vot5+

enio2 orsuni 09/05/2017 - 13:03

--------------------------------------

J.P poe molto bella

mirella narducci 09/05/2017 - 10:41

--------------------------------------

hai fatto un romanzo molto bella 5*

GIANCARLO "LUPO" POETA DELL 08/05/2017 - 18:16

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?