Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Ad Elisa...
Scarabocchi sul tavo...
Il segreto della pio...
SEGNALIBRO...
Libertà...
La tua mancanza si s...
Mera poesia 4....
A spasso tra le stel...
Piccola stella...
The Bad Road...
Una favola antica...
Racconti della notte...
Anche se calmo, è ...
...a te...
Il primo amore di Fr...
L’ONESTA’ DE ZIO...
La ricorrenza...
FANGO...
Tu una parte di noi...
Vivi!...
Viaggiare...
La luna e il mare...
L'Esibizionista...
PORTAMI NEI TUOI SOG...
IL NOSTRO ADDIO...
La carezza del sole...
A bordo nel mistero...
Non Sono...
La verità è come il ...
Ribelli del cuore...
Nel prato...
Silenzio...
Bangkok...
Nessun applauso...
Poesia in Re...
E' tutto troppo!...
Temporale d'estate...
TARANTELLA...
tempo...
Rosso...
DOPO UN ANNO...
I colori della vita,...
La ginestra...
FEBBRAIO OGGI E’ DI ...
La rinascitadel dest...
Tutto...
Grigia mattina...
PADRE MADRE...
Con o senza di me...
Il Calice Rosso...
La luna e il mare...
Ognuno ha diritto ad...
Il giardino di famig...
...vedi tesoro mio, ...
La madre di tutti...
AMORE AMORE... AMORE...
Tre Hayku per Sun La...
Il disegno di coppia...
Lei era vento!...
Par di vederti...
Intorno ai girasoli...
Aurelia...
In flessuosa danza...
Judo...
In quei giorni...
Notte d'estate...
Emozione pura...
Momenti...
A ricordo di un amic...
SILENZIO TOMBALE...
Piu del cielo Più d...
destino...
Il mio primo passo d...
C'è un limite...
Baldanza....
La bella rosa...
UNA NUOVA STORIA...
la domenica...
TU...
Tra vermiglio cammin...
PURA PASSIONE...
Il mago di Froc...
Rosa in russo...
Abissi...
DISASTRI 20\\ 04\...
Regalami un sorruso...
Chissà pirchì...
L'Arte ci permette,d...
Insalata...
memorie di sartoria...
L'alzabandiera...
Sulla strada di casa...
Idilliache visioni...
Nella polvere dei so...
Haiku 2...
Superlativo...
Tempesta...
COME LA LUNA...
Non è la verità che ...
Mestiere...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

CEDAT ODIUM AMORI

L'odio soccomba all'amore.


Come può l'uomo desiar la pace,
se del prossimo suo è uccel rapace.
Come può l'improbo diventare probo,
se ovunque si gira trova il morbo
e il puzzo di tanti delinquenti,
che con idee sovversive e prepotenti
manderanno al macello tutti quanti,
noncuranti di Dio, nonchè dei santi.
Quante basi missilistiche ci sono!
Quanto denaro l'uomo butta al vento!
Sembra proprio non sentir tormento,
anzi la felicità di sì gran dono,
che la scienza oggi mette in mano
al bruto detentor e di vil talento,
che in un momento di pensiero insano
non avrà tregua per il pentimento.
Microbo sei tu in questo mondo,
pur detenendo un assurdo primato
di potenza, eretto solo sul terrore,
sul timore e mai sull'amore
mutuo e leale del prossimo prostrato
al tuo volere inutile ed immondo.
Il denaro, che serve per la morte,
potrebbe alleviare molte pene,
potrebbe tanto migliorar la sorte
dell'uomo, che per fame sviene.
Hai la pancia piena, uomo stolto,
e, non potendo più digerire molto,
anche il tuo pensier diviene fosco,
da farti diventar sempre più losco.
Libera da pensier funesti la tua mente,
non seminare più terrore in questo mondo,
poichè si è già toccato il fondo
dell'odio e dell'orrore, suo cliente.
Ascolta, o uomo, ciò che io ti dico,
anche se il verbo può sembrarti antico:
se vuoi che in terra regni sempre pace,
butta l'odio e l'orgoglio nella brace.


Gino Ragusa Di Romano
Dal mio libro "Miele e fiele" Ursini Editore - Catanzaro 1993"



Share |


Poesia scritta il 23/05/2013 - 12:05
Da Gino Ragusa Di Romano
Letta n.516 volte.
Voto:
su 16 votanti


Commenti

Nessun commento è presente



Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?