Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

NEVICA...
Angoli...
I Colori dell'Anima....
L'incantesimo della ...
LA STORIA...
Il rumore dell\'alba...
Curiosa luna...
Giovani...
ACQUA 3 acrostici di...
IL SEGRETO DELL' AMO...
MERIGGIO AL MARE...
È l'amore...
Dolce silenzio...
Artiom...
uno sguardo fisso ne...
Piccolo...
La crociera...
Tutti noi siamo mend...
per sentirti mia...
Di silenzi ho riemp...
SIAMO, NON SIAMO...
In questo spazio vuo...
FALSI PROBLEMI...
Una sferzata...
Il mio Dio...
L'età...
Inverno ai Colli...
FESTA SIMPATICA...
L’ora scendeva lenta...
tieneme stritto -(ti...
Il silenzio... Poesi...
L'amore...
Serenità...
PER UN MONDO MIGLIOR...
PIOVE IN PERIFERIA...
IL PARADOSSO DELL'UT...
Ricorda...
Selenite angosciante...
Invernale...
Dall'alba al tramont...
Piazzale Loreto...
ERA AMORE...
Umano...
IL tuo amore assassi...
Haiku Sussulto...
Sorriso...
Ho perso un fratello...
L'inverno e il vorti...
CAMMINANDO...
Aria di primavera...
Incantevole percezio...
TI AMO PERCHÉ...
Vita...
L’ÒMO E LA CACCA di ...
Ogni notte di luna...
TU PRENDI...
PANE ANCORA...
Un fuoco sbagliato...
Una piccola esplosio...
Un raggio di sole...
GIADA- Seconda Parte...
Se fossi chi non son...
AVATAR...
Caro me...
33 versi...
Tabù...
Eterei amanti di pen...
L'Ultimo Anno...
SUSSULTO...
Nella notte che non ...
Confidenze...
Polvere...
SAPPIMI DIRE...
Il filo rosso...
Puoi....
Una cenetta a due...
Una preghiera...
Quo vadis...
LA MACCHINA DEL TEMP...
Le melodie dell\'arp...
ali....
Stile Libero...
L’uomo del faro....
Serenamente...
....tu, annusa...
Lei...
Se una canzone fossi...
BUONE COSE...
Nero grafene...
DIFFICILE ETA'...
Non siamo niente di ...
LA MUSA ISPIRATRICE ...
Brezza primaverile...
Sepoltura...
DOVE SEI...
L'anno nuovo...
100% cuore...
Comprensione...
LACRIME NASCOSTE...
LA MIA VITA CON LE D...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it



Il borgo

Il sole già calava
e là in alto
immersi tra il bel bosco
e strette stradine
anziane donne
sferruzzano lana
anziani uomini
lavorano fili di salice


S'incanta lo sguardo
incastrato dal luogo irreale
circondato da selvatica natura
mentre s'incaverna
un dardo di luce
illuminarmi il cuore


E nei vicoli del borgo
a imprigionare l'olfatto
è il profumo del sugo di carne
che dona assaggi di tempi
in cui la frenesia non esisteva
ma dove tuttavia
è ancor peregrina
l'onda celeste del cantar messa


E sospirai dall'antico selciato
nel mirar poi nel cielo
una nuvola appartata
che s'arricciava
come vestito di donna
dipinto nell'azzurro
da un'ultima pennellata



Share |


Poesia scritta il 18/10/2017 - 15:02
Da Carmine Ianniello
Letta n.162 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti


Bella,leggendo sono scesa nel borgo da te così ben descritto...


Grazia Giuliani 18/10/2017 - 19:54

--------------------------------------

Grazie, Enio2... troppo buono.... ciao

Carmine Ianniello 18/10/2017 - 18:13

--------------------------------------

sei il mago degli acquarelli bravo Carmine 5*

enio2 orsuni 18/10/2017 - 16:36

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?