Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Musa...
Pensieri e il mare...
IL PECCATO NON ...
Al Parco...
Mazzarò...
Nasce un amore...
Futuro strano...
IL MARE E NOI...
La padrona delle bam...
Cercare...
Oltre...
Polvere......
Nitente (Alinea I)...
Orizzonti...
STRUTTURA DI OCCHI C...
LA MAGIA DELLA LUCE...
I VERSI...
ER PAJACCIO di Enio ...
Uno...
Il veliero...
Prigioniera...
Gli amanti...
Taburno...
L'ESTATE DEL FALCO...
La breve estate dell...
Ad occhi chiusi...
L'indifferenza...
L'insegnante degli i...
Quella calda estate ...
SILENZI...
Enigmatico...
Anima inquieta, mio ...
Non si spiega tutto ...
PIOVE...
No Selfie...
Chiesa di Sant'Elia ...
Codice...
Se conosci la triste...
Scegli sempre quello...
Il Caso....
All'amico...
Genova...
Arriva da lontano...
Stelle cadenti...
AMARCORD...
LA SCERTA di Enio 2...
Giocare con le parol...
Tramonto ad oriente...
Chiudendo bene gli o...
Ascolta il vento....
presso un castello...
Lasciare...
I due volti della no...
SENSAZIONI...
QUANTI PERCHE'...
Evanescenza...
Le piccole anime...
Ti cercherò...
Senza via d'uscita...
TROPPE NOEMI...
Rondini...
Solstizio d'estate...
inquietudini le mie ...
Dolcemente ti dirò...
INFERNO ROSSO...
Quando guardi il cie...
Campidano...
lei temeva il buio...
Un esempio da... non...
Domani è un altro gi...
C'è chi dipinge la ...
Non hanno età...
PIOVE SUR BAGNATO (...
Dolce Carezza...
Spensieratezza...
Come un subacqueo...
HAIKU...
E' oggi il giorno mi...
Sconosciuto...
Dietro i tuoi occhi...
Aquila...
Curriculum Vitae...
Il treno...
Vestiti...
SARO' DI TE...
Risveglio...
VIAGGI DIVERSI...
Cavalco le onde dell...
Alba marina...
L'ira di Lorenza...
La lettera...
Padre Vostro...
A Nòtt...
Quel sussurro...
Quel sorriso...
Nuovi aquiloni...
Le magiche lucciole ...
Quel taxi...
Si può dire grazie s...
L'amante...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Cercando Pessoa

Cercando Pessoa
tra i saliscendi di un giorno d'autunno
come un soffio di vento
che ammalia le foglie
e ne rende mansueto il colore
adulando l'aroma
di un caffè nero bollente
mi sottometto
alla sirena di Belem
che si specchia nel Tago
e riluce di luna
il suo figlio più amato.


Ho le sponde di queste acque
tra le mie braccia tese
e l'oblio di questa terra
che lusinga l'attesa
e si prepara alla danza
dell'antico rituale
come gemma che si rinnova
ad ogni piè sospiro
e le ciglia mute
all'incanto della psiche.


Cercando Pessoa
tra ciliegi e castagni
in una grotta di silenzi
che sa inghiottire il mare
e passi misurati
su bracieri ammiccanti
che declinano al fato
la desinenza di nuove impronte
mi sottometto
alla magnificenza dell'attimo.


Ho cosce sorde
e lamenti afoni
all'invadenza del tempo
che lobotomizza il pensiero
e ho euforia di momenti
se le mie dita sfuggono
al ridondante cliché
di una mano a comando
che stupra il sogno
di un'infanzia interrotta.


Obrigado Pessoa
Muita saudade.



Share |


Poesia scritta il 08/11/2017 - 20:38
Da Enrico Danna
Letta n.178 volte.
Voto:
su 2 votanti


Commenti


E' divinamente bella!!!
E Pessoa onorato!
Complimenti

margherita pisano 09/11/2017 - 21:36

--------------------------------------

ENRICO D. Bellissima poesia...

mirella narducci 09/11/2017 - 09:44

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?