Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

L' amore, quello ver...
NARCISO...
ART BAROQUE...
...E non finisce cos...
Le donne sono ROSE...
VINO GENTILE...
CERCO UN CIRCO...
colore...
PER GIAN LUPO...
Persi l'infinito il ...
Pensiero...
Se i secondi, fosser...
Per te...
La magia della sera....
Ogni lacrima ha un c...
Samir...
Dal silenzio al taji...
Chi va e chi viene...
Licata...
Un'esistenza alterna...
COME L'EDERA...
Rumore di passi...
ASCOLTO, LEGGO, SCRI...
Riflessioni seconda ...
Solo per te Luigi...
la Genesi...
Ancora amare...
sei bella...
Sapessi...
Foglie morte...
vedere una Donna...
Insomnia...
LA FOGLIA D\\\'ORO...
RICORDAR L // AUTUNN...
Niente poesia....
I have a dream...
La lontananza tra no...
L'essenza dell'esist...
Fra battiti di cigli...
Cieca e inclemente...
METEO IN TV (io e mi...
Come vorrei......
Pieve Solinga(prima ...
L' ESSENZA...
Se porti il dono so...
Uomo libero,della ca...
Farò un falò...
Sandali...
Perduto l'attimo...
VENT'ANNI...
Ricordati che...
La beffa. Haiku...
TU SEMPLICEMENTE...
È un desiderio...
Ti terrei stretta la...
DI NUOVO TU...(Prima...
Briciole di speranza...
Fotografare...
IL BAMBINO DI IERI...
AMOREVOLI AROMI...
Dormire Sognare Leva...
Pin, Pun, Pan...
MIO DIVINO AMANTE...
LEA E SUA MADRE...
SOLLEVAMI DI PASSIO...
Solamente una ragazz...
Tormento...
Inno all\'amore...
Ai ferri corti...
Il cocktail dell'osc...
Lettere...
c'è stato un tempo...
21 settembre...
Il mondo...
Il vento porterà con...
Vivono nella convinz...
L'attesa...
PURTROPPO...
A CACCIA DI SO...
Niente più tormento...
Il pensiero è la vit...
quell\'unica festa...
La pioggia d'autunno...
Ricordo...
Coscienza...
L\'AMORE NEL SOLE...
IN OGNI TEMPESTA...
Spesso dimentichiamo...
Un infinito andare...
L'uomo dalla bocca s...
Faceva freddo....
Abbiamo la luce nell...
.........FARFALLE......
IL CAPO DI CASA di E...
percezione aurorale ...
NINNA NANNA...
SPOSAMI...
È mattina...
Sconosciute passanti...
Nella stanza n. 3...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it



Ecce homo

<Bestie. Uomini indegni di amorevole compassione.
Immane follia lor condusse alla perdizione...>


Primigenio Amor diede al mondo il suo gracile agnello;
Latte bianco e dolce e purissimo gli fe’ nutrimento,
in principio, estrema protezione il materno amplesso.
Sì ch’elli crebbe nella grazia, sano e forte,
fin che dalla turgida mammella si fu scosto:
più non fe’ ritorno a quel materno grembo,
ne’ genitrice sua più si curò d’ire a cercarlo.
La prima gioia ebbe a ruminar tenera erba
ne freschi pascoli di rugiada dolce mattutina,
abbeverarsi dai limpidi ruscelli ch’ivi fluiscono.
Molto, anzi, piacere gli addusse tale abbondanza,
fin tanto che il montone crebbe in gran misura,
sì che vital nutrimento divenne mera bramosia;
giunsero d’intorno quelle fauci a divorar la terra,
com’altrui già fecero nelle propinque lande.
Mai fortuna si rivelò più a tal punto propizia,
allorché fatale carestia fe' sterile sì ameno loco:
le floride verdi vallate ricoperte da soffice erbetta
or si denudavano in distese brulle e pietrose,
le terre un tempo irrorate da acque vivide e fresche
venivano solcate da meandri di fetida melma.
La penuria avea fatto alle bestie smarrir la ragione,
la fame li avea mossi l’un l’altro ad azzannarsi ‘l vello.
Le creature più umili già stramazzavano in terra:
ignobili belve dagli occhi voraci e cieca fame,
sulle infelici carcasse si avventano orribilmente,
a nutrirsi della carne empia, a suggere il sangue vermiglio.
Così, il gracile agnello, rinvenne l’anziana genitrice,
la qual buon latte generosamente un tempo offerse
e massima cura e miglior veglia da ogne periglio;
oggi al purpureo ventre materno l’agnello riede,
e di quello con impietoso atto, vilmente si nutrìca.



Share |


Poesia scritta il 07/10/2013 - 19:50
Da Raffaele Brignola
Letta n.556 volte.
Voto:
su 5 votanti


Commenti

Nessun commento è presente



Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?