Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Fotografare...
IL BAMBINO DI IERI...
AMOREVOLI AROMI...
Dormire Sognare Leva...
Pin, Pun, Pan...
MIO DIVINO AMANTE...
LEA E SUA MADRE...
SOLLEVAMI DI PASSIO...
Solamente una ragazz...
Tormento...
Inno all\'amore...
Ai ferri corti...
Il cocktail dell'osc...
Lettere...
c'è stato un tempo...
21 settembre...
Il mondo...
Il vento porterà con...
Vivono nella convinz...
L'attesa...
PURTROPPO...
A CACCIA DI SO...
Niente più tormento...
Il pensiero è la vit...
quell\'unica festa...
La pioggia d'autunno...
Ricordo...
Coscienza...
L\'AMORE NEL SOLE...
IN OGNI TEMPESTA...
Spesso dimentichiamo...
Un infinito andare...
L'uomo dalla bocca s...
Faceva freddo....
Abbiamo la luce nell...
L'inverno dietro le ...
.........FARFALLE......
IL CAPO DI CASA di E...
percezione aurorale ...
NINNA NANNA...
SPOSAMI...
È mattina...
Sconosciute passanti...
Nella stanza n. 3...
Nella sera...
PERCOSSO DALLA VITA...
Riflessioni...
LA SFIDA...
Onda che va verso or...
Cambiamenti...
Un ber piatto de cac...
Senza cielo...
A Te...
Quanto può influire ...
RICAMI DI CIELO...
Distanze...
comprendere gli esse...
Contrasti...
Dolci parole per spi...
MOMENTI DE GAFFES...
Pace a te......
Senza ispirazione...
Messaggio...
Racconto patafisico...
Una penna che non sc...
Degli occhi il mondo...
PALLIATIVO...
Per un semplice filo...
Distanze...
Livorno 16-09-2017.....
un pensiero...
L'AMORE DRAMMATICO P...
Vieni, Sera...
Turbolenze dell'anim...
PINO DELLA VANVERA...
PER CHI AMA LA ...
Spezzata in due...
Una bambola in dono...
Stasi...
La calunnia...
Vorrei essere l'aria...
L\'EMOZIONE DELLA PO...
Devi reagire...
Io vivo attraverso t...
Quando, un addio...
Rimiro.....
DISSIPAR MALINCONIA...
Un leopardiano Bukow...
Senso...
Matrioske (C)...
LA PENNICHELLA di En...
Impulso avvilito...
Una grossa bugia, de...
Sacco di roma...
Io confesso...
L'azzurro oltre l'os...
Le mie urla rimbomba...
Chi prova gratitudin...
Domani...
Attore...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it



Elì, Elì, lamà sabactàni?

Picchia senza ritegno la notte
scandendo ore immortali
nel suo rammendare assenze.
Nodi di lacrime echeggiano
come tuoni nell'eclissarsi
del sole al crepuscolo,
quando adagio il dolore
inghiotte l'orizzonte nel vino.
E marcisce il cuore,
urtando sul bordo
d'un bicchiere avvelenato
che non lascia attimi
né respiri tra menti dementi
imbrattate di fumo e alcool.
Sanguina il respiro
nell'affannoso pietoso celarsi
al cospetto della luna
che arresta mari e venti.
E sui binari giri in tondo
illudendo la ragione,
sniffando ghiaccio infelice
in polmoni di cartone.
Stanco cedi alla notte stuprata,
e sulle rive d'un pianto,
trafitto nelle ossa,
s'innalza al cielo
il grido del perdono.


Share |


Poesia scritta il 12/12/2013 - 01:31
Da Salvo Romano
Letta n.433 volte.
Voto:
su 6 votanti


Commenti


Un dolore che scarnifica l'anima il tuo il dolore di chi consapevolmente si fa del male e si annulla,un dolore che alla fine non può che rivolgere il suo urlo stremato al cielo,e domandare (Dio mio perché mi hai abbandonato?) Intensa!!

Claretta Frau 14/12/2013 - 15:38

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?