Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Musa...
Pensieri e il mare...
IL PECCATO NON ...
Al Parco...
Mazzarò...
Nasce un amore...
Futuro strano...
IL MARE E NOI...
La padrona delle bam...
Cercare...
Oltre...
Polvere......
Nitente (Alinea I)...
Orizzonti...
STRUTTURA DI OCCHI C...
LA MAGIA DELLA LUCE...
I VERSI...
ER PAJACCIO di Enio ...
Uno...
Il veliero...
Prigioniera...
Gli amanti...
Taburno...
L'ESTATE DEL FALCO...
La breve estate dell...
Ad occhi chiusi...
L'indifferenza...
L'insegnante degli i...
Quella calda estate ...
SILENZI...
Enigmatico...
Anima inquieta, mio ...
Non si spiega tutto ...
PIOVE...
No Selfie...
Chiesa di Sant'Elia ...
Codice...
Se conosci la triste...
Scegli sempre quello...
Il Caso....
All'amico...
Genova...
Arriva da lontano...
Stelle cadenti...
AMARCORD...
LA SCERTA di Enio 2...
Giocare con le parol...
Tramonto ad oriente...
Chiudendo bene gli o...
Ascolta il vento....
presso un castello...
Lasciare...
I due volti della no...
SENSAZIONI...
QUANTI PERCHE'...
Evanescenza...
Le piccole anime...
Ti cercherò...
Senza via d'uscita...
TROPPE NOEMI...
Rondini...
Solstizio d'estate...
inquietudini le mie ...
Dolcemente ti dirò...
INFERNO ROSSO...
Quando guardi il cie...
Campidano...
lei temeva il buio...
Un esempio da... non...
Domani è un altro gi...
C'è chi dipinge la ...
Non hanno età...
PIOVE SUR BAGNATO (...
Dolce Carezza...
Spensieratezza...
Come un subacqueo...
HAIKU...
E' oggi il giorno mi...
Sconosciuto...
Dietro i tuoi occhi...
Aquila...
Curriculum Vitae...
Il treno...
Vestiti...
SARO' DI TE...
Risveglio...
VIAGGI DIVERSI...
Cavalco le onde dell...
Alba marina...
L'ira di Lorenza...
La lettera...
Padre Vostro...
A Nòtt...
Quel sussurro...
Quel sorriso...
Nuovi aquiloni...
Le magiche lucciole ...
Quel taxi...
Si può dire grazie s...
L'amante...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Facim'ni 'na risata!

A vvoti ni pinzamu ca putimu
fa' cuddu ca vulimu pi campari
e facimu ti tuttu cu vivimu
in motu ca no' n'hama lamintari.


Ca havà passà' 'na vita lu sapimu,
ma no' ssapimu com'havà passari.
Percé hama ffari quantu no' vulimu
e t'ogni cosa n'hama 'ncaricari?


Facim'ni 'na risata e po' si penza!
Vivimu cueshta vita spinzierata,
cá pi lu reshtu shta la Pruvitenza!


Ognittanta nci voli 'na risata!
Facimu com'a cuddu ca ccappò:
'nu pìputu si feci e si cacò.


Poi, quannu s'ni 'ddunò,
capìu ca ci hama ffari quarche cosa,
armenu no' hava èssi virgugnosa.


Traduzione.
Facciamoci una risata!


A volte pensiamo che possiamo
far quello che vogliamo per campare
e facciamo di tutto per vivere
in modo da non doverci lamentare.


Che deve passar una vita lo sappiamo,
ma non sappiamo come deve passare.
Perché dobbiam fare quanto non vogliamo
e d'ogni cosa dobbiamo preoccuparci?


Facciamoci una risata e poi si pensa!
Viviamo questa vita spensierata,
ché per il resto sta la Provvidenza!


Ogni tanto ci vuole una risata!
Facciamo come quello cui capitò:
un peto fece e si cacò(addosso).


Poi, quando se ne accorse,
capì che se dobbiam fare qualcosa,
almeno non deve esser vergognosa.


Nota: Sonetto caudato che si esprime con un certo
senso di menefreghismo e volgarità, ma il
suo fine è quello di suscitare la risata
del lettore. Nella coda diviene assennato.
Schema: ABAB/ABAB, CDC/DEE, eFF.



Share |


Poesia scritta il 09/05/2014 - 11:27
Da Giuseppe Vita
Letta n.417 volte.
Voto:
su 6 votanti


Commenti

Nessun commento è presente



Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?