Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Eppur mi sono scorda...
Istantanee...
Ultima goccia di cer...
CHE FATICA AMARTI...
Tu che più di chiunq...
VENTUNO A RISPETTO D...
BASTA...
il ruolo del poeta...
QUESTO È IL MIO NATA...
Disperso in una nott...
È Natale che...
Un gelido tramonto...
Antonio...
Come è grande...
Fido...
La fioraia...
IO SONO CAMBIATA...
Cielo pirico...
E mi cruccio, a sera...
Un brano al vento...
Io volo...
Rimembranze...
Monologo del Tacchin...
Mia adorata Paky...
Scelgo le perle...
LA POESIA PIÙ BELLA...
Luci di Natale...
Lettera ad un amico...
Se mi ami...
bene e male...
La moje in vacanza (...
Riempimi di te...
Lacrime...
LUCCIOLE IN CIELO ...
milite armato d'amor...
Un solo colpo...
L'amore ricordato...
A Marta...
ultimi pensieri...
NATALE...
Il suo bastone assen...
Inedia...
Il barattolo...
esecrerò l'odio...
SOSPIRO D'AMORE...
IL SOGNO DI UN AMORE...
La sposa triste...
Dialogo di due innam...
LENTI A CONTATTO...
VISO DI LUNA...
AMORE...
Non sei tu(C)...
Danza...
LUPO AFFAMATO...
LA FESTA DEL LUPO...
Vivo......
Il fesso...
Francesco Forgione...
I miei occhi...
Furto di cocaina...
Un Abbraccio...
Fantasia...
Una delle tante...
Giornataccia!!!...
LA VITA TI HA SCELTO...
L'ODIATO LUPO...
Natale 2017...
Questo può diventare...
Non sprecare il tuo ...
Nuvole 2...
L'altra metà del cie...
E quando le creature...
Vorrei ma non posso...
Come arriva natale...
Fughe...
L'emicrania della no...
Ovunque tu sia...
DOLCI MELODIE...
L'ISTINTO...
Bava di lumaca...
Quella ragazza...
Il migliore amico de...
OTTO DICEMBRE di En...
Lupo sdentato...
Ascolta se vuoi....
Ogni fiume segue il ...
Passerà la festa...
Cappuccetto Rosso e ...
La bocca di un crate...
Un angelo senza nome...
Un altro giorno...
Tu vai, io sono qui...
Solamente felicità...
In Do maggiore...
AD ALDO MINIUSSI, CA...
Tornando a casa...
Solitudine...
UN LUPO NON TRO...
e dimenticare...
Imparare dalla sempl...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Sacro Altare di Fiamma

Un sacro altare si erge
tra le dense nubi,
nelle fredde terre,
al centro del vortice
di ghiaccio condensato.


Il sacro altare
dalla grande fiamma
puntata oltre le distese di neve,
al di là dei neri orizzonti,
illuminando le terre
in cui i morti vivono.


Ma i padroni dei cani
dalla bocca di veleno
tentano sempre di far crollare
il tempio nascosto,
così da voler spegnere la fiamma
nell'eternità in cui è custodita.
Ma la fiamma rossa
brucia dagli infiniti spazi siderali,
oltre le galassie,
oltre i soli
e oltre la stella del mattino.


Impossibile spegnere il fuoco,
solo il suo custode può decidere
qual è il suo destino.
Ma questa scelta
sembra troppo affrettata,
e i giorni si stanno facendo
sempre più freddi,
anche quelli dove la fiamma
brilla incessantemente.



Share |


Poesia scritta il 16/08/2014 - 16:20
Da Lorenzo Arcaleni
Letta n.484 volte.
Voto:
su 3 votanti


Commenti


Un po' sempre, purtroppo, e ancora attualmente, suscitano veramente orrore e sgomento le perfidie di cui sono capaci certe pseudoreligioni, in nome di un dio che rappresenta unicamente la loro paurosa, aberrante sete di dominio...IL PEGGIORE e PIU' NEFASTO: quello sulle coscienze.

Vera Lezzi 17/08/2014 - 18:10

--------------------------------------

Ti ringrazio Genoveffa, diciamo che hai colto ;)

Lorenzo Arcaleni 17/08/2014 - 18:05

--------------------------------------

Dio non permetterà che quella fiamma si spenga,nonostante i cani e le belve inferocite Lui non permetterà che il suo Regno venga distrutto.Cosi l'ho interpretata se ho errato chiedo venia,La Fede trionfa sempre ,bisognerebbe che lo capissero i potenti che sputano fuoco sugli innocenti.Fa riflettere ,complimenti Lorenzo

genoveffa 2 frau 17/08/2014 - 17:15

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?