Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

ER PAJACCIO di Enio ...
Uno...
Il veliero...
Prigioniera...
Gli amanti...
Taburno...
L'ESTATE DEL FALCO...
La breve estate dell...
Ad occhi chiusi...
L'indifferenza...
L'insegnante degli i...
Quella calda estate ...
SILENZI...
Enigmatico...
Anima inquieta, mio ...
Non si spiega tutto ...
PIOVE...
No Selfie...
Chiesa di Sant'Elia ...
Codice...
Se conosci la triste...
Scegli sempre quello...
Il Caso....
All'amico...
Genova...
Arriva da lontano...
Stelle cadenti...
AMARCORD...
LA SCERTA di Enio 2...
Giocare con le parol...
Tramonto ad oriente...
Chiudendo bene gli o...
Ascolta il vento....
presso un castello...
Lasciare...
I due volti della no...
SENSAZIONI...
QUANTI PERCHE'...
Evanescenza...
Le piccole anime...
Ti cercherò...
Senza via d'uscita...
TROPPE NOEMI...
Rondini...
Solstizio d'estate...
inquietudini le mie ...
Dolcemente ti dirò...
INFERNO ROSSO...
Quando guardi il cie...
Campidano...
lei temeva il buio...
Un esempio da... non...
Domani è un altro gi...
C'è chi dipinge la ...
Non hanno età...
PIOVE SUR BAGNATO (...
Dolce Carezza...
Spensieratezza...
Come un subacqueo...
HAIKU...
E' oggi il giorno mi...
Sconosciuto...
Dietro i tuoi occhi...
Aquila...
Curriculum Vitae...
Il treno...
Vestiti...
SARO' DI TE...
Risveglio...
VIAGGI DIVERSI...
Cavalco le onde dell...
Alba marina...
L'ira di Lorenza...
La lettera...
Padre Vostro...
A Nòtt...
Quel sussurro...
Quel sorriso...
Nuovi aquiloni...
Le magiche lucciole ...
Quel taxi...
Si può dire grazie s...
L'amante...
Il morso della taran...
L' INFELICITA' SI...
Buon compleanno...
E' nella supponenza,...
La prima estate al m...
Faccia da Cereali...
LIBERTA'...
Falsi d'autore...
Arrivi tu...
Nostalgia amara...
Chiamatemi Aquila...
I bisbigli del cuore...
SEI NELLE MIE MANCAN...
LA LOTTA DEL SOLE di...
Periferie...
Francisca...
Un dolce per te...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Sacro Altare di Fiamma

Un sacro altare si erge
tra le dense nubi,
nelle fredde terre,
al centro del vortice
di ghiaccio condensato.


Il sacro altare
dalla grande fiamma
puntata oltre le distese di neve,
al di là dei neri orizzonti,
illuminando le terre
in cui i morti vivono.


Ma i padroni dei cani
dalla bocca di veleno
tentano sempre di far crollare
il tempio nascosto,
così da voler spegnere la fiamma
nell'eternità in cui è custodita.
Ma la fiamma rossa
brucia dagli infiniti spazi siderali,
oltre le galassie,
oltre i soli
e oltre la stella del mattino.


Impossibile spegnere il fuoco,
solo il suo custode può decidere
qual è il suo destino.
Ma questa scelta
sembra troppo affrettata,
e i giorni si stanno facendo
sempre più freddi,
anche quelli dove la fiamma
brilla incessantemente.



Share |


Poesia scritta il 16/08/2014 - 16:20
Da Lorenzo Arcaleni
Letta n.509 volte.
Voto:
su 3 votanti


Commenti


Un po' sempre, purtroppo, e ancora attualmente, suscitano veramente orrore e sgomento le perfidie di cui sono capaci certe pseudoreligioni, in nome di un dio che rappresenta unicamente la loro paurosa, aberrante sete di dominio...IL PEGGIORE e PIU' NEFASTO: quello sulle coscienze.

Vera Lezzi 17/08/2014 - 18:10

--------------------------------------

Ti ringrazio Genoveffa, diciamo che hai colto ;)

Lorenzo Arcaleni 17/08/2014 - 18:05

--------------------------------------

Dio non permetterà che quella fiamma si spenga,nonostante i cani e le belve inferocite Lui non permetterà che il suo Regno venga distrutto.Cosi l'ho interpretata se ho errato chiedo venia,La Fede trionfa sempre ,bisognerebbe che lo capissero i potenti che sputano fuoco sugli innocenti.Fa riflettere ,complimenti Lorenzo

genoveffa 2 frau 17/08/2014 - 17:15

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?