Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Poesia su Rita Levi ...
MAGIE...
Nel fremito di vita...
Il mondo è fatto di ...
Lo Spettro Del Nostr...
C'ERA UNA VOLTA UN B...
IL SORRISO Il sor...
Un infinito amore...
acqua...
Anche l'inferno ti s...
GOCCE...
Un breve istante, un...
vorrei sparire......
vorrei cadere...
La camicia a quadri...
Voglia di sale...
Sotto il faro spento...
'Na cosetta...
Il giorno non sempre...
Freddo(C)...
L'odore del mare...
L\'anima gemella...
LA VITA E' SOG...
Il puzzle...
Impotenza....
L'età: Il tempo la ...
SCHELETRI di Enio 2...
Il richiamo della ge...
eterno gelo...
Finchè avrà voglia d...
Il suono del vento...
Oltre ai giochi otti...
IL BOSCO...
La terra dei sogni...
S.Francesco....
Il desiderio inconsc...
Lultimo calzolaio...
Mimmo...
Un nuovo martire - G...
Io ti appartengo...
Non ci riesco....
La vita è come il ci...
Un giorno di notte...
lo ha riposto lì...
Consolazione...
Quel venticello...
Gli strani animali d...
Non servono parole...
Insonnia...
Purtroppo non è poss...
OGNUNO IL SUO MESTIE...
Ciò che voglio....
ciò trovo nel vagare...
Lettera ad Alex...
TU LE STAGIONI ...
che importa...
Il Perché...
Lacrima d'amore...
Profilo migliore...
UNA NOTTE FORSE......
IL COLORE DELLE FAVO...
Via vai...
Ho visto anni passar...
Tu sei la primavera...
Ricordi 2...
A volte... non lega...
Angelo della Notte....
Buongiorno...
La forza degli alber...
Non puoi generare su...
L'universo...
Appiglio...
Quell'attimo sublime...
ANIME IN VOLO...
Primavera sulle lame...
Fascino Veneficium...
Fragili promesse...
immigrato...
E poi…....
Fateve 'na risata !...
La frutta...
LA PORTA...
Come un fior di ninf...
Risoluzioni...
Pulcini...
Giungono messaggi da...
Madeleine...
Le ribelle....
Il Genio della Lampa...
Dolce sentire...
Le nostre opere...
L’autentico respiro ...
Cowboy...
SELVAGGIO O DOLC...
Nel linguaggio ci so...
Energia Musicale...
teorema...
Pianoforte...
La scatolina di latt...
IL DESTINO UNA SERA...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

La Pietra Filosofale

Una volta la parola
era passata al di là dei venti, dei mari,
di tutto ciò che era materia,
come un fulmine
si era propagata per tutte le terre
della grande sfera.


Un abisso la circondava
come gli occhi del mercante d'oblio,
venditore di macchine
per cucire le bocche
e tappare le orecchie,
ma la visioni erano chiare,
l'uomo si affannava
alla ricerca di se stesso.


Ma esso era abituato
al tempo che corrode,
alla fame che morde,
alla sete che affoga
e alle parole che illudono.


Un opera grande,
quanto il cielo di autunno,
immersa nelle piccole foglie
del mondo, al centro del vuoto,
nella camera segreta,
al di là dell'abisso,
un alchimista creò
la pietra filosofale
grazie alla parola primordiale
che scese dall'alto.


Incarnata la parola
l'alchimista sparì nel nulla, così,
come un soffio,
portò via con sé
il segreto della vita.


Ma quell'ultimo viaggio
era forse il ritorno
ai luoghi celesti.



Share |


Poesia scritta il 25/08/2014 - 17:33
Da Lorenzo Arcaleni
Letta n.544 volte.
Voto:
su 4 votanti


Commenti


Vi ringrazio infinitamente!

Lorenzo Arcaleni 26/08/2014 - 10:18

--------------------------------------

Una poesia dai vasti orizzonti..."Intensa", come dice Genoveffa. Così sia per Te anche questo giorno. Vera

Vera Lezzi 26/08/2014 - 09:40

--------------------------------------

hai descritto la creazione della terra con tutti i pregi e i difetti che si è costruita nel tempo rincorrendo chissà quali sogni ,eccezionale la chiusa,il ritorno ai luoghi celesti,molto bella,intensa,sempre bravo LORENZO

genoveffa 2 frau 26/08/2014 - 07:27

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?