Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Pirchì scappi?...
Dentro a una parente...
Giulia...
AMOR CHE A NULLO AMA...
Il cantautore...
Spesso nelle risate ...
Terre in moto...
Oasi...
A volte il perdono r...
La mia dolce musa...
Fiammelle Autunnali...
SCOMMESSA CON IL DES...
Un mattino d'autunno...
Ch'io possa...
Il borgo...
Le vere gioie...
Non calpestate la po...
Piacere, sono IO....
RIMEDI PER CHI RU...
SOSPIRO...
Chissà se Chiara Dor...
DOLCE TRISTE AT...
baciata dalla luna...
Quel che rimane...
Ode a Trieste....
Ebbrezza marina...
Prime impressioni...
La luce negata...
Poche Luci...
Gelato a due gusti...
Alba...
RIFLESSO DI SGUARDO...
IL PRESENTE...
LE CAVERNE DEL CUORE...
Il dolore è come un ...
Campi di anime, per ...
Grigio di nebbia...
Un fiume rosso sangu...
Vola in alto Perché...
PENSIERO D'AUTUNNO...
a Charles Bukowski...
Le rapide dei sogni....
POLVERE D'AMORE...
Attimi...
Diniegato...
Al buio di una caver...
A Genti quannu tinta...
Sfumature d'indaco...
In città...
ECLISSI DI LUNA di E...
Quando va via la neb...
Problema...
adamo ed eva...
Giorni di paura...
Ho ucciso il mio Cuo...
DUBBI...
L'obeso...
ho visto Te...
la fine...
Il tuo amore per me...
Il Silenzio...
OSSERVARE ANCORA...
Ho perso il cielo st...
non camminare davant...
Il salvadanaio...
PER IL SITO...
Scivolano le ombre...
I PROBLEMI DEL ...
AUTOMA...
Dedicato da te a me...
Su questa mia terra...
Ti sento...
Er patto cor demogno...
La grotta nell’autob...
dal giorno alla nott...
LA POLLIVENDOLA...
Autunno per un amico...
Trapasso...
Le mille cose che no...
FIGLIO MIO...
Azzurro...
Il mare verde...
L'allegra triestina...
Spero...
Angeli...
la rifrazione illuso...
Dille ch'io la amo...
Scarmigliata...
A te...
Io e la vita...
Il mio amore non c'è...
ER POVETA E L'UCELLI...
Monotonia uccide poe...
Pensando...un addio!...
La vita è una meravi...
Come rami di uno ste...
TOMBINO...
Foglie morte...
Avida la mia bocca!...
Il farmacista...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

La Sorti

La vita atru non è ci no' 'na scena;
lu munnu tiatru e ssimu nui l'attori.
Shta ci la parti faci a malapena
e ci la faci totta cu lu cori.


Ma, gira e vvota è ssempri 'na catena,
percé 'nu quartu sgobba cu sutori;
l'atri tre quarti no' ni tennu lena
e no' si sparti suezzu lu dulori.


L'attori, quannu sbaglia, no' l'ammetti
cu pó pariri all'atri ca è cchiù fforti,
ma, propriu quannu menu ti lu 'spietti,


s'è gia 'rrinnutu ti fronti alla Morti.
Nui simu sulamenti mariunetti
e ci manovra tuttu èti la Sorti.


Traduzione:
La Sorte


La vita altro non è se non una scena;
il mondo teatro e siamo noi gli attori.
C'è chi la parte fa a malapena
e chi la fa tutta col cuore.


Ma, gira e volta è sempre una catena,
perché un quarto sgobba con sudore;
gli altri tre quarti non ne hanno lena
e non si divide uguale il dolore.


L'attore, quando sbaglia, non l'ammette
per poter sembrare agli altri che è più forte,
ma, proprio quando meno te lo aspetti,


s'è già arreso di fronte alla Morte.
Noi siamo solamente marionette
e chi manovra tutto è la Sorte.


Sonetto classico in vernacolo sanvitese con
relativa traduzione. Schema: ABAB/ABAB,
CDC/DCD.



Share |


Poesia scritta il 07/09/2014 - 12:36
Da Giuseppe Vita
Letta n.616 volte.
Voto:
su 6 votanti


Commenti


DELIZIOSO sonetto,gradito,reale come la vita,complimenti GIUSEPPE

genoveffa 2 frau 07/09/2014 - 23:17

--------------------------------------

UN SONETTO PREGNO DI REALE... METRIALMENTE PERFETTO...

Rocco Michele LETTINI 07/09/2014 - 21:45

--------------------------------------

Particolarmete apprezzata nella versione in vernacolo, dialetto che ben conosco.
Ciao e grazie!
Aurelio

Aurelio Zucchi 07/09/2014 - 21:33

--------------------------------------

No, Giuseppe caro, no! Ti voglio bene, ma marionetta, no, non me lo puoi dire! Non puoiiiiii! E nemmeno a TE. Tutto, ma questo no. Hai mai pensato quanto costi a Dio, prima ancora che a noi tutti, la LIBERTA'?! L' ! Vera

Vera Lezzi 07/09/2014 - 21:13

--------------------------------------

Quant'è bella e vera la tua poesia!
Complimenti Giuseppe.

Paola Collura 07/09/2014 - 20:29

--------------------------------------

Certo, in questo teatro ch'è il mondo, ognuno di noi ha una scena da recitare. Tuttavia, all'interno di un canovaccio, è libero di esprimersi, come crede. C'è chi s'immedesima, come un vero attore sa fare; chi si limita a fare la comparsa e chi, pur recitando da cani, si sente ed è portato più avanti degli altri. Questo fino all'ultima scena, in cui tanto, tutti saremo attori allo stesso modo e dimostreremo veramente quello che siamo stati e quallo che invece siamo.
Sempre bravo Giuseppe. Buona serata, Salva!

Salvatore Linguanti 07/09/2014 - 19:19

--------------------------------------

Marionette nelle mani del Destino.
Ma non sempre, dai, e non del tutto.
Piaciutissimo il tuo bel sonetto, Giuseppe, bravo come sempre.
Un caro saluto a te,
Marina

Marina Assanti 07/09/2014 - 19:10

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?