Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

ERI UN AMICO...
Foglicidio...
Una volta soltanto...
NANI STRANI...
Cosa resta...
ACINI ACERBI...
se questo è un uomo...
Sei solo riflesso de...
Può darsi...
Il vento dell'invern...
Non me ne vado...
L'Angelo custode...
Carezze lontane...
‘NA SETTIMANA A NATA...
l'ultimo petalo...
In questo abbraccio ...
Dopo le onde il Mare...
L' ANIMA HA PAURA...
Il mio sentire di do...
orizzonti...
IL mio compleanno...
Memorie...
Io sono il mio libro...
Luci...
NATALE...
urlo muto...
L’ARENA DEL TORERO E...
Verso l'onerosa cata...
Vorrei...
Siamo creature in ca...
Sei acqua...
Un amore speciale...
Femme fatale...
La voce del silenzio...
Da Lui mi aspetto qu...
NELL'EMOZIONE... UN ...
essentia...
Nell'immensità del m...
A mio padre...
BUON NATALE...
volo libero...
Talvolta...
Mezzogiorno d'invern...
Vigilia di Natale...
E' così vicino il ci...
A Babbo Natale...
Serata in auto con u...
FRAGILE Mistero...
La solitudine di una...
Rivivo la notte in s...
Accenti d'inverno...
Il faro....
ARIA CHE MANCA...
Falsi amori...
Mare in tempesta....
pensieri dicembrini...
LUPO SOLITARIO...
nella tela del ragno...
TORNERANNO...
....CRISTIANO sul...
quella sera...
Senza luce...
La terra è pronta...
INCHIOSTRO ROSSO...
Il Santo...
Un giorno speciale...
Cànone inverso...
NATALE S’AVVICINA d...
Il gioco dei dadi...
Insonnia...
Se avessi un francob...
Caspita!...
SOLO L'AMORE E' COMP...
Gerusalemme...
STORIE DEL FIRMA...
Buon NATALE...
Voglio essere fragil...
Raggio di sole...
Il Sonnambulo...
Il mio regalo...
Silenzio...
Spegni la luce...
ACCENDERÒ LA NOTTE...
IL tuo pezzo di mond...
Custodi di sentiment...
Space Invaders...
Natale...
La nostra vita segre...
AMICO CARO...
Grigio ore 12,00...
In quel sogno reale...
Brrrr... che freddo!...
Un presepe speciale...
L'uomo più Felice...
Abissi...
TORNA...
Ci sono ore...
Gesù di quercia...
L\\'ALBA DEL RISVEGL...
Ce ne siamo fregati...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Sorelle

Quelle che hai, o quelle che vorresti avere?...
Veramente quando io ero piccola volevo un fratello,...più grande....ma io ero la prima?!
Perciò quello che nei miei pensieri era un bisogno di complicità o forse la parola esatta era cameratismo.....non era possibile visto che solo dopo 2 anni è nata A. la prima sorella.....compagna di giochi e l'altra B. la piccola, nata dopo 15 anni, visto che il mio papà era morto quando io avevo 8 anni.
Ho un bellissimo ricordo della mia infanzia, anche se papà non c'era più, la sua figura maschile mi è mancata tanto dopo, all'età di 15 anni quando avrei avuto bisogno di un indirizzo, di un esempio, di un giudizio da un altro punto di vista e di una coccola perchè mio Papà era veramente burlone e gentile al tempo stesso.
Ho anche alcuni ricordi della sua figura, ma immaginando come sarebbe stato con me da grande, e le cose che ci saremmo dette, mi ha sempre accompagnato anche nel mio futuro.
Sentendolo sempre vicino a me anche nei momenti difficili della vita, mi ha lasciato una eredità positiva, il suo carattere, sempre allegro, come me...pieno di idee e entusiasmo...e un uomo dal fascino da play boy.. bè io un pò meno ma quel carisma da sfondare tutte le barriere bè sì io ce l'ho...
ma scusate ho tralasciato il tema principale.....sorelle.
Bè, A.la mia compagna di giochi ha veramente condiviso tutto con me, il dolore,i pianti di mia madre ma anche le gioie dell'infanzia fatta in due, anche sogni condivisi quello del ballo e la pallavolo e i primi ragazzini...veramente più lei ,io ero quella estroversa ma da quel punto di vista diventavo timida e selettiva....i compagni di giochi e i diari scritti con i segreti delle nostre prime esperienze.
Invece l'altra, B.la piccola era quella dalla vita facile, mia mamma si era risposata ed era talmente felice che non riusciva a dirle di nò ..però per noi che avevamo vissuto un'infanzia diversa, non era giusto che non le venissero neanche spiegate le cose...tipo non si pùò perchè..


Comunque, diciamo che IO ero quella che voleva fare un corso di bogie-bogie, viaggiare, conoscere il mondo, andare a teatro e lei invece molto più introversa e più pratica,più terrena non condivideva le mie scelte e abbiamo preso due strade diverse sempre da 17enni, ideologicamente.
Avevamo molto amore per la famiglia ma poca complicità .
Io invece ero la sognatrice quello che pensava che tutto era possibile basta volerlo.....e questo devo dire è sempre stato il mio punto di forza.
La piccola ora ha trovato la sua strada, mia madre si è prima separata ,perchè ha capito cose che prima non vedeva, quando la piccola aveva 13 anni, è stata legata a noi due, anche se era sempre spalleggiata dalla mamma. Gelosa di ognuna di noi e volendo sempre essere lei al centro di questa famiglia, non amava la nostra indipendenza cioè la mia visto che le altre erano in qualche modo frenate da lei.
Adesso che siamo adulte, ognuna la sua famiglia, troviamo il tempo di farci più confidenze,ci troviamo al cinema, e anche nel tempo libero si parla di tutto e dei sogni che in parte abbiamo realizzato, anche se penso che le potenzialità dell'adolescenza con l'irruenza dei sentimenti che ti travolgono sia e rimanga la parte della vita più importante in assoluto.
E forse noi ne abbiamo perso una parte.
Ma io ancora adesso, cerco questo dialogo scanzonato con loro rispettando , la loro idea di vita.




Share |


Racconto scritto il 05/04/2011 - 23:38
Da Alice clarence
Letta n.520 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti

Nessun commento è presente



Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?