Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Ninna Nanna...
CORALLINA...
ANGELI...
Giochi di fantasia...
ECO INFINITO.......
CLOWN...
Questo strano. Senti...
Gocce d’acqua...
Solo un sorriso...
Fiori Liberi...
La vita mi schiocca ...
Girotondo tra le ste...
LA LUNA NON SI SPEGN...
Milano vanesia...
Guarderò la luna mor...
Dolce follia...
Attraverso lo specch...
LA MUSICA DEL CUORE...
guardandoti...
Kaori la rossa...
Ruderi ricordi...
Quando tu......
Buon Natale a tutti,...
LA MIA CANZONE...
Avrai......
A Natale si assapora...
Carne da poesia...
Ancora......
Emozioni...
I RICORDI RESTANO...
Nun so romano...
Mentre le mani...
LUCCIOLE IN TERRA ...
Ancora domani...
superbia...
tempesta dentro...
TEMPESTA DI FINE AUT...
ASPETTANDO IL T...
La farfalla...
...te ne vai, con la...
Io devo proseguire...
FRIZZI E LAZZI...
Sazio d'Amore...
Invincibile...
Sola cosa importante...
Nevica...
La notte mi prende p...
Odissea d'amore...
Verità Incompiuta...
Eppur mi sono scorda...
Istantanee...
Ultima goccia di cer...
CHE FATICA AMARTI...
Tu che più di chiunq...
VENTUNO A RISPETTO D...
BASTA...
il ruolo del poeta...
QUESTO È IL MIO NATA...
Disperso in una nott...
È Natale che...
Un gelido tramonto...
Antonio...
Come è grande...
Fido...
La fioraia...
IO SONO CAMBIATA...
Cielo pirico...
E mi cruccio, a sera...
Un brano al vento...
Io volo...
Rimembranze...
Monologo del Tacchin...
Mia adorata Paky...
Scelgo le perle...
LA POESIA PIÙ BELLA...
Luci di Natale...
Lettera ad un amico...
Se mi ami...
bene e male...
La moje in vacanza (...
Riempimi di te...
Lacrime...
LUCCIOLE IN CIELO ...
milite armato d'amor...
Un solo colpo...
L'amore ricordato...
A Marta...
ultimi pensieri...
NATALE...
Il suo bastone assen...
Inedia...
Il barattolo...
esecrerò l'odio...
SOSPIRO D'AMORE...
IL SOGNO DI UN AMORE...
La sposa triste...
Dialogo di due innam...
LENTI A CONTATTO...
VISO DI LUNA...
AMORE...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it



La storia segreta di Ranocchio-tacco-principe (per bambini)

Storia buffa numero 3 (ultima)


La storia segreta di Ranocchio-tacco-principe (per bambini)


C' era una volta un... direte voi:
" Conosci le fiabe solo di tacchi... quindi sarà un altro tacco ".
Si e no... in verità era solo un pezzettino di tacco.
Se avrete pazienza vi racconterò tutta la storia.
Sicuramente vi ricorderete la novella di Cenerentola, della fata madrina e delle scarpette di cristallo.
Tutti la conoscono ma nessuno sa quello che sto per rivelarvi.
La sera che la fata si presentò a Cenerentola e fece apparire la carrozza e il vestito per il ballo al castello, fece un errore nel pronunciare la formula magica.
Disse bighete baghete bù, o qualcosa del genere, invece di bighete baghete bò che era la formula corretta.
Cosa accadde ?
La carrozza e il vestito di Cenerentola riuscirono bene, mentre le scarpette di cristallo avevano i tacchi uno più alto dell'altro.
Quando Cenerentola le mise, camminava tutta piegata da una parte e barcollava. Sembrava avesse bevuto un bel po' di vino o chissà quale altra cosa.
Non poteva andare al castello per il ballo con quelle scarpe, allora la fata pensò a come rimediare al suo errore.
Passava di lì un piccolo ranocchio. La fata lo vide e zac...
Con la sua bacchetta magica lo fece diventare un pezzetto di tacco di cristallo che saldò alla scarpa di Cenerentola.
Io ero lì, quindi vi posso giurare che il ranocchio divenuto tacco esclamò:
" Aiuto, che mi sta succedendo ?"
Un ranocchio-tacco parlante. Una cosa mai vista !
In realtà quel ranocchio era un povero principe che una strega cattiva aveva trasformato in rana per fargli un dispetto.
La fatina buona, capito cosa era successo, fece un' altra magia e promise al ranocchio-tacco-principe che a mezzanotte, sarebbe ritornato a essere un principe e non un ranocchio.
E così fu.
Allo scadere dell'incantesimo, il ranocchio-tacco-principe riprese la sua vera identità.
Contento come una Pasqua ritornò al suo castello dove fu accolto con tutti gli onori del caso.
Raccontò la sua storia ma nessuno gli credette: anzi tutti pensarono che fosse un po' matto, ma visto che sarebbe diventato il nuovo re, fecero finta di niente.
Come vi ho detto all'inizio, nessuno conosce questa storia e voi non raccontatela in giro. Dovrà rimanere un nostro segreto.




Share |


Racconto scritto il 12/11/2015 - 22:44
Da Dario Menicucci
Letta n.318 volte.
Voto:
su 5 votanti


Commenti


Pensavo che, dopo esser tornato principe, scappasse con Cenerentola!! Simpatica e originale, buona giornata!

Chiara B. 13/11/2015 - 11:00

--------------------------------------

BEH... ALZARSI CON UNA FIABA E' SEMPRE GRATO... ECCEZIONALE DARIO... LIETA GIORNATA.

Rocco Michele LETTINI 13/11/2015 - 06:51

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?