Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

a Charles Bukowski...
Le rapide dei sogni....
POLVERE D'AMORE...
Attimi...
Diniegato...
Al buio di una caver...
A Genti quannu tinta...
Sfumature d'indaco...
In città...
ECLISSI DI LUNA di E...
Quando va via la neb...
Problema...
adamo ed eva...
Giorni di paura...
Ho ucciso il mio Cuo...
DUBBI...
L'obeso...
ho visto Te...
la fine...
Il tuo amore per me...
Il Silenzio...
OSSERVARE ANCORA...
Ho perso il cielo st...
non camminare davant...
Il salvadanaio...
NIPOTI...
PER IL SITO...
Scivolano le ombre...
I PROBLEMI DEL ...
AUTOMA...
Dedicato da te a me...
Su questa mia terra...
Ti sento...
Er patto cor demogno...
La grotta nell’autob...
dal giorno alla nott...
LA POLLIVENDOLA...
Autunno per un amico...
Trapasso...
Le mille cose che no...
FIGLIO MIO...
Azzurro...
Il mare verde...
L'allegra triestina...
Spero...
Angeli...
la rifrazione illuso...
Dille ch'io la amo...
Scarmigliata...
A te...
Io e la vita...
Il mio amore non c'è...
ER POVETA E L'UCELLI...
Monotonia uccide poe...
Pensando...un addio!...
La vita è una meravi...
Come rami di uno ste...
TOMBINO...
Foglie morte...
Avida la mia bocca!...
Il farmacista...
rimembranze...
PASSEGGIATA SOLITARI...
volo d'autunno...
Infinita voglia di v...
Seppe poi sola andar...
Una richiesta vana...
Pensieri invadenti...
L'Astronomia del Fut...
Potrei darti...
Quel vino rosso ross...
Possa la preghiera s...
Le cose fatte con pa...
Mia nonna diceva che...
Bluff...
Mentre guardo la Lun...
L'UOMO COL CANNOCCHI...
Possedere le chiavi ...
SIAMO PICCOLE D...
Freddo apparente...
La prima volta...
Un ossimoro è la met...
E tu, vigliacca ment...
Salvarsi...
Foglie aperte...
FAMMI RICORDARE...
Ho visto avide bocch...
RICORDARE E' VIVERE...
Riflesso d\'Argento...
In Questo Confuso An...
Il MIO NOME È LiBERT...
Canzone per un'amica...
Tutti siamo stati ba...
La stagione dell'amo...
Canto del vento sull...
Mio Padre...
Senza tempo...
Il silenzio della ne...
Un altro whiskey...
NE UCCIDE PIU LA LIN...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Il principe del piano in mezzo

Un uomo giovane, dal viso fresco e genuino, i capelli neri perfettamente pettinati, stava appoggiato al balcone del suo castello, troppo in alto per vedere le persone che passavano sotto di lui, troppo in basso per scorgere la bandiera rosso fuoco piazzata in cima alla montagna più alta, e il panorama splendido. Era a mezza altezza, e questo lo turbava pesantemente. "E perché mai?" Penserete voi. Perché nel piano di sotto, probabilmente, avrebbe potuto osservare le fanciulle che passavano, splendide nei loro vestiti di raso, e una di queste sarebbe potuta diventare sua moglie. Eppure, il panorama che si scorgeva dall'alto, era talmente meraviglioso e affascinante che sarebbe rimasto per ore ad osservare il sole calare lentamente... Ed il cielo diventare prima rosa, poi rosso, per poi essere inghiottito dal blu notte; l'aria diventava talmente densa e fresca, che si faceva fatica a respirare. Insomma, se ne restava affacciato al balcone in mezzo tutto il giorno, tutte le ore,con la noia stampata in faccia. Più passavano gli anni, più il principe si ostinava a rimanere lì. Nemmeno quando fu incoronato re si volle spostare dal suo posto. Non vide mai le fanciulle vestite di meraviglia, né il bellissimo paesaggio che solo dall'alto si poteva contemplare. Ma quando diventò vecchio, i baffi d'argento... Capì quanto fosse stato stupido vivere in quel buco che era il balcone, e fregarsene di quello che succedeva realmente fuori. Ma era troppo tardi per cambiare quella che era la sua vita. Si addormentò, in eterno, lì dov'era sempre voluto stare.



Share |


Racconto scritto il 19/09/2016 - 18:35
Da Valentina Diretto
Letta n.263 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti


Bello, profondo. Un racconto che fa riflettere, sembra quasi una favola di Fedro (e non lo dico a caso). Molta gente si accontenta di vivere a metà, senza prendere decisioni importanti, accontentandosi della situazione in cui si trova senza provare a migliorarsi, non ha il coraggio di osare e così alla fine ci si ritrova vecchi e con la sensazione d'aver sprecato la propria vita. Complimenti sinceri. Adoro i racconti corti, scritti in modo semplice e con una forte morale dentro.

Seby Flavio Gulisano 20/09/2016 - 20:58

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?