Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Satira...
Evoluzione...
Senza riposo...
L' attimo...
Coccinella...
Ci sono sempre stato...
Lacrime...
PASTA E CECI...
Nonostante tutto. .....
cento passi omaggio ...
Venere e Luna...
Kalòs e la Cerva...
Sempre che il bar si...
La poesia mi salva...
Era un sogno?...
Dialogo dell\'amor p...
Ad Elisa...
Il segreto della pio...
SEGNALIBRO...
Libertà...
La tua mancanza si s...
Mera poesia 4....
A spasso tra le stel...
Piccola stella...
The Bad Road...
Una favola antica...
Racconti della notte...
Anche se calmo, è ...
...a te...
Il primo amore di Fr...
L’ONESTA’ DE ZIO...
La ricorrenza...
FANGO...
Tu una parte di noi...
Vivi!...
Viaggiare...
La luna e il mare...
L'Esibizionista...
PORTAMI NEI TUOI SOG...
IL NOSTRO ADDIO...
La carezza del sole...
A bordo nel mistero...
Non Sono...
La verità è come il ...
Ribelli del cuore...
Nel prato...
Silenzio...
Bangkok...
Nessun applauso...
Poesia in Re...
E' tutto troppo!...
Temporale d'estate...
TARANTELLA...
tempo...
Rosso...
DOPO UN ANNO...
I colori della vita,...
La ginestra...
FEBBRAIO OGGI E’ DI ...
La rinascitadel dest...
Tutto...
Grigia mattina...
PADRE MADRE...
Con o senza di me...
Il Calice Rosso...
La luna e il mare...
Ognuno ha diritto ad...
Il giardino di famig...
...vedi tesoro mio, ...
La madre di tutti...
AMORE AMORE... AMORE...
Tre Hayku per Sun La...
Il disegno di coppia...
Lei era vento!...
Par di vederti...
Intorno ai girasoli...
Aurelia...
In flessuosa danza...
Judo...
In quei giorni...
Notte d'estate...
Emozione pura...
Momenti...
A ricordo di un amic...
SILENZIO TOMBALE...
Piu del cielo Più d...
destino...
Il mio primo passo d...
C'è un limite...
Baldanza....
La bella rosa...
UNA NUOVA STORIA...
la domenica...
TU...
Tra vermiglio cammin...
PURA PASSIONE...
Il mago di Froc...
Rosa in russo...
Abissi...
DISASTRI 20\\ 04\...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

L'UOMO E LA BESTIA

Volevo, quel giorno, fare una passeggiata per i campi. L'aria era gradevole e i primi giorni di aprile aprivano le porte alla primavera. Le viole emanavano un profumo che sarebbe stato impossibile non sentirsi rinascere... le margherite coloravano il prato e nei fossati le anatre selvatiche portavano a spasso i piccoli anatroccoli nell'acqua rimasta. Camminavo piano cercando di non lasciare passare nessuna di queste cose. Arrivato a un angolo di fosso, da lontano intravvidi un qualcosa di scuro ma non capivo cosa potesse essere. Mi avvicinai pensando fosse qualche cumulo di foglie secche portate dal vento e invece, con grande stupore, mi accorsi della presenza di un cane lupo.Accovacciato su se stesso, mi guardava con occhi di supplica e non sapevo se fidarmi e avvicinarmi o deviare il percorso. Poi, ancora con maggiore sorpresa e guardando attentamente, mi accorsi che il cane era una lei e che (non ci volevo credere)stava allattanto due gattini piccoli.Mi avvicinai piano e la accarezzai...capii che aveva fame e corsi verso casa a prendere qualcosa ma al ritorno non c'era più... non era passato tanto tempo, un'ora o poco meno...la cercai ma non la trovai, così come non trovai i gattini...Questa cosa mi fece riflettere...pensai a quante mamme abbandonano i propri figli...e invece una bestia accoglie anche quelli degli altri...mi chiesi e, da allora mi chiedo fino a dove arriverà la bestia-uomo, con tutta la sua intelligenza che non esita a mettere su un piedistallo...la vita, a volte dà sorprese piacevoli, come questa che ho vissuto e vi ho raccontato ed è bello che sia così...la strada per l'uomo è ancora lunga e abbiamo tanto da imparare... anche dalle così dette "bestie".



Share |


Racconto scritto il 19/01/2013 - 17:28
Da antonio giraldo
Letta n.451 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti



Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?