Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

UNA DOMENICA INSIEME...
Il vento...
Un giorno da uomo...
Mia cugina Maria...
Incompleta...
Ricordi?...
Valigie Di Emozioni...
Io sono il fulcro di...
Mare...
Speriamo.......
Raul...
Ai posteri...
...ma le gambe ?...
Come quando piove...
AD ALDO MINIUSSI (+2...
Per la felicità?...
Confini e certezze...
A te. A me....
Cocci... d'Eternità....
Paralisi....
UN CORIANDOLO DI CAR...
LO SFRATTO...
Addio Divano...
Un solo pedone...
GLI OCCHI DEL F...
A piedi nudi...
A piedi nudi...
Un Sole stanco, un C...
AMICA PER SEMPRE...
Volare nel cielo del...
POMERIGGIO A VILLA B...
E' amore...
FINALMENTE DONNA...
VIBRANO I RICORDI...
Il cerchio della vit...
SFUMATURE...
Amici miei...
Quest\'amore...
ARTE INFINITISAMENTI...
comprenderesti quan...
Sconfessare sempre i...
Mirando le stelle....
Ho bisogno di parole...
Chi sei?...
CUORE NOMADE...
SABATO DIVERTENTE...
Primo binario...
Ogni giorno......
Tempo Antico...
DISTANZE (filo…sof...
Il silenzio è la vit...
Riflessi dimenticati...
NON HO MAI SEDOTTO L...
Melodia della malinc...
Più sento e più pens...
Niente e così sia...
Oggi...
Un pezzo di me....
LA BARCA DOPO UNA CE...
La libertà di scrive...
Stella Luminosa...
Il primo incontro...
Sarà neve...
Dille ch'è suo...
Scritture del cielo...
Bacio in Metrò...
Ghirlanda di mani...
La Furba Nana di Bre...
Sul cuore bianco...
Nuvole...
Isola amara...
IL SAPORE PERDUTO...
L' ECLISSI DI ...
FIGLI...
Il Caso di Gianni Is...
La tua pelle II...
Pioggia...
Un prete anarchico...
Gli occhi di una mad...
Sfida all'ultimo ban...
L'ispirazione...
senza aprire gli occ...
L\'intimità di picco...
La camicia rossa...
Corri tu...
Soliloquio d'inverno...
LA CIOCCOLATA...
Inno ad Afrodite...
Haiku 24...
Le mie mani...
L'indefinito...
AMICIZIA 2...
e tu...
Buon trapasso...
Solitudine...
Nuove fioriture...
Solitari casali....
Il privilegio di gua...
Febbraio...
e lei colse un'ultim...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

BIOGRAFIE IMMAGINARIE

Le istruzioni sono:

Inventa una storia di vita di un personaggio famoso (ad esempio: Nerone bambino che gioca con i suoi coetanei, una storia di Giuda prima che conoscesse Gesù, Dante che amoreggia in una campagna con Beatrice, Cristoforo Colombo che organizza una gita con gli amici, ecc..).


~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~

Leonardo

Anchiano! Chi l'ha mai sentito il nome di questo paese? Ma
se tu aggiungi, Comune di Vinci, subito ti richiama alla
mente un grande personaggio protagonista della storia non
solo nostra ma del mondo intero.
E' in questo piccolo paese che Leonardo nasce nel 1452
figlio naturale del notaio Ser Piero da Vinci e di una
contadina. Nasce in salute e cresce i suoi primi cinque
anni in campagna, allevato con amore e rispetto da questa
madre che si sente quasi onorata di essere stata scelta
da un signore per fargli crescere un figlio.
Il padre lo riconosce come proprio, lo mantiene e lo va
a trovare di quando in quando. E' soddisfatto che cresca
senza problemi, sveglio, curioso sempre disposto a
soddisfare ogni sua esigenza, sia lui che la madre.
Il piccolo Leonardo è da sempre attratto dal comportamento
degli animali, come sono fatti, la differenza tra un cavallo e una pecora, i loro muscoli, la struttura elegante
e scattante del primo, la mitezza dell'altro-
Un giorno, nel cortile di casa, seduto su un sasso, con
un'assicella sposta i sassolini, liscia la terra ancora
umida per la pioggia e, con un bastoncino, traccia delle
linee, una di qua una di la una sopra una sotto e si
ritrova a guardare il disegno di un cavallo, piccolo
ma tanto proporzionato che perfino il padre, appena giunto
in visita, rimane interdetto, sconcertato. Capisce che
quello che ha fatto Leonardo è qualche cosa di straordinario, lui non ha grande attitudine al disegno,
forse la madre ha delle doti nascoste che non ha mai
potuto coltivare.
Leonardo ha solo quattro anni, ma da quel giorno il padre
gli fornisce penne e carta perché possa coltivare e
sviluppare questa sua capacità.
All'età di cinque anni va a vivere nella casa del nonno
paterno con il padre e la di lui moglie, sua matrigna.
Adattarsi al meglio non è difficile, la matrigna lo
accetta con affetto ed è molto interessata alla sua capacità di esprimersi con il disegno ed alla curiosità che
manifesta per ogni marchingegno che trova in casa, che
smonta e rimonta per capirne il meccanismo.
Un giorno, all'età di circa nove anni, Leonardo chiede di
poter andare a trovare Alberta, la contadina che l'ha
allevato con tanto affetto reciproco. Chiama madre la
moglie del padre, ma c'è qualche cosa che non riesce a
capire bene, ha sentito qualche discorso in casa a proposito della sua nascita, ma ancora non riesce a
collegare in modo chiaro le cose.
Avuto il permesso, in compagnia di un servo di casa, con
un piccolo carro si avviano verso Anchiano. Strada facendo
parla con il suo accompagnatore, ingenuo e bonaccione, e
gli chiede se conosce Alberta. Il ragazzo ha un sorriso
di compiacimento e risponde:-certo che la conosco è mia
cugina, è lei che mi ha trovato il lavoro in casa vostra,
per starti vicino e darle tue notizie, dopo tutto è la tua
vera madre!-
Per Leonardo è quasi tutto chiaro e non commenta, ma quando incontra Alberta l'abbraccia forte, la guarda bene in viso e vede in lei i suoi tratti.
La sua vita non cambia per tutto questo, all'età di
diciassette anni diventa apprendista nella bottega del
Verrocchio e da li in poi è storia......
Lorenzo il Magnifico è Signore di Firenze.



Share |


Scrittura creativa scritta il 13/02/2014 - 17:43
Da Lucia Ghitti
Letta n.486 volte.
Voto:
su 2 votanti


Commenti

Nessun commento è presente



Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?