Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

IL MONDO RESTA...
Grazia Deledda...
IL TEMPO UN MO...
Mani in pasta...
Caduche fiammelle ac...
SCHEGGE...
Il violino a tracoll...
Coesi e coevi (tutti...
Estate venti ventiqu...
Nel bosco...
Bungei Senryu...
L'albero della vita...
Un capolavoro...
L' anima tòrta...
I savoiardi...
Le persone si lament...
Ci sei solo tu...
Bianca...
Rime libere...
Insigne professore...
LA BELLEZZA CI ...
A fili di refe...
Alghe...
Alcuni dei miei pens...
IL DESIO...
Che macello!...
Il mio necrologio...
Gio Gio...
A Giulia...
PICCOLA CHIESETTA...
In riva al mare...
L'essere umano stolt...
Ilarità e mestizia...
Mi hai dato un bistu...
Come se...
Il di me sguardo...
Come parigine sulle ...
L'amico improvvisato...
Anime in volo...
Fin oltre la cima...
Il Tempo...
Nunc scitote de dubi...
VICINO A TE...
Rosso di neve...
L'innaffiatoio di po...
Mani rotte (tutti i ...
Chartreuse (thème)...
MADRE...
Come aria respirando...
La stanza... La visi...
La libertà dei penta...
L’arcobaleno dell’an...
Ali di cielo...
Rilievi Celesti...
Forse il Mare...
SCI...
Povera sorda...
CORPO DI DONNA...
C\'era il tempo...
Voce e diversi pensi...
La marionetta...
Fenomeni d'autore...
Il mare la spiaggia ...
Demenza senile...
Ecco al mattino...
Nella monotona e cre...
Gairo vecchia due...
Se veramente volessi...
Piscina rionale...
TORNARE A SOGNAR...
Vita mia...
Minimo...
Nell'attimo poetico ...
Se vedi un uomo clau...
Tre rondini per sem...
Trasparenze ( PaT)...
Epilogo...
Segnali nel buio...
Se il giallo-verdogn...
Mèng...
Sotto il sole...
Come una perla bianc...
Una donna...
La scatola del tempo...
Tessere...
L\' AMORE...
AMORE PROIBITO...
Prodotto interno l...
Il fisioterapista...
Nuvole grigie...
Il sacchetto di cori...
L’amore nel cielo...
Il suono della pace...
IMPRONTE...
L'intervista...
E piove così...
Nuovo...
Non aspettarmi...
Comune distonia dell...
Non chiederti MAI co...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com

VITA DA INFERMIERI

VITA DA INFERMIERI


Alla mia mente assorta nel suo da fare,
non sfugge alcun tormento su quelle facce ceree
Dei loro corpi consumati,
arruffati con lenzuola da cambiare
Di litanie, come sinfonie funeree
Fugace,
soffermo il mio immaginare
sul loro piglio patinato e stanco
inchiodato su fenditure da stoffa oscurate,
inquinate…
teli di proiezione del loro film da riavvolgere in fretta,
nel timore di una improvvisa interruzione
di cui non ne vedranno mai il finale.
Qualcuno si commuove al mio venire
affamato di un sorriso, una carezza
Io, l’ultimo appiglio che non li lasci andare
…e intanto, ingoio l’ennesima amarezza…
tra anime nell’ultimo passaggio,
di vite senza aliti e più sogni da sognare.
…e ti porti a casa, il dolore per chi non ce l’ha fatta
…l’epilogo di un dramma senza repliche.
(Paola Mastandrea)




Share |


Opera scritta il 15/04/2017 - 18:19
Da paola Mastandrea
Letta n.1002 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti


Sono lusingata dal tuo commento,Paolo. Grazie per averla colta.

paola Mastandrea 16/04/2017 - 19:20

--------------------------------------

hai scritto cosa grande e bella....
mi inchino al tuo sentire... e alla tua missione di vita perche di missione si parla...
bello leggerti... vera come il tuo fare.
augurissimi di cuore...
paolo

Paolo Pedinotti 16/04/2017 - 16:09

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?