Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

HAIKU V...
Di quel sentire come...
Destino DiVino...
Il riflesso...
IL MONDO MUORE...
Se volessi dar credi...
Strofinaccio...
ERN-RUBR...
La quercia caduta d...
TORTA SOFFICE PALPIT...
Certi giorni d'inver...
Smile...
Fragranza di te...
Hai trovato una vecc...
Seta e profumi...
come......
Libertà...
Vivaddio...
Il vecchio porto...
Si fa giorno...
Tanka 24...
Semplici....
Estraniamento...
Stelle...
DAMMI IL TEMPO MADRE...
SOGNANDO L' AMORE...
IL NATALE...
Così ti guardo…...
Quello scatto che fe...
L' analista...
ANNI RUGGENTI...
Le note del cuore...
Dedicato a GRP...
orme...
I miei Sogni...
FIORE APPASSITO...
Sul margine del mare...
Maestri...
LA MIA STAGIONE...
Emozioni...
IN ATTESA DEL MUSICI...
Oltrepassa la mia so...
Sensi...
le due foto di papà...
SOGNANDO CON LA MAMM...
Sarebbe bello......
Appresso alla notte...
Poi la luna...
Acrostico - Impronte...
L'evoluzione della v...
Donna...
Monti Sibillini...
Furore...
Antiquariato...
DESTINO SENZA FACCIA...
L' ABITUDINE...
Dove io finalmente a...
Bambù...
... così ti guardo...
La poesia e' un seme...
La poesia che ha la ...
Sua Maestà...
tempo effimero...
Gusci...
Quel tuo profumo...
meteo (previsioni)...
Decisioni difficili ...
Assisi...
Altri gabbiani...
Vivere...
Come spiragli...
haiku 39...
Lascia mi andare...
Acqua...
Graziella Silvestri ...
Il sole aveva una me...
Ridere è una malatti...
Vita quotidiana...
OCCHI...
ARRIVA DAL CIELO...
UN MARE DI RIF...
HAIKU U...
2047...
La voce del silenzio...
Tanka 23...
Un falco per Natale...
Jingle bells...
Riflessione 7...
LA MIA PRIMAVERA...
Possessività...
A Nino...
In una conchiglia la...
Indugia il sole...
Perdonare è la strad...
Visitare Cagliari...
Il labirinto del vac...
Estate di un tempo r...
Splendida Follia...
Depressione...
Il ricordo...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

ASSENZA

Assenza non è essenza,
non è il canto di una trota nella Tenza,
non è loquela di nominata senza.


Assenza e non Cosenza,
registri la presenza,
sopporti la perdenza.


E tu con l'auto giù verso Piacenza,
rimugini e poi avverti l'appetenza
d'una musica nella sua olistica potenza.


Del baratro poi calcoli la pendenza,
ti fa onore farne presto conoscenza,
e poi sbandi e perdi la tua competenza.


Assenza è una lenza
perduta in un grande prato di quella Val d'Enza,
se chiudi gli occhi annuserai una flatulenza.


Assurda è la movenza,
c'è mancanza qui di benza,
mi tocca andar fino a Faenza.


E se sembra una possenza
c'è un'empirica diffidenza,
ma il cuore non può opporre resistenza.


Collisione di prudenza
nei pressi dell'antica Fiorenza,
teoresi in lutto per capienza.


Negli occhi di Lorenza
c'è un'amabile scemenza,
degna del borgo di Forenza.


Inorgoglita mai latenza;
ci si muove per urgenza ed emergenza,
non per bisogno di demenza... E di clemenza.



Share |


Poesia scritta il 10/10/2011 - 22:12
Da Manuel Miranda
Letta n.579 volte.
Voto:
su 0 votanti


Commenti

Nessun commento è presente



Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?