Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Un buon raccolto...
In zattera,naufrago,...
L'appuntamento in ba...
Insigne professore...
L'ultimo Jazz...
HAIKU E2...
Nel silenzio...
Sera...
Lacrime...
I momenti felici som...
Ritrovarti...
Tu conosci 300 parol...
UMANA ESSENZA...
Le ore dei Desideri...
L’autore del tomo- S...
Haiku M1...
Anche se ti si piega...
Un giorno (racconto ...
Ma quanti amici......
Giuro...
Sotto al quadro di V...
L’Orient-Express sta...
Somnum interruptum...
Di tutte le cose cos...
SENZA FORSE ..........
Anime sospese...
Amore perduto .....
Per Amore...
CORLETO...
Poesiola...
22:48...
Il cigno...
La bella estate...
Saremo i lembi...
Verde bosco d'agosto...
Tuffi allegri...
Vita...!...
Dopo la tempesta...
Bolsena...
La forza dei pensier...
lapidee forme...
Vinile...
Non si può resistere...
non soffia più...
ANIMA...
firenze santa maria ...
uomo...
Chi voglia sfamare l...
L'AVVOCATO DEL GOVER...
Un uomo...
EBBREZZA...
Forme...
L’autore del tomo- S...
Camouflage...
LA BOMBA DELL'IGNORA...
COZZA...
Andi grori...
Farfallina colorata...
HAIKU C2...
Konnichiwa...
Emozioni...
Granuli...
INCONFONDIBILI...
Parlami ancora...
AMORE PRIGIONIERO...
Il Plagio...
Senza la pace univer...
Il ladro di felicità...
L' INCONTRO...
Solamente attese...
Il tappeto volante...
La Porta Secondaria...
Senza ali...
Haiku n°14...
La poesia ha radici ...
Risvegli...
La fattucchiera...
Abbiamo imposto uno ...
I CANI E GLI ESSERI ...
OGGI SPOSI (juniores...
A26 da Novi Ligure...
Dalle cime alla foce...
Sterpaglie...
I due Dobermann...
LORO...
La mia terra...
ASCOLTA...
Guardo...
21:47...
SOLITUDINE LIBERTA...
Una canzone...
In tema di razzismo:...
Fiore...
Bologna, 2 Agosto 19...
ALLA STAZIONE...
Cammina con le scarp...
I dubbi del poeta...
Piccola lezione di s...
Straniero...
L\'uomo con la valig...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com

La Ranocchia

Un giorno in aperta campagna una Ranocchia si appresta a salutare la mamma e papà rana per attraversare il ruscello soleggiato dinanzi casa. Voleva raggiungere la radura degli stagni ricchi delle opportunità più varie.
La Ranocchia incominciò a guardare il ruscello per trovare il passaggio più agevole di attraversamento. Sentiva la sguardo della sua famiglia alle spalle e già questo la metteva in ansia. A nord c'erano delle piccole ripide, il punto era il più stretto del ruscello ma la forza dell acqua era notevole. "Forse con un bel salto" penso la Ranocchia" Ma che paura".
Al centro invece l'acqua era molto più placida anche se c'erano almeno tre metri di larghezza da fare a nuoto. " Io nuoto abbastanza bene però non è così facile".
A sud una piccola fila di pietre chiude il ruscello sporgendo dall'acqua e creando una piccola diga che però aveva il vuoto verso valle. " Potrei camminarci sopra certo che se cado mi faccio male".
La Ranocchia assorta nei suoi pensieri si incupisce sempre più nella ricerca della soluzione.
Mamma e papà rana rimangono fermi dietro di lei, non avanzando e non arretrando di un millimetro. Loro la guardano in maniera rassicurante finché non vedono la Ranocchia partire per il suo viaggio. Per loro non era così importante la strada scelta, ne il tempo che ci ha messo per sceglierla, ne se ad un certo punto tornasse indietro dal percorso. La loro piccola sta diventando una rana e questo non sarà che il primo ruscello che attraverserà con tutte le sue incertezze come l'hanno attraversato loro, anni prima.



Share |


Racconto scritto il 09/07/2020 - 19:38
Da marco cugnata
Letta n.81 volte.
Voto:
su 0 votanti


Commenti


Bello questo racconto.

Antonio Girardi 10/07/2020 - 11:04

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?